Mondiali, i sei grandi problemi della Germania

La nazionale tedesca esce per la prima volta alla fase a gironi dopo aver mostrato alcuni limiti inaspettati. Ma i campanelli d'allarme suonavano da tempo.

260 condivisioni 0 commenti

di

Share

Fuori, eliminati, usciti. Il giorno dopo l'incredibile e inaspettata sconfitta con la Corea del Sud in Germania è tempo di analisi. L'eliminazione dai Mondiali 2018, infatti, è sì sorprendente, ma non imprevedibile. La nazionale di Low non convince più da tempo. Sono stati sottovalutati i risultati, così come i problemi personali. Ed è arrivata la più brutta figura di sempre.

Mai, prima di ieri, la Germania era uscita nella fase a gironi. Per questo i Mondiali 2018 devono far riflettere in Germania. Quello di ieri non è uno scivolone, è un vero e proprio fallimento. La nazionale tedesca è in difficoltà, va analizzato tutto il movimento. Eppure, appena un anno fa, la squadra di Low vinceva la Confederations Cup e, in contemporanea, gli Europei U21.

Qualcosa però negli ultimi mesi è andato storto. I Mondiali 2018 resteranno una macchia indelebile, anche perché è mancato lo spirito, è mancata la voglia, la rabbia agonistica. La Germania è uscita quasi con naturalezza, senza reagire, perché dall'interno forse non sono rimasti molto sorpresi. Gli scricchiolii li hanno sentiti anche loro, ma non sono riusciti a trovare un rimedio.

La delusione nella delegazione tedescaGetty
La delusione nella delegazione tedesca

Mondiali 2018, i problemi della Germania

Ci sono diversi problemi che in Germania ora devono affrontare e risolvere. Manca, per esempio, la passione. Campioni del mondo come Ozil, Muller e Khedira sono sembrati l'ombra di loro stessi. Vanno stimolati oppure fatti fuori. Così non sono utili. C'è anche un problema che riguarda Low e che riguardò Lippi nel 2010. Le convocazioni dovevano essere diverse. Da Mario Gomez a Boateng e Ozil, hanno ricevuto fiducia troppi giocatori per il loro passato. Quasi per gratitudine. Sbagliato lasciare fuori Sané, una scelta che non ha mai capito nessuno.

Con Mario Gomez che alla fine gioca 3 partite su 3 (sprecando malamente anche alcune occasioni) forse poteva servire anche Wagner. Altro problema sono i risultati. Dall'autunno scorso la Germania non ha mai convinto. Appena 2 vittorie in 9 partite (una per 2-1 con l'Arabia Saudita, una al 95' con la Svezia). In realtà le prestazioni negative in amichevoli sono sempre state giustificate. Al torneo si pensava che sarebbe venuta fuori la vera Germania. La realtà è che la squadra tedesca, al momento, è questa.

Vota anche tu!

Questa è la Germania più scarsa di sempre?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Sono stati sbagliati anche molti giudizi. Diversi giocatori della Germania sono sopravvalutati. Muller da anni è opaco, in evidente calo, così come Ozil che ormai non convince più; Reus, visti i tanti problemi fisici, è sempre sotto ritmo. Gli unici veri campioni sono Kroos e Neuer. In Russia inoltre è venuto a mancare il gruppo. Di fatto non c'è stato, solo tanti gruppetti. Non c'è mai stata una vera e propria squadra.

Infine il tasto più dolente, perché la crisi è collettiva, di movimento. Il calcio tedesco negli ultimi anni non convince. Il campionato lo domina il Bayern, in Europa non ci sono squadre in grado di competere con le grandi. In Europa League l'ultima vittoria è del 1997, in Champions League c'è solo il Bayern. Sei problemi profondi che hanno determinato il più clamoroso fallimento della Germania ai Mondiali. Perché ora i tedeschi sono incredibilmente fuori.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.