Serie A, raduno Operazione Nostalgia: la serata con le stelle anni '90

Al Tardini 8mila tifosi, tutti con maglie vintage differenti: da Chevanton a Hubner, passando per Blanc, De Rosa e Gottardi. Veron, Carbone e Fuser tra i più in forma...

622 condivisioni 0 commenti

di

Share

Cantami, o Diva, della Serie A perduta. Cantala, perché era di un altro livello. Fallo anche attraverso i mezzi social e un raduno vintage al punto giusto. Al Tardini è andato in scena il raduno "Operazione Nostalgia", messo in piedi dall'omonima pagina Facebook(creata e gestita da Andrea Bini e Luca Valentino). Complimenti a loro. Una parata di stelle: alcune cadenti, altre ancora in forma e lucenti. Comunque tutte romantiche.

Sugli spalti circa 8mila tifosi arrivati da tutta Italia. Perché i giocatori che negli ’90 hanno reso il nostro campionato come “il più bello del mondo” sono di tutti e non appartengono a nessuno. In campo la sfida tra le leggende del Parma e quelle del resto della Serie A.

Il risultato? 5-2 per i gialloblù (rigorosamente schierati con la maglia a strisce orizzontali) grazie ai gol del figlio di Asprilla, Crespo, Fuser, Morfeo e Ballotta, che a fine carriera ha abbandonato i pali per fare l’attaccante nelle serie inferiori. Non gli bastava essere diventato il giocatore più “anziano” ad aver disputato una partita di Champions League (nel 2008 con la Lazio, a 43 anni e 253 giorni). 

Serie A, raduno Operazione Nostalgia: la serata con le stelle anni '90

Operazione NostalgiaFacebook
Al Tardini il raduno "Operazione Nostalgia": alcune maglie vintage dei tifosi

Per gli “altri” la doppietta di Schwoch, uno abituato a finire nel tabellino dei marcatori soprattutto in Serie B (è il recordman con 135 reti, seguono Cacia con 134 e Caracciolo con 132). Ma lo spettacolo vero è stata la sfilata delle maglie dei tifosi. Fantastiche, originali, introvabili. Quasi quanto le figurine di Poggi e Volpi in quel mini-album dei calciatori legato alle gomme da masticare. Chi l'ha completato ora combatte con il diabete. Eeeh, ma che soddisfazione...

E così, guardando la tribuna, ci si accorge che “Hubner” del Piacenza è vicino a “Gottardi” della Lazio, che è seduto accanto a “De Rosa” del Bari, che abbraccia “Blanc” dell'Inter e intanto tiene per mano “Centofanti” del Genoa. Naturalmente presenti anche le divise dei big: Ronaldo, Totti, Del Piero, Figo, Batistuta, Vieri e tutti i campioni ammirati in una Serie A che comandava in Europa per talento e trofei. 

Le interviste sono un tuffo nel passato e una fitta al cuore. Veron, la cui classe è rimasta immune al tempo, è stato uno dei più acclamati. L’ex centrocampista di Sampdoria, Parma, Lazio e Inter ha parlato delle squadre in cui ha militato e ha commentato il cammino tormentato dell’Argentina ai Mondiali in Russia:

La Lazio ha fatto bene, mi ha sorpreso Inzaghi, non lo vedevo come allenatore e invece si sta costruendo una grande carriera. Sono contento per lui e per i tifosi biancocelesti. L’Inter? Ha preso Lautaro Martinez, è molto giovane, secondo me è un buon acquisto. Sono sicuro che farà bene, però bisognerà avere pazienza. Icardi poteva pure essere convocato da Sampaoli ai Mondiali, ma ormai chi c’è c’è e non si possono correggere gli errori delle prime due partite. Contro la Nigeria sarà complicato per l’Argentina, anche per la pressione che sentono i giocatori. 

I protagonisti dell'evento:

Operazione NostalgiaFacebook
Da Weah a Klinsmann, passando per Branca, Vialli e... Speroni della Longobarda

Luca Bucci, al Parma in quattro parentesi diverse della carriera per un totale di 12 stagioni, ha apprezzato il raduno con gli ex compagni e gli avversari di quegli anni magici:

È stata una bella sensazione, non giocavo da molto tempo. La cosa più bella è vedere tutti insieme i tifosi con le maglie dai colori diversi…

Hernan Crespo, idolo della tifoseria gialloblù, ha espresso su Twitter la felicità per aver ritrovato il gol nel suo vecchio stadio. Azione da manuale: Fuser per l’inserimento di Veron, tocco d’esterno destro della Brujita e il gol della punta. Che successivamente, dopo un gol annullato per fuorigioco, reclama con ampi gesti l'intervento del Var...

Lamberto Zauli, lo “Zidane della Serie B” prima delle esperienze a Vicenza, Bologna e Palermo, si complimenta con l’organizzazione e per il clima festoso del Tardini:

Che bello, oggi è un calcio diverso, ma il Parma di quegli anni è nella storia. Una provinciale che stava diventando grande e riuscì poi a ottenere risultati incredibili. Questa piazza merita di tornare in alto.

Operazione NostalgiaTwitter
Serie A, raduno "Operazione Nostalgia": le squadre schierate prima del fischio d'inizio

Tra i protagonisti della serata anche André Cruz, difensore del Napoli dal 1994 al 1997. Le domande naturalmente si sono concentrate sul Brasile e sulla nuova squadra di Ancelotti: 

La Selecao non ha giocato benissimo, però secondo me resta la favorita per la vittoria finale. Il Napoli invece ha fatto bene nell’ultima stagione e ha sfiorato lo Scudetto. Spero che con il nuovo allenatore possa diventare ancora più forte.

Questa la lista dei calciatori che hanno partecipato all’evento. Un raduno di una Serie A che non c’è più.

PORTIERI: Taglialatela, Ballotta, Frey, Bucci. DIFENSORI: Apolloni, Mussi, Benarrivo, Terlizzi, Cardone, Bruno, André Cruz, Bia, Colonnello, Di Chiara, Zé Maria. CENTROCAMPISTI: Carbone, Veron, Zauli, D. Baggio, Pin, Stanic, Fiore, Valtolina, Giacomazzi, Lentini, Altomare, Pizzi, Nervo, Bressan, Fuser, Morfeo. ATTACCANTI: Hubner, Chevanton, Poggi, Crespo, Schwoch, Osio, Maniero, Asprilla. 

Operazione NostalgiaTwitter
Gli spalti del Tardini: i tifosi mostrano le maglie dei loro beniamini anni '90

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.