Sampdoria, Sabatini: "Puntiamo all'Europa. Inter, che delusione"

Il nuovo Responsabile dell'Area Tecnica dei blucerchiati si presenta in conferenza stampa.

654 condivisioni 0 commenti

Share

Inizia ufficialmente l'avventura di Walter Sabatini alla Sampdoria. L'ex ds della Roma e coordinatore tecnico del gruppo Suning ha preso il posto di Daniele Pradè come Responsabile dell'Area Tecnica dei blucerchiati e oggi si è presentato a Bogliasco in conferenza stampa: 

Venire alla Sampdoria è davvero bello, qui potrò tornare a frequentare la mia utopia calcistica ed elaborare una strategia vincente. Potevo arrivare sette anni fa quando raggiunsi un accordo con Riccardo Garrone, alla fine rinunciai e gli diedi un grande dispiacere. Con questa società ho un debito. Considero la Samp una grande squadra, per me è come stare alla Juventus. E poi mi piace mettermi in discussione, odio perdere e qundo succede mi sento in colpa

Sul ds Osti e sul tecnico Giampaolo ha detto:

Osti è la sola persona che parla alla pari con me, di lui mi fido e tra di noi c'è stima reciproca. Ho scelto la Samp per lui e per Giampaolo, rappresenta il valore aggiunto di questo club, è un demiurgo che si avvicina alla perfezione, uno dei migliori in Europa. Lo volevo alla Roma, per me è come un attaccante che cerchi sempre sul mercato

Inevitabile parlare anche del presidente Ferrero:

Lo considero un artista, un dirimpettaio della follia. Siamo simili, dentro ha un po' di tutto

Sull'esperienza con Suning:

L'Inter è stata una delusione grandissima. Mi sono dimesso perché non c'era sintonia. Mi hanno chiamato per dare vita a un network internazionale, poi in Cina ci sono stati dei cambiamenti per quanto riguarda le norme interne al governo e il progetto calcistico ne ha risentito. Mi porto dietro il rammarico,  ma ora è tutto alle spalle

Sugli obiettivi della Samp:

Vogliamo smentire chi colloca la Samp tra il nono e il decimo posto, dobbiamo sentirci una grande squadra. La rosa non sarà stravolta, cercheremo di trattenere i migliori ricordando che il mercato obbliga a ottenere plusvalenze. Puntiamo all'Europa

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.