Calciomercato Inter, acquisti e cessioni ufficiali: la tabella

Tutti i movimenti di mercato del club, che parte dalla conferma di Spalletti con l'obiettivo di migliorare il quarto posto in Serie A e non sfigurare in Champions League.

772 condivisioni 0 commenti

di

Share

Se l'oggi in casa Milan è tutto lacrime, sangue e stridore di denti, sulla sponda nerazzurra del Naviglio ci si lecca le ferite, con la speranza che il peggio stia ormai alle spalle. I debiti della gestione Moratti erano l'eredità di un'altra epoca, di un altro calcio, di un altro mondo. Di un altro calciomercato, anche: quello in cui un presidente, o un patron come si diceva una volta, si innamorava di un talento via Vhs e lo comprava via fax, così, con la gioiosa spensieratezza di chi si toglie uno sfizio. Ora non si può più, ci sono le regole ferree del Fair Play Finanziario da rispettare e l'Inter a trazione cinese è arrivata a capirlo (poco) prima dei cugini.

La mossa fondamentale è stata l'ingaggio, l'estate scorsa, di un allenatore concreto ed esperto come Luciano Spalletti, uno abituato a fare fuoco con la legna che ha. In una stagione non facile, il tecnico toscano ha saputo tenere la barra a dritta e, sia pure per il rotto della cuffia, a centrare l'obiettivo societario, quel quarto posto che ha finalmente regalato all'Inter la qualificazione alla Champions League. Automatica e doverosa la conferma del condottiero, in vista della prossima stagione nella quale l'Inter lotterà su due fronti, per migliorare il proprio "ranking" in Serie A da un lato e per andare il più avanti possibile in Champions League dall'altro.

Obiettivi ambiziosi che chiedono mosse ambiziose di calciomercato. In attesa del verdetto Uefa di fine stagione, Piero Ausilio si era mosso per tempo, centrando due importanti acquisti per la difesa come Asamoah e De Vrij, presi da Juventus e Lazio a parametro zero. Poi, dopo una lotta contro il tempo per accumulare i 50 milioni di plusvalenze richiesti dall'Uefa entro il 30 giugno, ha potuto cominciare a lavorare sul calciomercato per rinforzare l'attacco, ma anche il centrocampo e gli esterni, indeboliti dagli addi a Rafinha e Cancelo, giunti a fine prestito.

Calciomercato Inter, acquisti e cessioni ufficiali: la tabella

Acquisti

  • Radja Nainggolan (c) da Roma: 38 mln
  • Lautaro Martinez (a) da Racing Avellaneda: 23 mln
  • Matteo Politano (a) da Sassuolo: prestito 5 mln
  • Federico Dimarco (d) da Sion: 7 mln
  • Kwadwo Asamoah (d): svincolato
  • Stefan De Vrij (d): svincolato
  • Bastoni (d): fine prestito dall'Atalanta

Cessioni

  • Geoffrey Kondogbia (c) a Valencia: 25 mln
  • Davide Santon (d) a Roma: 9,50 mln
  • Eder (a) a Jiangsu Suning: 5mln
  • Federico Valietti (d) a Genoa: 7,50 mln
  • Davide Bettella (d) a Atalanta: 7 mln
  • Jens Odgaard (a) a Sassuolo: 5 mln
  • Marco Carraro (c) a Atatanta: 5 mln
  • Nicolò Zaniolo (c) a Roma: 4,50 mln
  • Yuto Nagatomo (d) a Galatasaray: 2,50 mln
  • Francesco Bardi (p) a Frosinone: 1 mln
  • Murillo (c) a Valencia: risc. 5 mln

Vota anche tu!

Sei soddisfatto del calciomercato dell'Inter?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.