Milan, sentenza UEFA: si va verso l'esclusione dall'Europa League

Ha avuto luogo la riunione della camera giudicante della UEFA che deciderà il futuro dei rossoneri: le sensazioni sono negative. L'ad Fassone: "Ci trattino come tutti gli altri".

1k condivisioni 0 commenti

di

Share

Il cammino europeo del Milan nella stagione 2018/2019 è cominciato questa mattina a Nyon e potrebbe concludersi già nel giro delle prossime 48 (massimo 72) ore. È in Svizzera infatti che la società rossonera gioca la prima, fondamentale, partita della prossima Europa League, una gara che non si svolgerà sul campo ma nelle aule della commissione giudicante della UEFA, che dopo aver rifiutato prima il voluntary e poi il settlement agreement è chiamata ad esprimere le sanzioni nei confronti del club presieduto da Yonghong Li.

La riunione della commissione chiamata a valutare la situazione del Milan nei confronti del Fair Play Finanziario ha avuto inizio questa mattina alle 8,45 e ha da poco visto la conclusione dell'audizione difensiva da parte del club rossonero, rappresentato dall'ad Marco Fassone e dalla propria squadra di legali. Le sensazioni che trapelano all'esterno - si legge su SkySport.it - sono però tutt'altro che positive.

L'esclusione del club dalle prossime coppe europee, che sarebbe un duro colpo per il club e per l'intero movimento calcistico italiano sia a livello finanziario che d'immagine, è infatti un'ipotesi che sembra essere sempre più concreta col passare delle ore. Il Milan non avrebbe rispettato, secondo la commissione giudicante, i parametri stabiliti a suo tempo dalla UEFA e la copertura finanziaria garantita dal fondo Elliot non sarebbe giudicata sufficiente.

Marco Fassone e Yonghong Li in tribunaGetty Images

Milan, attesa per la sentenza UEFA: si va verso l'esclusione dalle coppe

Proprio sull'appoggio del fondo d'investimento americano il Milan, che ha chiesto un trattamento equo e in linea con le sentenze precedenti, ha basato una difesa che ha sottolineato anche come il presidente Li abbia finora sempre adempiuto ai richiesti aumenti di capitale e alle varie scadenze indicate. Fatti che però non hanno mai convinto la UEFA, che potrebbe esprimere una sentenza entro due, massimo tre giorni dopo aver vagliato con attenzione tutti gli elementi del caso.

La camera giudicante è composta da cinque membri e si esprimerà a maggioranza: l'esclusione del Milan dalle prossime competizioni europee non sarebbe la prima nella storia della UEFA ma sarebbe senz'altro quella più clamorosa, riguardante un club con un passato prestigioso e dal sicuro appeal. A quel punto alla società rossonera non resterebbe che tentare di rivolgersi al TAS di Losanna, che però difficilmente potrebbe ribaltare quanto deciso a Nyon.

Sono ore di attesa dunque per il Milan e per tutti i suoi tifosi: una sentenza negativa potrebbe avere enormi ripercussioni sul futuro della società di Yonghong Li e, inevitabilmente, anche sugli investimenti previsti per il prossimo calciomercato, che sarebbero certo ridimensionati in assenza degli impegni europei.

L'ad Fassone: "UEFA ci tratti come gli altri"

Dopo l'udienza ha parlato l'amministratore delegato del Milan, Marco Fassone, intervenuto ai microfoni di Sky Sport:

La nostra speranza è che siano valutati i fatti certi e non le congetture. Non so quando ci sarà comunicata la decisione, credo arrivi in tempi brevi. L'incontro è durato due ore, c'è stato un bel contraddittorio con i rappresentanti della Camera investigativa. Ci hanno ascoltato, ora vedremo che decisione sarà presa. Vogliamo che il Milan sia valutato come gli altri, anche se il fatto che il nostro caso sia stato rimandato alla Camera giudicante rappresenta già una differenza rispetto a casi precedenti. Se si rischia più di un anno fuori dalle coppe? Qualcosa di più lo escluderei. Lasciamo che la Camera giudicante valuti il caso, poi ci sarà tempo e modo per commentare. Se a parer nostro la decisione sarà eccessivamente penalizzante, prenderemo in considerazione la strada dell'appello

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.