Mondiali, la Svizzera stende la Serbia: 1-2 targato Xhaka-Shaqiri

I ragazzi di Petkovic rimontano anche contro Milinkovic e compagni: partita ribaltata nel secondo tempo e primo posto nel Gruppo E.

Mondiali, Shaqiri esulta Getty Images

1k condivisioni 0 commenti

di

Share

Rislutato ribaltato, primo posto conquistato (a pari merito col Brasile): la Svizzera passa dall'Inferno al Paradiso nel secondo tempo, due gol segnati e festa grande per i ragazzi di Petkovic, che ora possono addirittura superare il Gruppo E come primi della classe in questi Mondiali. Secondo ottimo risultato consecutivo, dopo il pareggio contro Neymar&Co. 

La Serbia, dall'altra parte, paga la poca precisione sotto porta: Mitrovic ha portato in vantaggio i suoi nel corso della prima frazione (grande stacco di testa), ma nella ripresa non è riuscito a ripetersi (Kolarov aveva servito un assist al bacio). Milinkovic ha giganteggiato di nuovo a centrocampo, ma non è riuscito ad essere incisivo. Tadic ha provato un paio di colpi da fuori area, l'effetto è stato sempre lo stesso: palla fuori.

Per la Serbia adesso è durissima: serve una vittoria col Brasile. Alla Svizzera invece basterà anche un pareggio con il Costa Rica per qualificarsi agli ottavi e continuare la sua corsa ai Mondiali in Russia. Seconda rimonta per la banda Petkovic, che dopo aver riacciuffato il pareggio contro i verdeoro ribalta la partita contro i serbi e fa esplodere la gioia dei tifosi al 91'. 

Mondiali, Xhaka esulta dopo il golGetty Images

Mondiali, vola la Svizzera di Xakha e Shaqiri

Una partita combattuta, non sono mancati gli scontri in campo (Rodriguez ci ha rimesso anche un labbro) e gli abbracci (tutt'altro che amichevoli) dentro l'area di rigore. A risolverla in maniera favorevole per la Svizzera sono stati due colpi da maestro di due dei giocatori più forti a disposizione di Petkovic: Xhaka al 52' ha lasciato partire un bolide di sinistro da fuori area ristabilendo la parità, ma la copertina viene conquistata da Shaqiri.

L'ex nerazzurro ha prima provato il gol-magia con un sinistro a giro incredibile che ha pizzicato l'incrocio ed è finito sul fondo, poi al 91' ha risolto il match grazie a uno scatto in profondità su assist di Gavranovic: davanti al portiere, Shaqiri non ha sbagliato. Palla in porta, esultanza con il gesto dell'aquila (così come ha fatto anche il numero 10 prima di lui) e poi via la maglia per mostrare i muscoli. La Svizzera fa ambo, i Mondiali possono vederla ancora protagonista. Dopo due rimonte così, i ragazzi di Petkovic non hanno più intenzione di porsi limiti. 

Mondiali, la Svizzera esultaGetty Images

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.