Mondiali, dalla delusione alle lacrime di gioia: la partita di Neymar

L'attaccante ha trovato il gol allo scadere con la Costa Rica dopo una partita molto difficile, durante la quale gli è stato anche negato un rigore dal VAR.

Mondiali, la strana partita di Neymar Getty Images

373 condivisioni 0 commenti

di

Share

A volte basta veramente poco. Un tocco, un'occasione, questione di un attimo: basta trovarsi al posto giusto, al momento giusto. Dopo 180' di tentativi falliti, Neymar è riuscito a sbloccarsi. Ha realizzato la rete del 2-0 contro il Costa Rica, il gol della sicurezza, della vittoria in tasca, del primo posto (momentaneo) davanti alla Serbia. I Mondiali, oggi, sono cominciati anche per lui.

Una partita strana, quella della stella del PSG. Decisamente frustrante. Un taglio di capelli diverso, la stessa voglia di fare gol, di essere decisivo. Perché fino a questo momento sono stati i Mondiali del fenomenale Cristiano Ronaldo e del deludente Messi. Neymar, semplicemente, sembrava non esserci. Contro il Costa Rica, finalmente, ha risposto presente.

Vittoria all'ultimo respiro per il Brasile, la rete di Coutinho è stata un sospiro di sollievo per Tite e per la sua banda, che ormai sembrava destinata a schiantarsi contro il secondo pareggio di fila. Invece il talento del Barcellona ha sbloccato il risultato nel recupero. Poi, a tempo praticamente scaduto, è arrivato l'attaccante del PSG, che ha appoggiato in porta l'assist di Douglas Costa. Un gol che, probabilmente, non ha cambiato le sorti della partita. Un gol che, però, potrebbe cambiare le sorti dei Mondiali di Neymar.

Mondiali, Neymar in lacrime a fine partitaGetty Images
Le lacrime di Neymar a fine partita

Mondiali, dalla frustrazione alla gioia: la partita di Neymar

Il numero 10 del Brasile, nell'arco di 96 minuti, ha attraversato tutto lo spettro delle emozioni: speranza, determinazione, rabbia, convinzione, frustrazione, delusione, disperazione, gioia immensa. Nel corso della prima frazione di gioco, Neymar ha provato più volta a dare la scossa alla sua squadra: ha battuto calci di punizione a ripetizione, ha subito diversi falli, ha provato a sfondare le linee avversarie con scatti e tagli dentro l'area, ha anche messo in scena un sombrero. Niente da fare, però: la porta difesa da Keylor Navas sembrava lontanissima.

Prima della reta al 96', solo una volta è riuscito a trovarsi a tu per tu con il portiere del Real Madrid: primo tempo, posizione troppo defilata, niente gol. La grande occasione sembra arrivare però nella ripresa: Gonzalez lo trattiene in area, lui va giù e l'arbitro indica in dischetto. Poi, però, interviene il VAR: rigore annullato. Neymar scuote la testa, incredulo. Poco dopo, arriva anche il cartellino giallo per proteste. Nel secondo tempo, la stella del PSG ha anche fallito un'occasione non da lui: tiro fuori da ottima posizione. Poi, per sua fortuna (e per fortuna del Brasile), sono arrivati i minuti di recupero.

Mondiali, Neymar protestaGetty Images

Bicicletta, gol e lacrime di gioia

Dopo il gol di Coutinho al 91', tutto il Brasile ha tirato un sospiro di sollievo. Stesso discorso per Neymar, al quale comunque mancava ancora qualcosa. E allora il numero 10 ha fatto quello che gli riesce meglio: il numero 10. Era chiuso all'angolo, di fronte aveva due avversari. Ha deciso di puntare verso il 17 Tejeda. Ha deciso di saltarlo a modo suo: una bicicletta da capogiro.

Un minuto più tardi, per lui, è arrivato il più facile dei gol: regalo confezionato da Douglas Costa, che lo ha messo da solo davanti alla porta spalancata. A Neymar è bastato spingere il pallone dentro per dare un volto nuovo al suo torneo. A fine partita, lacrime di gioia, di liberazione, di stanchezza. Un pianto sentito, il brasiliano si è sfogato così, sempre a modo suo. I Mondiali, per Neymar e per il Brasile di Tite, sono appena cominciati. L'ultima, decisiva sfida del Gruppo E sarà contro la Serbia. Prima, però, i festeggiamenti del caso. Stando attenti a non cadere...

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.