Lavillenie: “Il meeting di Parigi del 2016 è il mio ricordo più bello”

Parigi si prepara al grande sabato dello sport francese con l’ottavo di finale dei Mondiali di calcio in Russia tra Francia e Argentina alle 16 e il grande meeting della Diamond League allo Stadio Charlety nella capitale francese alle 20.

Getty Images

1 condivisione 0 commenti

Share

Il salto con l’asta maschile è sempre stato uno dei piatti forti del meeting di Parigi fin dal 1985 quando Sergey Bubka saltò la misura di 6 metri per la prima volta nella sua carriera. Renaud Lavillenie proverà a vincere davanti al pubblico di casa per l’ottava volta, anche se non sarà facile contro il campione del mondo Sam Kendricks e il primatista mondiale under 20 Armand “Mondo” Duplantis. Il giovane svedese ha battuto Kendricks al meeting di Stoccolma con 5.86m e Renaud Lavillenie a Montreuil con 5.91m.

Renaud Lavillenie:

Il meeting di Parigi è il momento più importante della stagione per l’atletica francese. Non abbiamo tante occasioni per gareggiare davanti al nostro pubblico.  Il mio ricordo più bello di questo meeting è il 2016 quando arrivai deluso dalle Olimpiadi di Rio ma mi presi una bella rivincita con un salto da 5.93m regalando una grande serata al mio pubblico. Nella nostra specialità si crea un legame speciale con gli avversari. C’è uno spirito di amicizia tra noi astisti. Trascorriamo tante ore in pedana e corriamo rischi quando saltiamo. In particolare sono legato da un bel rapporto con Sam Kendricks e Mondo Duplantis. Io e Armand ci siamo allenati insieme a Clermont Ferrand per dieci giorni dopo il meeting di Montreuil

Sam Kendricks:

Nella nostra disciplina è difficile vincere sempre. Cerco sempre di dare il mio meglio. L’anno scorso ho vinto tutte le gare disputate ma non è facile mantenere l’imbattibilità in una specialità così competitiva come il salto con l’asta. Se pensi di dominare tutte le volte, corri il rischio di perdere. Seguo Armand Duplantis da una decina di anni. Sono uno dei suoi più grandi fans. Ho vinto qui l’anno scorso e ho esperienza di questa pedana

Armand Duplantis:

Ho messo pressione a Renaud Lavillenie dopo averlo battuto a Montreuil ma non credo di essere l’uomo da battere. Renaud è l’atleta più importante qui e avrò bisogno della mia miglior gara per batterlo Sabato”

La vice campionessa mondiale dei 100 e dei 200 metri Marie Josée Ta Lou ha iniziato alla grande la stagione 2018 con le vittorie sui 100 metri a Doha in 10”85 e a Eugene in 10”88 e sui 200 metri a Roma in 22”49 con vento contrario di -1.7 m/s. La simpatica sprinter ivoriana ha affermato di essere sorpresa dai risultati ottenuti finora.

Non penso di essere migliorata rispetto all’anno scorso. Sono davvero sorpresa di aver corso così forte anche perché alcuni problemi personali mi hanno impedito di allenarmi come avrei voluto. La stagione è lontana dall’essere finita e non posso dire se sarò in grado di continuare a vincere ma mi sto divertendo. Spero di migliorarmi ogni volta che scendo in pista e di essere stimolata dalle mie avversarie. Ho un forte legame con la Francia e ho gareggiato in passato per un club francese (le Stade Francais). E’ sempre un piacere venire qui. La gente e i media mi sostengono sempre molto

I 400 ostacoli maschili stanno vivendo un anno straordinario con talenti come Abderrahman Samba, Karsten Warholm e l’astro nascente di Antigua e Barbuda Rai Benjamin, che ha eguagliato la seconda migliore prestazione mondiale di sempre di Edwin Moses con 47”02 ai Campionati NCAA di Eugene.

Abderrahman Samba:

Il record del mondo è solo una questione di tempo e potrebbe cadere presto. Mi sento in forma. Cercherò di battere la migliore prestazione mondiale dell’anno ma non è l’unico obiettivo. A riguardo del record del mondo penso che Kevin Young possa incominciare a preoccuparsi perché siamo un gruppo di giovani, che si stanno avvicinando sempre di più al suo primato

Karsten Warholm:

Abderraham ha un grande finale. La gara sarà ancora molto veloce. Tanti atleti forti stanno contribuendo ad elevare i 400 ostacoli ad un altro livello. Questo spiega le recenti grandi prestazioni. Sono sorpreso dal 47”02 di Raj Benjamin e penso che questo tempo possa diventare uno stimolo ulteriore. Fino a pochi anni fa ero felice di essere cinquantesimo al mondo. Ora sono al terzo posto nelle liste mondiali Nell’atletica c’è sempre qualcosa di nuovo da inseguire. E’ il bello del nostro sport. Mi sento privilegiato a trovarmi in questa situazione. Ora i 400 ostacoli sono tornati ad essere una delle specialità più importanti del circuito

Sergey Shubenkov è diventato il primo specialista dei 110 ostacoli a scendere sotto i 13 secondi in questa stagione proprio in terra francese con 12”99 al meeting di Montreuil.

