Calciomercato Inter: il rinnovo di Icardi è una partita a scacchi

Il club pare attendere il 15 luglio, data entro la quale Mauro potrebbe andare all'estero dietro pagamento della clausola. La distanza tra offerta e richiesta è 1,5 milioni.

719 condivisioni 0 commenti

di

Share

I tifosi dell'Inter non parlano d'altro. Felici per l'arrivo di Nainggolan, certo, ok tutti i parametri zero, bravo Ausilio a costruire plusvalenze fondamentali, bene Lautaro e grazie per Politano, ma il nervo scoperto del calciomercato a tinte nerazzurre è quel numero 15 cerchiato sulla pagina di luglio.

Sì, perché a partire da domenica scorsa e fino a domenica 15 luglio, qualunque emissario di club non italiano può arrivare in corso Vittorio Emanuele con un assegno da 110 milioni di euro, dare il tempo al Mauro Icardi di svuotare l'armadietto e ripartire col capocannoniere dell'ultima Serie A. Direzione Malpensa.

A tifosi e società non resterebbe che maledire quella clausola che il 7 ottobre 2016 - data dell'ultimo rinnovo a 5,5 milioni annui - pareva astronomica, salvo poi essere ridicolizzata nell'affaire Neymar dell'estate scorsa, quando il Paris Saint-Germain pagò senza fiatare il doppio per il brasiliano e tutti i maggiori club europei aggiornarono le cifre dei loro top-player.

Calciomercato Inter: il rinnovo di Icardi è una partita a scacchi

Tutti, tranne l'Inter, con club e Wanda Nara concordi, pur su presupposti diversi, che non c'era fretta e tutto andava fatto a suo tempo. Era cominciata da lì la partita a scacchi più difficile per il calciomercato dell'Inter, una sfida a nervi tesissimi nella quale, ora, la mossa spetta a Icardi e alla moglie-agente.

Mauro Icardi Getty Images
Mauro Icardi e Wanda Nara con i figli

Ausilio, infatti, sembra orientato ad attendere il 15 luglio per sedersi al tavolo con Wanda: la distanza fra quanto il club è disposto a offrire e la richiesta dell'agente si aggira intorno a 1,5 milioni - 6,5 contro 8 - e, se a metà mese il giocatore sarà ancora a Milano, potrebbe essere più facile per l'Inter "piegare" Wanda alla ragion di stato.

Attenzione all'affare Cristiano Ronaldo

Quale potrebbe essere un'eventuale destinazione estera gradita a Mauro e al suo entourage? Detto che non è facile immaginare Wanda Nara nella grigia Manchester o in Lederhosen all'Oktoberfest, a naso rimarrebbero Londra, Parigi, Barcellona e Madrid. Ma fra il braccino corto dell'ultimo Abramovich e il ruolo - almeno in apparenza... - coperto nelle altre papabili, le possibilità si riducono.

I segnali di fumo, dunque, portano a pensare che sarà rinnovo ma, si sa, basta un refolo di vento a cambiare la direzione del fumo. E se arrivasse da Madrid, più che un refolo potrebbe essere una tromba d'aria: si fanno sempre più insistenti, infatti, le voci di calciomercato che parlano di una trattativa per portare alla Juventus Cristiano Ronaldo per una cifra, combinazione, intorno proprio ai 100 milioni. Per ora, pare, solo un "pensiero stupendo" bianconero che potrebbe però trasformarsi in incubo per i tifosi dell'Inter, che si vedrebbero scippare Icardi dal Real Madrid con i soldi... della Juventus.

Vota anche tu!

Icardi rinnoverà con l'Inter?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.