Mondiali, il Messico si prepara a Neymar: "Sta sempre per terra"

Il capitano del Tricolor, Andrés Guardado, parla del prossimo avversario in conferenza stampa: "Lo conosciamo tutti, tende a esagerare su ogni contatto".

Neymar dopo un fallo subito ai Mondiali Getty Image

534 condivisioni 0 commenti

di

Share

Le accuse di simulatore arrivate nei confronti di Neymar nel corso di questi Mondiali non sono certo una novità. Una fama che lo precedeva prima e che ha trovato riscontro, almeno nella valutazione di arbitro e Var, dopo il rigore concesso e successivamente annullato in occasione della partita con il Costa Rica.

Da lì il dibattito si è alimentato sempre di più, anche dalle lacrime liberatorie della stella del Paris Saint-Germain dopo la vittoria, dai più maliziosi giudicate come artefatte.

Il commissario tecnico della Seleçao, Tite, lo ha difeso a spada tratta contro tutto e tutti. Ma la nomea di simulatore se la porterà avanti a lungo, sicuramente per tutti questi Mondiali. La conferma arriva pure dalla conferenza stampa del Messico, prossimo avversario del Brasile negli ottavi di finale, dove si è presentato il capitano del Tricolor, Andrés Guardado.

Guardado in conferenza stampa ai MondialiGetty Image
Mondiali, la conferenza stampa di Guardado

Mondiali, Guardado contro Neymar

Interrogato sull'argomento Neymar, infatti, il centrocampista messicano del Betis non ci ha girato intorno:

Lo conosciamo tutti, non spetta certo a me giudicarlo. Saranno gli arbitri e il Var a dover vedere il suo modo di giocare e capire come comportarsi per interrompere certi suoi comportamenti. A lui piace esagerare quando subisce un fallo e ama sempre buttarsi per terra.

Chiede più attenzione, insomma, il capitano del Messico, per eventuali cadute accentuate da parte di Neymar nel corso della prossima partita dei Mondiali, quella che mette il Tricolor di fronte a un avversario già di per sé estremamente complicato da affrontare:

Il Brasile è favorito, ma per noi è l’occasione migliore per cambiare la storia. I numeri e i pronostici sono tutti contro di noi. Ma quello che posso assicurare è che faremo il possibile per ribaltare questi equilibri e scrivere una pagina di storia, qualificandoci ai quarti di finale. Pure contro la Germania sembrava un'impresa impossibile, ma poi siamo riusciti a vincere. Certo, è vero che poi abbiamo perso con la Svezia, ma da certe sconfitte si possono trarre tanti insegnamenti.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.