Mondiali 2018, le pagelle di Spagna-Russia: Akinfeev alla Yashin

I padroni di casa sovvertono i pronostici e si prendono i quarti ai rigori, contro una Roja spenta e prevedibile. Ecco i voti, i migliori e i peggiori del match.

225 condivisioni 0 commenti

di

Share

L'eliminazione che non ti aspetti. O forse sì, dopo aver assistito al possesso palla più sterile della storia. Altro che tiki taka, a suonare al Luzhniki di Mosca è la balalaika dei padroni di casa. La Russia ai quarti dei Mondiali 2018 è un risultato che più storico non si può: mai, dallo scioglimento dell'Unione Sovietica, l'Armata Rossa aveva raggiunto la fase a eliminazione diretta del torneo iridato. Figuriamoci un posto tra le migliori otto Nazionali del pianeta.

Il trionfo della selezione di Stanislav Cherchesov segna l'ennesimo fallimento della Spagna post 2010: dopo essere stata cacciata via ai gironi nel 2014, la Roja abbandona i Mondiali 2018 già agli ottavi. E da favorita della vigilia, per giunta.

Sabato 7 luglio, a Soči, non saranno quindi Iniesta e compagni ad affrontare la vincente tra Croazia e Danimarca: il biglietto per lo Stadio Olimpico Fišt è tutto per i padroni di casa, guidata da un capitan Akinfeev in giornata di grazia. Oltre al portiere russo, migliore in campo, scopriamo come si sono comportati i protagonisti del terzo ottavo di finale di questi pazzi e imprevedibili Mondiali 2018.

Mondiali 2018, le pagelle di Spagna-Russia

Spagna (4-2-3-1): De Gea 6; Nacho 5.5 (70' Carvajal 6), Piqué 5, S. Ramos 5.5, J. Alba 6; Koke 5, S. Busquets 5.5; D. Silva 6 (67' Iniesta 6), Isco 6.5, Asensio 5.5 (104' Rodrigo 6); D. Costa 5 (79' I. Aspas 6). All. F. Hierro 5.
Russia (3-4-2-1): Akinfeev 7.5; Kutepov 7, Ignashevich 5.5, Kudryashov 6.5; M. Fernandes 6.5, Kuzyaev 6 (97' Erokhin 6), Zobnin 6, Zhirkov 5.5 (46' Granat 5.5); Samedov 6.5 (60' Cheryshev 6), Golovin 6; Dzyuba 6.5 (65' Smolov 6.5). All. Cherchesov 7.

I migliori

Igor Akinfeev 7.5

Che l'onta della papera contro la Corea del Sud, quattro anni fa in Brasile, se ne vada finalmente in panchina. La bandiera e capitano della Russia vive una partita da baluardo. Non che gli spagnoli facciano piovere tiri su tiri verso la sua porta, ma quando succede Igor non tradisce. Efficace sulla conclusione all'85' di Iniesta, perfetto sull'immediata ribattuta di Iago Aspas. Si ripeterà ai supplementari su Rodrigo, prima dei rigori decisivi parati a Koke e Iago Aspas. "Nonno" Yashin, stavolta, sarebbe orgoglioso di lui.

Akinfeev sbarra la porta al tiro al volo di Iniesta all'85'Getty Images
La parata di Akinfeev sul tiro di Iniesta all'85'

Ilya Kutepov 7

Il simbolo della strenua resistenza russa è lui, il 24enne spilungone dello Spartak Mosca. L'attacco della Spagna è il più delle volte spento e sterile: in tutti gli altri casi, ci pensa il numero 3 di Cherchesov a sbarrare la strada verso la porta di Akinfeev. Protagonista a suon di chiusure, senza troppi complimenti nei confronti dei mostri sacri iberici.

Kutepov in azione contro la SpagnaGetty Images
Ilya Kutepov, difensore della Russia

I peggiori

Gerard Piqué 5

Quel braccio esteso, alla cieca, quasi dimenticato lassù in aria: da parte di un difensore super-esperto e smaliziato come il centrale del Barcellona, un fallo da rigore così ingenuo fa quasi rabbia. Anche perché, senza quel regalo di sufficienza, difficilmente i padroni di casa avrebbero chiuso il primo tempo in parità. In occasione di un altro rigore, quello realizzato per secondo nella lotteria finale, riscatta almeno in parte un pomeriggio lontano dai suoi standard blaugrana.

Gerard Piqué commette il fallo da rigore, che ha permesso alla Russia di raggiungere l'1-1Getty Images
Il fallo da rigore di Gerard Piqué in Spagna-Russia

Diego Costa 5

Un corpo estraneo alla manovra della squadra. A vedere di quale manovra si tratti, però, qualunque attaccante avrebbe fatto fatica a lasciare il segno. Solo e abbandonato, la Bestia dell'Atletico Madrid avrebbe volentieri clonato l'amico Griezmann anche solo per scambiare due chiacchiere in mezzo all'area russa. Non graffia mai, i compagni non gli offrono neanche l'opportunità. Il cambio nella ripresa con Iago Aspas era scontato più del possesso palla iberico.

Diego Costa tra i peggiori in campo della SpagnaGetty Images
Diego Costa in azione in Spagna-Russia

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.