Harit coinvolto in un incidente mortale: guidava il fratello 14enne?

Il marocchino dello Schalke rischia fino a 5 anni di carcere per omicidio colposo. Intanto la polizia gli ha ritirato il passaporto per impedirgli di lasciare il Marocco.

564 condivisioni 0 commenti

di

Share

La polizia indaga, il dramma può ingigantirsi ancora. Il 21enne dello Schalke Amine Harit (ha partecipato ai Mondiali con il suo Marocco) è stato coinvolto sabato notte in un incidente stradale in cui ha perso la vita una persona. Lui è rimasto illeso ma la sua macchina ha investito un pedone uccidendolo sul colpo. Le immagini dell'autovettura descrivono la violenza dell'impatto.

Lo Schalke, nei giorni scorsi, ha assicurato che Harit non poteva evitare la tragedia. Sarebbe stato il pedone ad attraversare la strada in maniera incauta. La polizia però non ha ancora chiuso il caso. Anzi: nelle ultime ore si è scoperto che in macchina con Amine c'era anche suo fratello 14enne. E qualcuno ha sollevato un terribile dubbio: e se a guidare la macchina di Harit in realtà fosse stato il fratellino?

La polizia, al momento, esclude tale ipotesi, ma questo non allegerisce la situazione del calciatore a cui le forze dell'ordine hanno ritirato il passaporto per impedirgli di lasciare il paese. Harit, per il momento, continuerà a stare in casa dei genitori e si andrà da uno psicologo per elaborare lo shock. 

La macchina di Harit dopo l'incidenteBuzz News
La macchina di Harit dopo l'incidente

Harit rischia 5 anni di carcere per omicidio colposo

Oggi Harit verrà ascoltato dal pubblico ministero che si occupa del caso. Se il giocatore dello Schalke venisse accusato di omicidio colposo, rischierebbe una condanna fino ai 5 anni di carcere (la pena minima sarebbe di tre mesi). Per questo il colloquio di oggi è così importante. Si saprà qual è la sua posizione e se effettivamente non poteva evitare l'impatto come affermato dallo Schalke nei giorni scorsi.

Harit con la maglia dello SchalkeGetty
Harit con la maglia dello Schalke

Heidel, direttore sportivo del club tedesco, ha confermato che in base a come andrà il colloquio di oggi lo Schalke potrebbe decidere di mandare un proprio legale a Marrakech per aiutare il ragazzo:

Prima però dobbiamo capire se le autorità gli riconsegneranno il passaporto oppure no.

La polizia indaga, il dramma può ingigantirsi ancora. Harit rischia fino a 5 anni di carcere.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.