Trapianto Abidal: Rosell acquistò un fegato illegalmente?

L'ex presidente del Barcellona avrebbe acquistato illegalmente un fegato per l'ex terzino: le intercettazioni, riportate da El Confidencial, parlano chiaro.

851 condivisioni 1 commento

di

Share

Un fulmine a ciel sereno si abbatte in quel di Barcellona. Stando a quanto riportato da El Confidencial, infatti, l'ex presidente blaugrana Sandro Rosell avrebbe acquistato illegalmente un fegato per Eric Abidal, ex difensore dei catalani ammalatosi nel 2011. Nel marzo di quell'anno, infatti, il difensore classe 1979 si trovò a fare i conti con un tumore al fegato, che mise pesantemente a rischio il prosieguo della sua carriera sportiva. Due giorni dopo la diagnosi, l'ex Monaco venne sottoposto ad una operazione che non portò all'estinzione della metastasi, rendendo dunque necessario un trapianto di fegato ad un anno esatto dalla prognosi.

Ora, stando a quanto riferito dal quotidiano iberico, il suddetto trapianto sarebbe stato effettuato soltanto grazie all'operato di Rosell, che in quattro intercettazioni telefoniche dell'anno scorso viene menzionato come acquirente di un fegato nuovo per Abidal. Il suo interlocutore, che resta sconosciuto, si vedrà rispondere dall'ex presidente con un "quello è un figlio di pu**ana a cui abbiamo salvato la vita". Questa risposta è figlia delle critiche mosse dallo stesso ex giocatore nei confronti della gestione presidenziale dei catalani al tempo in cui avvennero le vicende.

Per non farsi mancare nulla, poi, l'interlocutore misterioso pare avrebbe risposto piccatamente ad Abidal con un: "Sai che se stai parlando con me è perché hai un fegato nuovo, vero?". Poco dopo rincarerà addirittura la dose, sottolineando come il fegato sia stato comprato. Chiaramente, qualora la gravissima accusa fosse confermata, si tratterebbe di un vero e proprio traffico illecito di organi. Paradossale come la vicenda sia venuta fuori soltanto per caso, trovandosi nella rete di intercettazioni legate all'inchiesta che portò Rosell in carcere per aver incassato sottobanco 6,5 milioni di euro attraverso la vendita dei diritti TV di 24 partite del Brasile.

L'ex presidente del Barcellona RosellGetty
Sandro Rosell, ex presidente del Barcellona accusato di aver collaborato nell'acquisto di un fegato per l'ex terzino blaugrana Eric Abidal.

Trapianto Abidal: cosa rischia Rosell?

Sandro Rosell, che è già in carcere da oltre un anno per l'inchiesta legata ai diritti TV verdeoro, rischia dunque di vedersi imputare un ulteriore pesantissimo capo d'accusa. Come riferito dalle autorità iberiche, infatti, l'inchiesta aperta sul caso Abidal potrebbe renderlo passibile di condanna al pari dell'interlocutore misterioso - nonché, a quanto sembra, mente e braccio di tutto -, in quanto a conoscenza del reato. Ciò nonostante, gli avvocati di Rosell parono minimizzare sulla vicenda, con il comunicato rilasciato attraverso RAC1 che chiarisce come possa essere inverosimile pensare al trapianto di un fegato ottenuto illegalmente in un ospedale pubblico.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.