Mondiali 2018, Kroos e il retroscena sul gol: "Voleva calciare Reus"

Con la sua rete il centrocampista tedesco ha tenuto in vita la nazionale di Low. Prima di calciare però Reus ha provato a convincerlo a usare una strategia ben diversa.

1k condivisioni 0 commenti

di

Share

Il gol, la rete che si gonfia, i tifosi che esultano. Quando si segna è sempre così, a cambiare è l'intensità delle emozioni provate. Il gol di Toni Kroos ieri in Germania-Svezia pesa tantissimo. I tedeschi, senza la sua invenzione, sarebbero ora a un passo dall'eliminazione dai Mondiali 2018. Invece sono lì, e se la giocheranno fino alla fine.

La rete di Kroos ha cambiato la storia di questi Mondiali 2018, anche perché ha rivitalizzato i tedeschi. Erano momenti molto intesi, delicatissimi, e Toni è riuscito a essere decisivo. Quando la Germania aveva bisogno di lui, Kroos si è fatto trovare pronto. Eppure non avrebbe dovuto calciare. L'idea iniziale almeno non era questa. A raccontarlo è proprio lui.

Da quella posizione d'altronde sono in pochi a segnare. In realtà sono in pochi a prendere la porta. Lui ci è riuscito. Quando Durmaz ha commesso fallo su Werner però Marco Reus si è avvicinato a Kroos per confrontarsi e capire come calciare quella punizione. Sapevano sarebbe stata l'ultima occasione a loro disposizione. Non si poteva sprecare.

Kroos esulta con Low dopo il golGetty
Kroos esulta con Low dopo il gol

Mondiali 2018, Kroos e il retroscena sul gol

A raccontare quanto successo è stato proprio Toni Kroos, l'autore del gol che al momento mantiene vive le speranze della Germania di poter andare avanti ai Mondiali 2018:

Ho effettivamente parlato con Marco Reus prima di battere la punizione. Avevamo notato che la loro difesa non sembrava mai avere grandi problemi nel liberare l'area sui nostri cross. Per questo Reus voleva calciare in porta. Si era detto pronto a farlo. Io gli ho risposto che non ero convinto fosse una buona idea. Abbiamo quindi deciso di toccare la palla per avere un angolo migliore per il tiro.

Vota anche tu!

La Germania è ancora fra le favorite per la vittoria finale?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Proprio in quei momenti Hummels, indisponibile, dalla panchina stava urlando ai due di mettere il pallone in mezzo. Non pensava fosse possibile riuscire a segnare da lì. Kroos però ha fatto di testa sua:

Giuro che non l'ho ignorato, non l'ho sentito.

Kroos infatti in porta ci ha tirato davvero. E proprio l'intensità delle emozioni provate ha reso la sua decisione indimenticabile.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.