Sergey Shubenkov:

Il mio allenatore dice che posso correre ancora più velocemente. Ci sono ancora molti margini di miglioramento e non voglio rilassarmi. Gli spettatori francesi sono tra i più appassionati del circuito e non vedo l’ora di vedere lo Stadio Charlety pieno

Sandra Perkovic ha vinto due volte a Parigi e ha stabilito il record del meeting con 68.48m nel 2014. La croata è appena sbarcata a Parigi dopo la vittoria ai Giochi del Mediterraneo di Tarragona con 66.46m.

Sandra Perkovic:

Ho gareggiato Giovedì ai Giochi del Mediterraneo Penso di poter battere il record del meeting. Ci saranno grandi avversarie in grado di stimolarmi come le cubane Caballero e Perez e le condizioni climatiche si preannunciano buone. Quest’anno voglio vincere il mio quinto titolo europeo 

La gara più attesa dal pubblico francese vedrà di fronte il campione mondiale degli 800 metri Pierre Ambroise Bosse contro le stelle emergenti Peter Bol e Joseph Deng, due giovani australiani di origini sudanesi, che si sono messi in luce al meeting di Stoccolma correndo rispettivamente in 1’44”56 e in 1’44”61.

Pierre Ambroise Bosse:

Sono contento di essere qui. Mi sento al top della forma. Mi sono allenato per dieci giorni ad Agadir in Marocco

Secondo James Templeton (manager dei due mezzofondisti australiani Bol e Deng) il record nazionale di Ralph Doubell stabilito in occasione della vittoria alle Olimpiadi di Città del Messico nel 1968 potrebbe essere attaccato da Bol e Deng.  

Peter Bol:

Siamo entusiasti di essere qui a gareggiare a Parigi. Le condizioni sono ottime e vogliamo sfruttarle al meglio

Joseph Deng:

Siamo in grande forma e proveremo a seguire Bosse. Forse riusciremo a batterlo

Grande attesa per i 100 metri che vedranno impegnati Ronnie Baker e Jimmy Vicaut in una rivincita dei 100 metri del Golden Gala di Roma che hanno visto lo statunitense battere il francese in 9”93.

Ronnie Baker:

La sconfitta ai Campionati statunitensi mi ha dato una grande motivazione. Non sento bisogno di una rivincita. Non ho un tempo specifico in mente. Cercherò di eseguire bene la gara dall’inizio alla fine. Se ci riuscirò, la prestazione verrà di conseguenza. Ho avuto una delle mie migliori sessioni di allenamento della stagione nei giorni scorsi

Jimmy Vicaut ha realizzato il ventesimo crono della sua carriera sotto i 10 secondi sui 100 metri con 9”99 a Marsiglia e punta ad avvicinare il suo record europeo di 9”86 stabilito a Parigi nel 2015.

Jimmy Vicaut:

Sono eccitato di correre Sabato. Mi sento a casa a Parigi e voglio vincere

Christophe Lemaitre correrà i 200 metri contro gli astri nascenti Michael Norman e Rai Benjamin.

Christophe Lemaitre:

Non ci sono molte cose da migliorare per correre più velocemente. Ho lavorato molto sulla resistenza ma ho bisogno di allenarmi di più sulla velocità. Mi sono infortunato e ho impiegato più tempo del previsto per recuperare ma dopo il 200 metri corso in 20”35 a Ginevra ho avuto una buona sessione di allenamento. Qui correrò anche nella serie B con l’obiettivo di fare il minimo per gli Europei di Berlino

La campionessa olimpica e mondiale dell’eptathlon Nafissatou Thiam potrà contare sul tifo del pubblico proveniente dal vicino Belgio quando scenderà in pedana per sfidare la regina del salto in alto Mariya Lasitskene.

Nafissatou Thiam:

Non vedo l’ora di gareggiare contro Mariya, che sta facendo grandi cose per la nostra specialità. Per me gareggiare a Parigi sarà come saltare a casa. Non è molto lontano da dove vivo. Mi piace molto gareggiare davanti ai fans francesi. Ci saranno anche tanti spettatori provenienti dal Belgio. Continuo ad allenarmi per l’eptathlon, anche se ho fatto qualche piccola modifica nella preparazione. Ho gareggiato solo una volta nel salto in alto a Goetzis dove ho saltato 2.01m. A Parigi mi sento rilassata e spero di saltare ancora 2 metri. La gara di domani è una tappa di passaggio verso Berlino. Non gareggerò nell’alto agli Europei perché normalmente sono molto stanca dopo aver gareggiato nell’eptatlon. Non farò altre gare di salto in alto perché devo prepararmi per sette specialità

Il campione mondiale del decathlon Kevin Mayer ripeterà l’esperienza dello scorso anno di gareggiare in un triathlon davanti al pubblico di casa.

Kevin Mayer:

Di recente ho migliorato i miei record personali nei 100 metri e nel lancio del disco al meeting di Ratingen. Ho trovato i metodi migliori per prepararmi al meglio con gli allenatori che mi seguono da tre anni e mezzo. E’ una grande emozione gareggiare davanti al pubblico di casa. Ho già gareggiato in un triathlon l’anno scorso e nel meeting indoor a Parigi Bercy lo scorso Febbraio. Lo scorso anno ho battuto due record personali su tre gare a Charlety. Il 19 Agosto organizzerò un evento di decathlon con lo scopo di avvicinare il grande pubblico alle prove multiple. Molti pensano che il decathlon sia una specialità riservata ad una piccola élite, ma io voglio renderla accessibile a tutti

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.