Mondiali, Argentina eliminata: Mascherano lascia, Sampaoli no

L'ex Barcellona annuncia l'addio alla Nazionale, il ct non si dimette.

823 condivisioni 0 commenti

di

Share

Disfatta. In Argentina non c'è parola migliore per descrivere questi Mondiali. Tanta delusione e rabbia soprattutto verso il ct Sampaoli indicato come colpevole numero uno del disastro dell'Albiceleste e del 4-3 subito contro la Francia agli ottavi. L'allenatore finisce sul banco degli imputati e viene criticato ancora più di Messi. La schiera dei musi lunghi non finisce qui. 

Da Mascherano - che ha annunciato l'addio alla nazionale - a Mercado, dalle facce alle lacrime degli altri protagonisti dell'Argentina: la delusione anche nel post partita è stata tanta per questa eliminazione. Una generazione di grandi campioni e talenti che non ha raccolto quello che meritava e che lascia questi Mondiali triste e sconsolata, ma soprattutto con un grande punto interrogativo: la sconfitta contro la Francia ha significato la fine di un ciclo?

Non è d'accordo con questa affermazione Jorge Sampaoli che al termine della partita ha parlato di un "futuro roseo" per il calcio argentino che ha moltissimi giovani di talento e prospettiva da far crescere. L'allenatore non ha dato le dimissioni da ct della nazionale spiegando che non è il momento di prendere decisioni dettate dalla delusione e frustrazione.

La delusione di Messi dopo l'eliminazione dai Mondiali della sua ArgentinaGetty Images

Argentina, le parole dei protagonisti dopo l'eliminazione dai Mondiali

Sconsolato, a fine gara, Javier Mascherano, uno dei protagonisti e senatori dell'Argentina. L'ex centrocampista del Barcellona, visibilmente emozionato, ha dichiarato che questa è stata la sua ultima partita con la maglia della sua nazionale:

Finisce così la mia storia con la nazionale, purtroppo. Questa è stata una partita pazza, non siamo partiti bene, abbiamo recuperato ma purtroppo non ce l'abbiamo fatta a vincere. Il calcio è anche questo. D'ora in poi sarò solo un tifoso della nazionale argentina. È finita, è l'ora di dirsi addio 

Visibilmente amareggiato anche Mercado che ha detto:

Volevamo arrivare in finale. Era il nostro sogno, ma non ce l'abbiamo fatta. Loro sono stati più forti, siamo usciti contro una grande squadra

Nella conferenza stampa post gara ha parlato il ct dell'albiceleste, Jorge Sampaoli. Anche l'ex allenatore del Cile si è presentato ai microfoni dei giornalisti molto affranto e abbattuto per l'eliminazione dai Mondiali:

Dimissioni? Non è questo il momento prendere una decisione come lasciare la nazionale, ora bisogna riflettere e lasciare spazio al dolore. Alcune scelte sbagliate? Bisogna pensare a mente fredda, farlo ora è difficile. È difficile dire addio alla Coppa del Mondo in questo modo. I ragazzi hanno dato tutto in campo, hanno fatto uno sforzo enorme. Cosa ci ha messo più in difficoltà? La velocità della Francia, lo sapevamo ma oggi ci siamo trovati davanti un giocatore incredibile come Mbappé che ci ha creato moltissime difficoltà. Venivamo da una fase eliminatoria molto difficile, carica di pressioni. Ovviamente non è una scusa, pensavamo tutti di poter arrivare più lontano, purtroppo non ce l'abbiamo fatta. Abbiamo combattuto fino alla fine, per questo voglio ringraziare la squadra che ha dato tutto. Sono convinto che l'Argentina come nazionale abbia un futuro, ci sono tantissimi giovani calciatori forti che se cresceranno bene potranno aiutare questa nazionale a tornare dove merita. In questo momento sono molto frustrato. Sono venuto qui con la consapevolezza che questa nazionale potesse anche vincere, così non è stato e questo mi farà crescere come allenatore

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.