Liverpool, Klopp: "Gli errori di Karius colpa di una commozione cerebrale"

Il manager dei Reds è tornato a parlare della finale di Champions League decisa dagli errori di Karius: "Loris ha avuto una commozione cerebrale. Non è una scusa, è la verità".

862 condivisioni 0 commenti

Share

Il 26 maggio 2018 è una data che tutti i tifosi del Liverpool vorrebbero cancellare dal calendario. In quel giorno i Reds hanno perso 3-1 la finale di Champions League contro il Real Madrid soprattutto per colpa delle clamorose papere del portiere Loris Karius. Prima l'inspiegabile passaggio per Benzema, poi la mancata presa sul tiro tutt'altro che irresistibile di Bale: così l'estremo difensore tedesco ha affondato i suoi compagni. 

Poche ore dopo il match era emerso però un retroscena: Karius si sarebbe reso protagonista in negativo a causa di una commozione cerebrale provocata da una gomitata di Sergio Ramos quando il risultato era ancora sullo 0-0. Una tesi supportata dagli esami a cui il giocatore si è sottoposto in una clinica specializzata statunitense e confermata dal tecnico dei Reds, Jurgen Klopp. 

Non so cosa pensino i tifosi di quello che sia successo, ma Karius ha avuto una commozione cerebrale. Chiunque abbia avuto una commozione, sa che può manifestarsi in modi diversi. Loris non era consapevole di avere una commozione cerebrale, chi ce l’ha non se ne rende conto

Klopp racconta come ne sia venuto a conoscenza:

Per digerire la sconfitta mi sono serviti giorni. Poi mi ha chiamato Franz Beckenbauer che tornava da un dottore e mi ha detto: "Il tuo portiere aveva una commozione cerebrale". Dalla panchina non mi ero accorto di nulla, così sono andato a vedere le immagini e mi sono chiesto incredulo come sia stato possibile che nessuno avesse legato la botta agli errori. Pensate che cinque giorni dopo la finale, Loris aveva ancora 26 indicatori su 30 di una commozione. Non è una scusa, le cose stanno così

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.