Formula 1, Austria: trionfa Verstappen ma ridono Vettel e Raikkonen

L’olandese porta la sua Red Bull alla vittoria sul circuito di casa. Le Rosse vanno a podio, fuori clamorosamente le Mercedes: guasti al motore. Seb torna leader.

Formula 1 Austria, vince Verstappen su Red Bull Getty Images

569 condivisioni 0 commenti

di

Share

Vince Max Verstappen il GP d’Austria di Formula 1. Ma questa è solo l’ultima notizia di una gara pazzesca. Secondo Kimi Raikkonen, poi Sebastian Vettel. Fuori per problemi al motore le due Mercedes di Lewis Hamilton e Valtteri Bottas. Ritiro anche per Ricciardo, fumata bianca dalla sua Red Bull.

Era dal 1955, a Monza, che non arrivava un doppio ritiro per la Mercedes dopo un sabato straordinario e una prima fila conquistata. La powerunit nuova, montata in Francia appena una settimana fa, ha problemi di affidabilità.

Così cambia anche la classifica del Mondiale di Formula 1. Vettel torna leader davanti ad Hamilton per un punto. E Ferrari prima anche nel Costruttori. Stagione lunga, tiratissima: le Mercedes cercheranno subito il riscatto.

Formula 1 Austria, che partenza!

Bottas in pole si fa infilare subito da Hamilton e Raikkonen, dietro Vettel perde posizioni per un leggero contatto con la Haas di Grosjean. Parte così il Gran Premio d’Austria di Formula 1. Ma il finlandese non ci sta e si prende la seconda piazza ai danni di Kimi, passato anche da Verstappen. Due Mercedes al comando, poi Verstappen, Raikkonen, Ricciardo e Vettel. Lewis lì davanti inizia a fare un ritmo forsennato. Rosse in difficoltà.

Il colpo di scena che non ti aspetti

Giro 15, il primo colpo di scena: problemi idraulici per Bottas, parcheggiata la sua Mercedes a bordo pista. Così Verstappen diventa secondo, Raikkonen terzo. Quanta sfortuna per Valtteri. Un giro dopo rientrano tutti tranne che Hamilton. Kimi lungo, Ricciardo si infila. Bella gara dell'australiano, festeggiato prima della gara per il suo 29esimo compleanno.

Al 25esimo giro va dentro finalmente Hamilton. Ritardato il pitstop, chiedono scusa dai box, l'inglese rientra 4 con Vettel subito dietro. Red Bull al comando: venerdì, dopo le prime libere, era un risultato assolutamente insperato. 

Poi tornano di scena le Ferrari. Raikkonen passa Ricciardo, in difficoltà con le gomme. E poi Vettel supera Hamilton con una manovra spettacolare. Verstappen al comando, poi Raikkonen e Seb.

Gara sempre aperta

Hamilton, con un evidente blistering alla gomma posteriore sinistra, non regge il ritmo. Cambio gomma, in pista è quinto, servono tutti giri da qualfica. Gli dà una mano Ricciardo: forfait del motore Renault, ritiro nel giorno del suo compleanno. Inglese quarto, ma distante anni luce dalle Ferrari.

Dal box rosso c'è un solo imperativo: spingere. Verstappen a 7 giri dalla fine è a quattro secondi. L'ultimo colpo di scena è clamoroso: il leader del Mondiale, Hamilton, si ritira: motore scoppiato. Max regge fino all'ultimo e si porta a casa la sua quarta vittoria in carriera. Sorridono le Ferrari, grande prove di Raikkonen e di Vettel. A Maranello festeggiano, ma il campionato è ancora lungo.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.