Mondiali 2018, anche in Russia dominano i giocatori del Real Madrid

I calciatori del Real Madrid dimostrano perchè hanno vinto tre Champions League consecutive. Modric, Cristiano Ronaldo e gli altri fondamentali per le loro nazionali.

Luka Modric ha surclassato per dinamismo e personalità Lionel Messi Getty Images

1k condivisioni 0 commenti

di

Share

Durante la partita Argentina-Croazia si sono spesso affrontati in duelli uno contro uno Modric e Messi, facendo venire alla mente subito i tanti Real Madrid-Barcellona degli ultimi anni. Ieri ha avuto la meglio il centrocampista dei Blancos, autore di una grandissima prestazione e del gol del momentaneo 2-0 che ha chiuso la sfida.

Pensando proprio alle due grandi di Spagna, in questa fase dei Mondiali emerge in maniera evidente come i tanti campioni del Real Madrid siano in grande forma e fondamentali per le loro diverse nazionali.

Questo dice tanto sulla forza del Real Madrid di questi anni e spiega un fatto ormai acclarato: non si può vincere la Champions League per 3 stagioni consecutive se non si hanno calciatori molto migliori degli altri.

I calciatori del Real Madrid incantano ai Mondiali e sono pronti a sfidarsi per la vittoria

Cristiano Ronaldo, Luka Modric, Keylor Navas, Raphaël Varane, Isco sono solo alcuni dei calciatori del Real Madrid che hanno dato spettacolo in queste prime partite dei Mondiali di Russia, risultando fondamentali per il cammino delle proprie nazionali.

Se prendiamo caso per caso, è molte semplice evidenziare la loro eccezionale importanza nelle rispettive squadre. Di Cristiano Ronaldo, che ha segnato tutti i gol del Portogallo fino ad oggi, non si può aggiungere tanto altro, solo che in questo momento è largamente il miglior calciatore al mondo, capretta o non capretta.

Luka Modric ha dominato la partita contro l’Argentina non solo da un punto di vista tecnico, ma soprattutto da un punto di vista di personalità, surclassando con il suo dinamismo senza fine la faccia smorta di un Messi senza riferimenti. Varane mette pezze qua e là agli errori di un Umtiti distratto, mentre Isco è stato l’uomo che più ha disordinato le difese avversarie nelle due partite giocate dalla Spagna.

L’elenco poi potrebbe anche continuare perché Kroos in Germania-Messico è stato l’unico a giocare in maniera sensata nel centrocampo di Löw, Sergio Ramos è la solita sicurezza nella difesa spagnola e anche Keylor Navas è stato il migliore in campo fra i suoi nella partita persa contro la Serbia.

I successi della squadra di Zidane, che da luglio sarà allenata da Lopetegui, in questi anni sono stati spiegati in tanti modi diversi. In primo luogo per il grande potere politico che ha il Real, capace di influire sulle condotte arbitrali. Poi è stato tirato in ballo il reflusso tattico che si sta vivendo dopo il guardiolismo, il che ha permesso che una squadra con pochissime idee vincesse così tanto. Infine molti hanno parlato di problemi nelle altre squadre titolate, il che ha aperto le porte ad una forza tranquilla come quella di Zidane.

Da queste prime partite dei Mondiali invece emerge tutt’altro scenario. I calciatori del Real Madrid sono i migliori al mondo nei rispettivi ruoli, in questi anni zidaniani sono tutti cresciuti in personalità e peso specifico all’interno della propria squadra. Sembra che Zizou abbia dato a tutti i suoi uomini una sorta di serenità che nasce dalla consapevolezza della propria forza e del proprio talento, ha creato tanti uomini-chiave che, senza grandi proclami, guidano le loro squadre nazionali anche oltre i loro stessi limiti.

Non si vincono tre Champions League consecutive perché gli altri tramontano o solo perché gli arbitri sono “vicini” ad una squadra. I calciatori del Real Madrid di Zidane stanno mostrando in questi Mondiali come non hanno voluto sedersi su tutto quello che già erano, ma hanno puntato a obiettivi molto più grandi, migliorando tantissimo per cercare di raggiungerli. Così nasce una squadra che ha fatto la storia.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.