Calciomercato Juventus, Emre Can e gli altri arrivi a parametro zero

Da Pirlo a Pogba, passando per Dani Alves e Khedira: dal 2011 ad oggi quanti arrivi di valore in scadenza di contratto a Torino.

322 condivisioni 0 commenti

di

Share

Il calciomercato Juventus e gli arrivi a parametro zero, una consuetudine da qualche anno a questa parte. L'ufficialità dell'ingaggio di Emre Can rinnova una tradizione avviata nel 2011, anno dell'arrivo della coppia Marotta-Paratici alla guida delle contrattazioni in casa bianconera: l'ingaggio di calciatori di qualità in scadenza di contratto, dal rendimento - e a volte dalla plusvalenza - assicurati.

La firma del centrocampista tedesco di origine turca era matura da settimane, ma è diventata ufficiale solo ora. Il 24enne ex Liverpool ha firmato un quadriennale da cinque milioni a stagione, nel solco della filosofia intrapresa dal calciomercato Juventus sui calciatori strappati alla concorrenza a parametro zero: arrivi rinviati magari di un anno, come successo per Emre Can, con spese annullate per il cartellino e ingaggi molto invitanti offerti ai diretti interessati.

Forti, vincenti e senza costi per l'acquisto del cartellino. L'identikit di Emre Can è lo stesso di tanti calciatori arrivati dal 2011 ad oggi a Torino e diventati dei pilastri nella Juventus capace di vincere per sette volte di fila il campionato di Serie A. Una lista inaugurata nel gennaio 2011 con l'arrivo di Andrea Barzagli, ingaggiato con un indennizzo di 300mila euro dal Wolfsburg, e proseguita attraverso nomi di prima fascia per il calcio europeo e mondiale. Atterrati a Torino con lo stesso entusiasmo dimostrato da Emre Can:

Si tratta di un giorno fantastico per me, si percepisce subito la grandezza del club. Seguo la squadra sin da quando ero piccolo, la Juventus è abituata a vincere titoli ed è quello che voglio fare anche io.

Calciomercato Juventus, quanti svincolati di lusso dal 2011 ad oggi

Dal 2011, stagione in cui Beppe Marotta e Fabio Paratici hanno avviato il processo di crescita che ha permesso alla Vecchia Signora del calcio italiano di mettere un punto alla serie di stagioni deludenti dal ritorno in Serie A, gli arrivi a costo zero sono diventati un marchio di fabbrica del calciomercato Juventus. Tanto da poter mettere su una Top 11, seppur dallo schieramento molto offensivo.

Juventus, Dani Alves festeggia lo scudetto 2016/2017 in bianconeroGetty Images
Juventus, Dani Alves festeggia la vittoria dello scudetto 2016/2017

Detto di Barzagli al centro della difesa, nel reparto arretrato trovano posto davanti a Neto - arrivato nel 2015 dalla Fiorentina e rivenduto per 6 milioni due anni dopo al Valencia - due garanzie come Dani Alves e Patrice Evra. L'ex Barcellona è rimasto a Torino un anno, sufficiente per vincere campionato e Coppa Italia e perdere la Champions League a Cardiff, mentre il francese, seconda e unica eccezione con i 2 milioni versati allo United per il suo arrivo, è stato in bianconero dall'estate 2014 all'inverno 2017, vincendo per due volte Serie A e Coppa Italia.

Andrea Pirlo, 4 stagioni alla Juventus per luiGetty Images
Andrea Pirlo, arrivato alla Juventus a costo zero nel 2011

In principio, però, ci fu Andrea Pirlo. Acquistato a parametro zero dal Milan nell'estate 2011, il genio bresciano è stato alla base della rinascita bianconera: epicentro della manovra prima con Antonio Conte e poi con Massimiliano Allegri, ha salutato Torino direzione States a giugno 2015, dopo la finale di Champions League persa a Berlino contro il Barcellona e quattro campionati vinti da protagonisti. Proprio a centrocampo il calciomercato Juventus ha sciorinato i migliori colpi a parametro zero: dalla Germania, come Emre Can, è arrivato anche Sami Khedira nell'estate 2015, mentre la plusvalenza generata da Paul Pogba - arrivato nell'estate 2012 dal Manchester United e rivenduto a 90 milioni ai Red Devils quattro anni dopo - resta il miglior colpo in uscita della gestione affidata a Marotta e Paratici.

Fernando Llorente, due scudetti con la Juventus dal 2013 al 2015Getty Images
Fernando Llorente, due scudetti e una Coppa Italia con la Juventus dal 2013 al 2015

In attacco l'appeal dei colpi a costo zero si abbassa ma in misura inversamente proporzionale al volume di denaro che solitamente circola per i top player offensivi in Europa. L'arrivo più prolifico resta Fernando Llorente, acquistato dall'Athletic Bilbao nell'estate 2013 e rimasto a Torino due stagioni, con 27 reti in 92 presenze. Lo affiancano nell'ipotetico tridente Kingsley Coman, prelevato a zero dal Paris Saint-Germain nel 2014 e venduto al Bayern Monaco per 20 milioni l'anno dopo, e il giovane italiano Alberto Cerri, rilevato dal fallimento del Parma nel 2015. Non mancano gli arrivi che non hanno lasciato il segno, come ad esempio Lucio, Bendtner e Anelka nel 2012, ma il feeling tra la Juventus e il mercato dei parametri zero resta davvero sorprendente.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.