Mondiali: bufera su Burger King: "Incinta di un calciatore? Panini gratis"

La filiale locale della nota catena di fast food ha dovuto ritirare la sconcertante campagna in cui invitava le donne russe a farsi mettere incinte da famosi calciatori.

Burger King Google

116 condivisioni 0 commenti

di

Share

Oliviero Toscani è universalmente riconosciuto come il pioniere delle campagne pubblicitarie spiazzanti, quelle che ti lasciano senza fiato, come se ti fosse arrivato un pugno violento proprio alla bocca dello stomaco.

Ma, per quanto poco amato da alcuni e contestato da una fetta di pubblico, il fotografo pubblicitario italiano che ha legato il suo nome alle campagne di Benetton ha comunque sempre avuto il merito di non utilizzare fotografie scioccanti in modo gratuito, senza un motivo.

Lui ma anche tanti altri, magari meno famosi, hanno sempre usato l'immagine come veicolo per fare pensare il pubblico, per evidenziare un problema, per aiutarci a non nascondere un'evidenza ineludibile. Tutto il contrario della folle campagna che in questi giorni ha stupito i Mondiali.

Mondiali: Burger King nella bufera in Russia per la pubblicità sessista

L'indice di tutto il mondo è puntato sulla pubblicità lanciata da Burger King Russia sulla piattaforma social VK, uno dei più famosi social network locali, nella quale l'azienda si era detta pronta ad offrire hamburger gratis a vita - oltre a 3 milioni di rubli, corrispondenti a circa 40mila euro - alle donne russe che avessero avuto rapporti sessuali con calciatori famosi durante i Mondiali. Testualmente:

Ogni donna riceverà tre milioni di rubli e una scorta di hamburger Whopper a vita. Avanti, crediamo in te!

Mondiali Burger KingGoogle

Lo sconcertante messaggio - in cui non mancava qualche riferimento al fatto che in tal modo, grazie ai... Mondiali, la Russia avrebbe potuto beneficiare di buoni "geni del calcio" - ha sollevato immediate reazioni polemiche che, fortunatamente, hanno indotto Burger King Russia a ritirare di gran carriera l'improvvida campagna e a postare una dichiarazione ufficiale di scuse su VK:

Ci scusiamo per la nostra promozione. Si è rivelata troppo offensiva. Vi ringraziamo per il feedback e abbiamo rimosso le informazioni relative presenti sull’applicazione.

 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.