Calciomercato, il Chelsea pronto a chiedere i danni a Conte

Secondo il Daily Star Abramovich starebbe pensando di risparmiare la buonuscita dovuta all'ex ct azzurro citandolo per la cattiva gestione ai Blues del brasiliano Diego Costa.

262 condivisioni 0 commenti

di

Share

C'è da scommettere che sarà un'estate calda, caldissima, per tutti i tifosi del Chelsea e persino per la dirigenza dello stesso club presieduto da Roman Abramovich. Decisi a rifondare tramite il calciomercato una rosa che appena due anni fa vinceva la Premier League, i Blues stanno dedicando in questo momento tutte le energie al capitolo relativo all'allenatore.

Nessuna sorpresa, in questo senso: dopo settimane di tira e molla sarebbe ormai in dirittura d'arrivo la trattativa che porterà Maurizio Sarri sulla panchina del Chelsea, che solo in quel momento ufficializzerà l'esonero di Antonio Conte, ancora formalmente il manager in carica. Risolta questa situazione - dovrebbe succedere all'inizio della prossima settimana - ecco che i Blues si potranno dedicare al calciomercato, avviando le operazioni - in entrata e uscita - che l'ex-tecnico del Napoli riterrà opportune per modellare la squadra a sua immagine.

Si tratterà di un'operazione estremamente dispendiosa, persino per le munifiche tasche di Abramovich: Sarri firmerà un triennale da sei milioni di euro a stagione, altri cinque andranno a De Laurentiis per la famosa clausola e ben undici dovranno essere versati al manager uscente, quell'Antonio Conte entrato in rotta di collisione con il proprietario nonostante due stagioni tutto sommato soddisfacenti. Secondo il Daily Star sarebbe proprio in quest'ultimo aspetto, quello della buonuscita all'ex ct azzurro, che il Chelsea intenderebbe risparmiare.

Antonio Conte alza la FA Cup con il ChelseaGetty Images
In due stagioni al Chelsea Antonio Conte ha conquistato una Premier League e una FA Cup, vincendo il 65% delle partite giocate.

Calciomercato, il Chelsea vuole citare Antonio Conte per danni

Nei due anni della sua avventura in Premier League, Antonio Conte ha conquistato un campionato alla prima occasione e nella stagione appena conclusa ha portato i suoi alla vittoria della FA Cup, la Coppa d'Inghilterra, il trofeo più antico al mondo e che in patria gode ancora di enorme prestigio. 

Ecco perché, con i risultati dalla propria parte, l'ex-allenatore di Juventus e Italia non intende andarsene senza prima aver ricevuto quanto gli spetta, anche se questo dovesse significare per lui, vero e proprio maniaco del lavoro, il riposo forzato di un anno sabbatico : Conte ha infatti un contratto con il Chelsea fino a giugno 2019 che porta nelle sue tasche 11 milioni di euro a stagione, una cifra notevole a cui non intende rinunciare a maggior ragione perché consapevole, lo dicono i risultati raggiunti, di aver svolto il proprio lavoro nel migliore dei modi.

È proprio su questo invece che il Chelsea punta per risparmiare sulla buonuscita, con i legali del club che starebbero cercando di capire se ci siano gli estremi per citare Antonio Conte per danni: proprio così, i Blues vorrebbero chiedere conto all'ormai ex-manager della cessione operata in fretta e furia la scorsa estate di Diego Costa, centravanti ispano-brasiliano in forza al Chelsea e tornato la scorsa estate all'Atletico Madrid dopo aver appreso dall'allenatore italiano, tramite sms, di non far parte dei piani futuri del club londinese.

Una mossa, quest'ultima, assolutamente non concordata con la società e che avrebbe portato a un forte deprezzamento del centravanti. Qualcosa che il Chelsea cercherà di sfruttare a suo vantaggio per ottenere uno sconto sui soldi da versare a Conte, che dal canto suo attende soltanto l'ufficializzazione di un esonero nell'aria ormai da mesi. Non rimane che attendere i prossimi giorni per vedere l'evoluzione di quella che, a una settimana dall'inizio del calciomercato, rischia di essere una delle storie dell'estate.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.