Mondiali, inglesi in ansia: Kane tornerà a casa per il parto di Katie?

La fidanzata dell'Uragano inglese dovrebbe partorire il 15 luglio, ma se anticipasse? I tifosi sono preoccupati. "Veder nascere tuo figlio è fantastico" aveva detto Harry.

1k condivisioni 0 commenti

di

Share

Brasile e Germania stentano, Spagna e Francia non entusiasmano, l'Argentina va avanti in pieno psicodramma. La vetrina dei Mondiali di Russia 2018 al momento espone pochi "capi" di pregio e tutti, almeno alla vigilia, partivano a stento col ruolo di outsider.

Uruguay, Croazia, Belgio, Messico e Inghilterra sono le Nazionali che sinora hanno mostrato gioco e salute migliori, segnato tanto e subito poco. Insomma, poco importa se questo gruppo di guastatori possa vantare complessivamente appena 3 Coppe del Mondo (anzi Rimet, tanto sono "anziane") in bacheca, contro le 13 delle cinque grandi in difficoltà: questi sembrano essere davvero i Mondiali degli outsider.

Fra chi sogna la rivincita dei nerds ci sono, appunto, anche i tifosi inglesi, la cui Nazionale sta rapidamente salendo nelle quotazioni dei commentatori, tanto che dopo anni di cocenti delusioni i sudditi di Sua Maestà cominciano davvero a pensare di poter finalmente bissare quel trionfo del 1966, talmente sfocato e lontano da essere vivo soltanto nei ricordi degli ultrasessantenni.

Mondiali, inglesi in ansia: Kane tornerà a casa per il parto di Katie?

Ma a seccare l'acquolina in bocca ai tifosi inglesi ci ha pensato il Mirror che ha loro ricordato che sulla Nazionale dei Tre Leoni pende una spada di Damocle, rappresentata dal rotondissimo pancione di Katie, la compagna del goleador dei Mondiali, mr. Harry Kane.

Bumping along 🤰🏼👶🏼💕

A post shared by @ kategoodersxx on

Katie, infatti, è entrata da diversi giorni nel nono mese di gravidanza e il parto è previsto dal 15 luglio in poi, ma la possibilità che, come talvolta capita, la natura anticipi il suo corso e Harry decida di voler stare al fianco della puerpera, sta gettando il Paese nello sconforto. Per Harry e Katie si tratta del secondo dolce arrivo, dopo quello della piccola Ivy, 18 mesi, un evento che il capitano inglese ha ricordato così:

È completamente diverso, ad esempio, da quello che capita segnando un gol, la scarica di adrenalina che ti arriva è davvero travolgente. Vedere un piccolo essere umano prendere vita è stato semplicemente incredibile. Ha cambiato la mia vita e lo ha fatto in meglio.

L'incubo: una finale senza il capitano

Dichiarazioni... "poco rassicuranti" per i fan, soprattutto poi se unite a quelle dell'altro nazionale inglese Fabian Delph, la cui moglie Nathalie è pure in dolce attesa. Il giocatore del Manchester City, infatti, ha già chiarito che nulla lo distoglierà dal volare in Inghilterra al momento del parto, nemmeno la concomitanza con una partita. Arrivare alla finale dei Mondiali dopo oltre 50 anni e giocarla senza il capitano e goleador? Un incubo nelle notti dei tifosi inglesi.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.