Bayern Monaco, problemi...Mondiali: "Kovac dovrà fare lo psicologo"

La precoce e inaspettata eliminazione della Germania dal torneo in Russia preoccupa in Baviera. I giocatori torneranno al club con le scorie dovute alle rispettive delusioni.

286 condivisioni 0 commenti

di

Share

Scorie, contraccolpo, problemi. Scegliete voi il termine adatto, ma il Bayern Monaco ne è pieno. I Mondiali 2018 sono stati un fallimento per la Germania, ma, paradossalmente, lo sono stati ancor di più per il club bavarese. I giocatori della società campione di Germania impegnati in Russia non sono riusciti a vivere il torneo che volevano, anzi.

Cominciamo dai tedeschi: Manuel Neuer, per esempio, si è preso un anno intero per recuperare dal suo infortunio. Solo perché non voleva perdere i Mondiali 2018. Il Bayern Monaco non lo schiera da settembre, ma per la Germania si è fatto trovare pronto. Ha di fatto buttato una stagione intera per nulla.

C'è poi Jerome Boateng, che al Bayern Monaco ha qualche problema. Vince troppo facilmente, si annoia, e per questo ha chiesto la cessione. Il club, senza fare troppi problemi, ha accettato di metterlo sul calciomercato. Ai Mondiali 2018 però Boateng ha deluso, è sembrato in grave difficoltà psico-fisica. Non è affatto detto che un top club decida di puntare su di lui. Rischia di restare contro voglia.

Vota anche tu!

I giocatori del Bayern Monaco subiranno il contraccolpo per l'eliminazione dai Mondiali?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Bayern Monaco, i Mondiali 2018 sono un problema

Se Neuer e Boateng non cominceranno la prossima stagione al top delle condizioni mentali, anche i loro compagni di squadra non se la passano bene. Niklas  Süle, Sebastian Rudy, Leon Goretzka, e Joshua Kimmich erano tutti alla prima partecipazioni ai Mondiali. Si aspettavano molto di più dal torneo in Russia. Thomas Muller appare in evidente calo (è rimasto a secco anche agli Europei del 2016 oltre che nell'ultima Coppa del Mondo), al punto che non sembra più un giocatore capace di prendere per mano le sue squadre, e Hummels appare spaesato. Non è più quello ammirato a Dortmund con Klopp. Per non parlare di Lewandowski: nemmeno un gol con la Polonia, e anche lui ha più volte ammesso di voler lasciare il Bayern Monaco. Quattro anni fa, durante i Mondiali in Brasile, i giocatori sotto contratto con i bavaresi segnarono 18 gol, più di qualsiasi altra squadra al mondo. Oggi sono fermi a zero.

Robert Lewandowski ha finito i Mondiali senza segnareGetty
Robert Lewandowski ha finito i Mondiali senza segnare

Proprio per l'umore dei giocatori coinvolti e travolti dai rispettivi fallimenti in casa Bayern Monaco sono preoccupati. C'è il timore che i Mondiali lascino delle scorie e che possano rovinare anche la prossima stagione dei bavaresi. Lothar Matthaus ha ammesso di ritenere che la situazione per i campioni di Germania non sia semplice:

Kovac dovrà fare lo psicologo dopo che così tanti suoi giocatori tornano a casa con una delusione così grande. Muller contro la Corea è sembrato svuotato, era lo specchio perfetto della squadra.

Scorie, contraccolpo, problemi. Scegliete voi il termine adatto, ma il Bayern Monaco ne è pieno.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.