Mondiali, Sergio Ramos: "Maradona? Indietro anni luce rispetto a Messi"

Il capitano della Spagna risponde duramente al Pibe, che aveva detto di non considerarlo un crack e lo aveva già attaccato per l'infortunio causato a Salah.

2k condivisioni 0 commenti

di

Share

La Spagna ottiene una vittoria fondamentale contro l'Iran, e dopo il pari all'esordio contro il Portogallo di Cristiano Ronaldo può guardare con fiducia al prosieguo del cammino in questi Mondiali, dato che l'ultimo impegno sarà tutt'altro che proibitivo contro il già eliminato Marocco. 

I tre punti ottenuti ieri sera contro gli asiatici alla Kazan Arena, arrivati grazie a un rocambolesco gol di Diego Costa dopo una partita di grande sofferenza, dovrebbero aver rasserenato gli animi degli spagnoli, ma c'è ancora qualcuno che vuole togliersi dei sassolini dalle scarpe. Si tratta del capitano e stella del Real Madrid Sergio Ramos, che nell'intervista concessa in zona mista punge duramente Diego Armando Maradona, icona del calcio argentino e mondiale che aveva definito lo spagnolo "non certo un crack".

Maradona è stato un crack, ma in Argentina tutti sanno che è anni luce indietro rispetto al miglior calciatore argentino di sempre, Leo Messi.

Sergio RamosGetty Images

Mondiali, Sergio Ramos in tackle su Maradona: "Meglio Messi"

Una vera e propria entrata in tackle, di quelle che normalmente Sergio Ramos è solito riservare agli avversari sul campo. Una risposta dura che è arrivata in seguito alle provocazioni innescate dall'ex-Pibe, che nei giorni precedenti ai Mondiali aveva condannato lo spagnolo per l'infortunio causato a Salah nella finale di Champions League per poi rincarare la dose definendolo "non certo un crack" e non un vero leader, affermando di preferirgli un difensore come Diego Godin.

Dopo aver detto la sua su Maradona, il capitano della Spagna si è dedicato poi all'analisi della sfida contro l'Iran, una partita molto importante che ha visto gli iberici trionfare non senza qualche sussulto ma che adesso permette loro di essere padroni del proprio destino: Spagna e Portogallo guidano il girone B con 4 punti e la stessa differenza reti. Nell'ultimo turno che qualificherà agli ottavi dei Mondiali le prime due, gli uomini di Hierro dovranno vedersela con il già eliminato Marocco, mentre i lusitani affronteranno un Iran che con 3 punti può ancora sperare nel sorpasso.

Siamo contenti, abbiamo fatto un altro passo in avanti. Adesso dobbiamo provare a vincere il girone. È il nostro obbiettivo, e penso che possiamo migliorare sotto ogni aspetto.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.