Champions League: sì della UEFA alla vendita di alcolici

La UEFA dà il via libera alla vendita di alcolici durante le sfide della massima competizione continentale: decisiva la riunione del comitato a Kiev.

Un gruppo di tifosi beve guardando una partita Getty

278 condivisioni 0 commenti

di

Share

Svolta nel regolamento UEFA: a partire dalla prossima stagione, infatti, i tifosi potranno tranquillamente acquistare e sorseggiare una birra durante una partita di Champions League. Per chi non lo sapesse, infatti, la vendita di alcolici in occasione delle sfide disputate sotto l'egemonia dell'ente del Vecchio Continente era assolutamente proibita fino a quest'anno.

Tifosi birraGetty
Dei tifosi cechi guardano la partita accompagnati da una bionda.

Tuttavia, secondo quanto riferito da L'Equipe, una riunione del comitato esecutivo UEFA tenutasi in quel di Kiev - in occasione della finale dell'ultima Champions League - avrebbe portato all'abolizione di tale divieto. Una notizia accolta con molta allegria da parte dei tifosi di tutto il mondo che da anni si battevano per la cancellazione di una norma che, a loro dire, aveva dei contorni troppo proibizionisti.

Tanta anche la soddisfazione da parte del Football Supporters Europe, con il CEO del network Ronan Evain che si è detto parecchio compiaciuto ai microfoni del Mirror.

Per molti anni i tifosi calcistici si sono sentiti ingiustamente bistrattati rispetto ai parigrado di altri sport, come ad esempio il rugby. Non è lo sport che segui a farti comportare bene oppure male! Inoltre, pensate che il divieto di consumo alcolico non veniva applicato nelle varie aree vip degli stadi, e ciò ha favorito la creazione di due classi sociali all'interno delle strutture.

Vota anche tu!

Champions League: giusto liberalizzare la vendita e la distribuzione di alcolici durante le partite della manifestazione?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Champions League: i dettagli della norma pro-alcolici

L'assenso alla vendita e alla distribuzione di alcolici negli stadi che ospiteranno le gare della prossima edizione di Champions League, ovviamente, verrà estesa anche a tutte quelle strutture in cui verrà disputata l'Europa League. Non tutti gli stati, tuttavia, sposeranno la norma: il divieto infatti resterà in vigore in quelle nazioni che, per ordinamento giuridico, non consentono la vendita di sostanze alcoliche durante le manifestazioni sportive. Ciò vuol dire, ad esempio, che in Inghilterra nulla cambierà rispetto a quanto accade di consuetudine in occasione delle sfide europee.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.