Serie A, il calcio italiano trema: stop agli sponsor legati alle scommesse

La lotta al gioco d'azzardo potrebbe mettere in difficoltà economica non soltanto le squadre italiane ma anche le televisioni. E per i club sarebbe un doppio mancato introito.

551 condivisioni 0 commenti

di

Share

Allarme rosso. Anzi, allarme conto in rosso. Il calcio italiano trema, perché proprio ora che c'è bisogno di ripartire possono esserci gravi difficoltà economiche. Il ministro dello Sviluppo economico Luigi Di Maio vuole bloccare tutte le sponsorizzazioni legate ad agenzie di scommesse. Sono infatti ben 120 milioni all'anno che vengono utilizzati per fare pubblicità attraverso lo sport. In Serie A ben 11 squadre su 20 hanno un partner commerciale legato al mondo delle scommesse.

Per anni la Bwin ha sponsorizzato tutto il campionato di Serie B, prima di trovare accordi anche con Milan e Inter. La Snai è legata alla Roma, Betfair alla Juventus, Planetwin365 al Napoli ed Eurobet a Lazio, Cagliari, Udinese, Sampdoria e Genoa. Con l'idea di Di Maio però i club di Serie A non perderebbero solo l'introito diretto dovuto alle sponsorizzazioni.

Anche le televisioni intascano soldi importanti dalle agenzie di scommesse, le pubblicità fruttano infatti ben 70 milioni di euro all'anno. Intascando meno le varie televisioni saranno anche disposte a spendere meno per i diritti TV. Come riportato da Agipro, il prodotto calcio aumenta (o diminuisce) di valore in base alle pubblicità che genera.

Vota anche tu!

Siete d'accordo con la proposta di Di Maio?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Serie A, a rischio le sponsorizzazioni con le agenzie di scommesse

Al momento comunque la decisione sul divieto di pubblicità legati a qualsiasi agenzie di gioco d'azzardo è bloccata. Eliminare del tutto gli spot comporterebbe un ammanco allo Stato calcolato in circa 700 milioni in tre anni. Per questo andrà trovata una soluzione che non sia un danno per tutti.

Le sponsorizzazioni a bordo campo verrebbero a mancareGetty
Le sponsorizzazioni a bordo campo verrebbero a mancare

La posizione di Di Maio e di tutto il Movimento 5 Stelle però è chiara. La loro è una politica apertamente schierata contro il gioco d'azzardo, al punto che anche Beppe Grillo nei giorni scorsi aveva criticato pubblicamente Claudio Amendola, volto di copertina di un'agenzia di scommesse. E intanto la Serie A trema. Perché possono improvvisamente venire a mancare fondi importanti.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.