Milan: chi sono i Ricketts, la famiglia che pensa rossonero

Tom, figlio del capofamiglia Joe che, secondo Forbes, ha un patrimonio di 2,4 miliardi di dollari, ha rilevato i Chicago Cubs nel 2009 e li ha portati al titolo nel 2016.

597 condivisioni 1 commento

di

Share

Quando l'acqua sembrava davvero essergli arrivata alle narici, qualcuno ha allungato un bastone salvifico verso Li Yonghong. Mister Li ci si è aggrappato e forse i tifosi del Milan possono davvero tirare un sospiro di sollievo.

Il presidente del club rossonero, il cui capitale o almeno la sua reale consistenza sono sempre più avvolti nel mistero, ieri sera aveva appena lasciato scadere l'ultimo termine per la ricapitalizzazione della società, mettendosi di fatto nelle mani del fondo Elliott.

Nelle stesse ore, però, arrivava a sorpresa un comunicato della famiglia Ricketts, proprietaria dei Chicago Cubs, nel quale si rivelavano le intenzioni di acquistare la maggioranza delle quote del Milan, spiegando che saranno impegnate le risorse finanziare di tutta la famiglia, una delle più ricche degli Stati Uniti.

Milan: chi sono i Ricketts, la famiglia che pensa rossonero

I Ricketts, di nome e di fatto, sono al 66esimo posto fra le famiglie più facoltose degli States. Joe, il capofamiglia, fondatore della società di brokeraggio TD Ameritrade Holding Corporation ha un patrimonio personale stimato da Forbes in 2,4 miliardi di dollari, mentre quello familiare complessivo - comprendente i suoi figli Todd, Tom, Laura e Pete - ammonta più o meno al doppio.

RickettsGetty Images
Il finanziere Joe Ricketts

I tre fratelli maschi e il padre Joe, che ha personalmente sovvenzionato la campagna elettorale di Donald Trump, sono notoriamente di fede politica repubblicana - Pete è anche Governatore del Nebraska dal 2015 - mentre la sorella Laura, avvocato di successo dichiaratamente lesbica, in passato ha appoggiato Obama ed è attivista per i diritti gay.

Chicago Cubs: infranta anche la "maledizione della capra"

In famiglia, lo sport è prerogativa del figlio secondogenito Tom, che ha 52 anni: nel 2009 ha rilevato la squadra di baseball MLB dei Chicago Cubs per circa 850 milioni di dollari. I Ricketts, però, si muovono come una cosa sola: così Tom ha assunto la presidenza, ma ha voluto nel consiglio di amministrazione anche i suoi tre fratelli.

RickettsGetty Images
Joe Ricketts col trofeo MLB 2016, alla sua sinistra il figlio Tom, presidente dei Chicago Cubs

I risultati raggiunti in pochi anni dai Ricketts-Mida con i Cubs possono far sognare i tifosi del Milan: nel 2016 la squadra è tornata ai playoff e l'anno successivo ha vinto il titolo. Storico come pochi, fra l'altro, perché alla franchigia di Chicago mancava addirittura dal 1908 - il Milan per fortuna non è messo così male - ma anche perché arrivato finalmente a infrangere la famosa "maledizione della capra" che datava 1945, quando un tifoso, tale Billy Sianis, seduto al Wrigley Field a seguire una partita insieme al suo ovino, fu accompagnato fuori dallo stadio dagli steward e lanciò l’anatema: “I Cubs non vinceranno mai più”.

RickettsGetty Images
Tom Ricketts è il presidente dei Cubs, riportati al titolo MLB dopo oltre un secolo

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.