Wimbledon, Roger Federer lascia la Nike: Uniqlo nuovo sponsor tecnico

Lo svizzero abbandona il "baffo" dopo 24 anni. Accordo con la marca giapponese per i prossimi 10 anni (oltre al tennis giocato): 300 milioni di dollari. Ma le scarpe...

769 condivisioni 0 commenti

di

Share

Ci sono delle carriere che durano molto di meno rispetto al loro rapporto. Di chi parliamo? Di Roger Federer e della Nike, azienda statunitense che l’ha vestito dalla fascetta ai piedi per ben 24 anni. La sorpresa era dietro l'angolo, ha comunque sorpreso tutti al momento dell’ingresso in campo per l’esordio a Wimbledon 2018.

Il "baffo" che fine ha fatto? Se lo saranno domandato tutti coloro che si preparavano ad assistere al match di tennis contro Dusan Lajovic (6-1, 6-3, 6-4) e pure quelli che lo stavano seguendo da lontano, in ufficio o meglio ancora dal proprio divano di casa.

Ebbene sì, Roger Federer ha cambiato sponsor tecnico. Ha scelto la Uniqlo, marca d’abbigliamento giapponese fast fashion (può essere paragonata a H&M o Zara) fondata a Ube nel 1949. La notizia già da qualche settimana era nell’aria, è volata-volata-volata fino a quando non è finita realmente sul petto dello svizzero. A Londra il debutto con il nuovo marchio. 

Wimbledon, Roger Federer lascia la Nike: Uniqlo nuovo sponsor tecnico

Roger FedererGetty Images
Roger Federer ha cambiato sponsor tecnico dopo 24 anni: Uniqlo al posto di Nike

Un primo turno di Wimbledon significativo, insomma, al di là della superiorità tecnica nei confronti del malcapitato Lajovic. L’annuncio è stato affidato ai canali social. Su Twitter la Uniqlo ha di fatto ufficializzato l’accordo con l’attuale numero 2 della classifica Atp:

Il contratto di Federer con la Nike era scaduto a marzo. Nonostante tutto il tennista aveva continuato a indossare i soliti abiti. Anche lui, in concomitanza con l’impegno a Wimbledon, ha spiegato le motivazioni della nuova partnership: 

Sono profondamente impegnato nel tennis e nel vincere tornei, ma anche io, come Uniqlo, provo un grande amore per la vita, la cultura e l'umanità. Condividiamo la passione forte per cercare di avere un impatto positivo sul mondo. Non vediamo l’ora di combinare quelli che sono i nostri sforzi creativi.

Tadashi Yanai è il fondatore, presidente e Ceo di Uniqlo. Ha chiuso la “trattativa” con Federer, uno di 37 anni e con 20 slam nel curriculum. Un record per il tennis. È per questo che l’affare andrà oltre allo sport giocato. Secondo quanto riportato da Espn l’accordo varrà più di 300 milioni di dollari in dieci anni e con una clausola speciale garantirà a Federer di ricevere i soldi anche quando smetterà di giocare. 

Yanai, 69 anni, nel 2016 è stato considerato come l’uomo più ricco di Giappone con un patrimonio di 18 miliardi di dollari. Nel 2014, invece, appariva al trentacinquesimo posto nella classifica mondiale. E dire che il suo percorso nella moda è partito dal piccolo negozio di famiglia specializzato in abiti maschili preconfezionati. Il primo nasceva nel 1984 con il nome “Uniqlo Clothing Warehouse”. Presto arriverà anche in Italia (in primavera, a Milano). Nel resto del mondo i punti vendita sono già 1600. Così Yanai ha espresso la soddisfazione per aver ingaggiato “Re Roger”:

Federer è uno dei più grandi della storia. Il rispetto per lui va oltre lo sport. L’accordo riguarderà l’innovazione in campo e fuori, spero che riusciremo insieme a migliorare la qualità della vita del maggior numero di persone. 

Che fine farà il logo RF?

Nike-Roger FedererGetty Images
Federer lascia Nike, ma per ora gioca ancora con le scarpe dell'azienda statunitense: Uniqlo non produce calzature

L’azienda vorrebbe portare il tennis in nuovi posti, anche nel settore del design e della tecnologia. Intanto, prima di cominciare a farlo, si è portato a casa un numero uno assoluto. Gli abitudinari ci saranno rimasti male.Federer era un uomo-Nike da quando aveva soli 13 anni. L’ultimo rinnovo decennale era stato siglato nel 2008 (10 milioni di euro l’anno). La scadenza ha permesso a Uniqlo di corteggiarlo. L’azienda giapponese, dal 2012 al 2017, aveva già ingaggiato Novak Djokovic, un altro fenomeno del tennis. 

E ora il logo RF, quello personalizzato da Federer stesso, che fine farà? Lo svizzero spiega che a breve potrebbe passare direttamente nelle sue mani:

Il logo RF al momento resta con Nike. Ma a un certo punto passerà a me: spero il prima possibile e che Nike possa essere di aiuto nella transizione. È importante per me e per i miei tifosi, sono le mie iniziali. Sono mie, non possono essere loro per sempre. Mi auguro intanto che all’inizio del prossimo anno le persone possano comprare la mia roba. Ci vorrà un po’ di tempo, è naturale… Le scarpe? Vedremo (la Uniqlo non le produce, ndr). Per ora continuerò a indossare Nike, che ha mostrato interesse per continuare almeno per quanto riguarda la calzature. Dobbiamo valutare...

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.