Mondiali, la Spagna non brilla ma vince: 1-0 all'Iran, segna Diego Costa

Il muro iraniano crolla solo per un colpo di sfortuna: un rimpallo favorisce l'attaccante dell'Atletico Madrid che segna il terzo gol del suo Mondiale. Qualificazione ancora aperta.

Mondiali, la vittoria della Spagna sull'Iran per 1-0 Getty Images

128 condivisioni 0 commenti

di

Share

No, non è la solita Spagna schiacciasassi. Ma va bene comunque finché si vince: 1-0 all’Iran grazie al gol fortuito di Diego Costa. Tanti passaggi, gioco che latita, lontano da certi standard. E il muro verde creato da Queiroz crolla per puro caso. Nel girone B dei Mondiali ora è tutto ancora aperto.

Dopo la vittoria di misura del Portogallo sul Marocco, anche le Furie Rosse volano a 4 punti. Con l’Iran dietro a tre: teoricamente i primi due posti sono ancora da assegnare.

Con questa prima vittoria nei Mondiali in Russia, la Spagna prende fiducia. Contava questo oggi, rispondere al Portogallo per non avere problemi all’ultima giornata nel passaggio agli ottavi. L’Iran si conferma comunque squadra ostica: con coraggio giocherà l’all-in all’ultimo respiro.

Mondiali, la Spagna e il muro Iran

Sono i Mondiali delle sorprese? Forse. L’Iran tiene duro sulla Spagna per 45’ senza correre mai grossi pericoli. Il muro di Queiroz regge bene, si chiude in maniera ermetica. Le Furie Rosse invece sono senza idee e gioco. Il portiere Beiranvand tocca per la prima volta il pallone con i guanti al 25’: la punizione di Silva, leggermente deviata, diventa un cioccolatino. Nemmeno Isco e Iniesta accendono il match: appena accarezzano il pallone, ecco due o tre iraniani a togliergli anche il respiro.

Che le cose non funzionino nella squadra di Hierro si capisce anche quando, sul finire del primo tempo, Diego Costa si arrabbia con il portiere avversario. Tutto secondo i piani iraniani: pressing atletico e psicologico con perdite di tempo e qualche fallo di troppo. Pareggio e zero emozioni.

Mondiali, le scaramucce tra Diego Costa e il portiere dell'Iran sul finire del primo tempoGetty Images
Mondiali, le scaramucce tra Diego Costa e il portiere dell'Iran: l'arbitro mette pace

La ripresa

Piqué ci prova di testa da calcio d’angolo, la difesa libera. Un minuto dopo Busquets va di destro da fuori, respinge Beiranvand. Attenzione però perché l'Iran non molla mai: il destro di Karim dà l'illusione del gol toccando l'esterno della rete. Si va dall'altra parte, la Spagna viene aiutata dalla fortuna. Iniesta per Diego Costa, un rimpallo, palla sulla coscia dell'attaccante e poi in rete. Vantaggio e partita sbloccata.

Gli iraniani al 64’ un gol lo fanno pure, ma prima l’arbitro e poi il VAR annullano tutto per un leggero fuorigioco. Diego Costa va vicino al raddoppio, un difensore si oppone sulla riga di porta. Poi fuori Iniesta e dentro Koke, in panchina anche Vazquez e in campo Asensio. La difesa spagnola comunque balla sempre: De Gea esce poco, Piqué pare distratto. All’81’ il colpo di testa di Mehdi finisce alto non di molto. L'ultimo rimpianto dell'Iran prima del triplice fischio finale.

La situazione del girone B

Appuntamento a lunedì 25 giugno con Iran-Portogallo e Spagna-Marocco. Mai gli iraniani, alla vigilia dei Mondiali, avevano pensato di giocarsi la qualificazione all’ultima partita del girone. Una missione difficile, certo. Portogallo e Spagna a quota 4 punti, Iran a 3, Marocco già eliminato a 0. Portoghesi e spagnoli agli ottavi di finale con un punto a testa.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.