Roma, Di Francesco: "Nainggolan scelta condivisa. CR7? Ben venga"

Il tecnico giallorosso si concede in una lunga intervista a Il Centro: tanti i temi toccati, dal possibile arrivo di CR7 alla Juventus alla cessione del belga.

306 condivisioni 1 commento

di

Share

Eusebio Di Francesco scopre le sue carte. Il tecnico pescarese, nel corso di una lunga intervista rilasciata a Il Centro, si è soffermato su diversi punti caldi legati al futuro della sua Roma e più in generale del calcio nazionale ed internazionale. Tanta la soddisfazione per la stagione appena conclusasi, iniziata tra svariate difficoltà ambientali ma chiusa con l'incredibile semifinale di Champions League conquistata ed il terzo posto in Serie A. Adesso, con delle esigenze di bilancio decisamente meno pressanti ed un ds in completa sintonia con il mister, i giallorossi potranno puntare a rafforzare ancor di più una squadra che ha già accolto degli ottimi nuovi acquisti.

Due giocatori per ruolo nella mia Roma? Oggi, in realtà, ce n'è qualcuno in più. In linea di massima, però, la filosofia è quella. Ciò nonostante, avere qualche elemento in più può far comodo, specie tra difesa ed attacco. Se sono soddisfatto dal mercato? Non è ancora terminato, anche se Monchi s'è portato avanti col lavoro operando con celerità. Magari occorrerà sfoltire l'organico, valuteremo e lo faremo anche durante il ritiro - che comincerà a Trigoria, ndr - per prendere altre decisioni.

L'ambizione di lottare per lo Scudetto, con una Roma così, parrebbe essere cosa scontata: nonostante una Juventus che sembrerebbe avvicinarsi sempre più a Cristiano Ronaldo, infatti, i giallorossi sanno di poter dire la loro in Serie A. Ecco perché Di Francesco non si è affatto tirato fuori a priori dalla bagarre per il tricolore, accogliendo con entusiasmo anche il possibile arrivo dell'asso del Real Madrid in terra nostrana e soffermandosi sulla cessione di Nainggolan all'Inter.

Per la lotta Scudetto vogliamo esserci anche noi, diventando ancor più protagonisti ed infastidendo chi ci ha preceduto in classifica l'anno scorso. CR7 alla Juve? Il fatto stesso che se ne parli è già un bene per il nostro movimento, dato che spesso sentiamo dire che i grandi campioni non guardano all'Italia. Nainggolan all'Inter? La scelta è stata condivisa da ambedue le parti. Ho un ottimo rapporto con Radja, e gli faccio i migliori auguri a livello personale.

Entrando nel dettaglio riguardo ai nuovi acquisti della sua Roma, mister Di Francesco ha successivamente speso diverse parole d'elogio per Javier Pastore. Il centrocampista ex Palermo, arrivato dal PSG, è pronto a diventare un perno della linea mediana capitolina nel ruolo di mezzala. Menzione d'amore anche per la sfida di ritorno con il Barcellona, che portò i giallorossi a qualifcarsi alla semifinale di Champions League grazie ad una splendida rimonta.

Pastore è uno dei pochi nuovi con cui ho già parlato, mi ha dato delle sensazioni positive. Viene a fare la mezzala, ma la sua duttilità sarà utile anche per apportare delle varianti tattiche. La partita più bella della scorsa stagione? Quella con il Barcellona ci ha regalato grandi emozioni. Importante però anche il successo di Napoli, così come quello col Chelsea sul piano estetico e tattico.

Roma: Di Francesco, i Mondiali e "l'indizio" su Forsberg

A dispetto di quello che si possa pensare, Eusebio Di Francesco non sta seguendo con frenesia la rassegna intercontinentale di Russia 2018. Ciò nonostante, un importante indizio in sede di calciomercato potrebbe essere quella risposta data alla domanda legata ai nomi che più l'avevano colpito in questo Mondiale. Tra i calciatori menzionati, infatti, c'è quel Forsberg a lungo inseguito dal ds Monchi nelle ultime settimane. Riguardo ai rumors su un futuro - molto posticipato - in Nazionale, invece, l'ex Sassuolo ha momentaneamente glissato.

Se seguo il Mondiale? In maniera distaccata, quasi da tifoso. Non mi pare che stia offrendo grosse novità sul piano tecnico e tattico. Chi mi ha colpito in particolare? Forsberg della Svezia, Milenkovic della Serbia - e di proprietà della Fiorentina, ndr - e Willian del Brasile. Io in azzurro? No, penso alla Roma. Anche se, chiaramente, guidare la Nazionale sarebbe un onore.

Vota anche tu!

Calciomercato Roma: il colpo Forsberg è fattibile?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.