Mondiali, vola in Russia dall'Inghilterra ma dimentica il biglietto

L'incredibile disavventura di un tifoso che da Bristol raggiunge Nizhny Novgorod per assistere a Inghilterra-Panama e finisce per perdersi la vittoria dei propri beniamini.

543 condivisioni 0 commenti

di

Share

Inghilterra-Panama, terminata 6-1 per Kane e compagni, è entrata nei record come la più grande vittoria inglese nella storia dei Mondiali: a Nizhny Novgorod i tifosi hanno potuto assistere a una grande prova della squadra di Southgate, che al netto dello scarso spessore degli avversari ha comunque mostrato di avere tutte le carte in regola per risultare almeno tra le candidate alla vittoria finale.

Stesa la Tunisia nella prima gara di questi Mondiali di Russia, abbattuto Panama, l'Inghilterra si prende gli ottavi di finale e si giocherà il primo posto nel gruppo G all'ultima giornata contro il Belgio di Lukaku e Mertens, un traguardo senz'altro preventivabile ma che per modalità ha esaltato il popolo inglese che ha seguito la partita a casa e soprattutto la folla che ha assistito dal vivo al rotondo trionfo firmato da Lingard, una doppietta di Stones e una tripletta di uno scatenato Kane.

In mezzo a questa marea umana festante avrebbe dovuto esserci anche Douglas Moreton, volato da Bristol a Nizhny Novgorod proprio per godersi il secondo impegno dei Leoni di Sua Maestà ai Mondiali: quando ha fatto il check-in, e forse anche durante le 9 ore di volo necessarie per raggiungere la Russia, il buon Doug non si deve essere reso conto di aver dimenticato a casa, in un cassetto, il biglietto valido per entrare allo stadio.

Mondiali, vola in Russia dall'Inghilterra ma dimentica il biglietto

Quando precisamente si sia accorto di non avere portato con se l'importantissimo documento non è dato saperlo, ma quel che è certo è che una volta resosi conto dell'incredibile dimenticanza il signor Moreton ha raggiunto l'hotel presso cui avrebbe alloggiato cercando in tutti i modi di ovviare all'imprevisto. 

Il fato sembrava essere venuto in suo soccorso quando ha incrociato Dan Howells, cronista del più importante evento calcistico al mondo per ITV, canale televisivo nato da un insieme di diverse reti indipendenti britanniche. Il giornalista si è preso a cuore la storia di Douglas e per cercare di aiutarlo ad assistere alla partita per cui aveva percorso così tanti chilometri ha lanciato un appello su Twitter che presto è diventato virale in cui chiedeva a chiunque ne fosse in possesso di procurare un biglietto allo sfortunato - e sbadato - tifoso.

Tra numerosi messaggi ironici e di solidarietà alla fine qualcosa si è mosso, e grazie all'intervento di Sport Options, sito che funge da tour operator per i tifosi quando questi si recano all'estero, Howells è riuscito a recuperare un biglietto per il povero Doug ma non è più riuscito a rintracciarlo, dato che quest'ultimo aveva dimenticato anche il cellulare. Vani sono stati gli appelli successivi lanciati nelle ore che precedevano il calcio d'inizio con l'hashtag #DiscoverDouglas.

Probabilmente inconsapevole della grande potenza dei social, sconsolato, il signor Moreton è tornato in hotel quando mancava poco più di mezz'ora alla partita trovando ad attenderlo alla reception l'agognato e ormai inutile biglietto. Troppo tardi per raggiungere lo stadio in tempo e per dare un lieto fine all'incredibile disavventura di cui si è reso, suo malgrado, protagonista.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.