WWE Money in the Bank 2018: tutti i risultati del PPV in diretta

Nell'Allstate Arena di Rosemont, in Illinois, va in scena il Pay-per-View che mette in palio le valigette (e non solo) più preziose del mondo del wrestling.

I partecipanti al WWE Money in the Bank Ladder Match 2018 WWE

128 condivisioni 0 commenti

di

Share

Le attenzioni del mondo del wrestling WWE di questo weekend sono tutte concentrate in Illinois. Dopo l'entusiasmante e spettacolare edizione di NXT TakeOver Chicago di sabato notte, conclusa con l'eccezionale Street Fight Match tra Tommaso Ciampa e Johnny Gargano, adesso è il momento dello show principale andare in scena, sempre nell'Allstate Arena di Rosemont.

È infatti l'ora di Money in the Bank, il PPV che vi racconteremo come sempre in diretta scritta qui su FOXSports.it a partire da mezzanotte, dove vengono messe in palio le due valigette più importanti del mondo del wrestling (una maschile e una femminile).

Sono quelle che consentiranno, a chi le vincerà, di avere una title shot da esercitare in qualsiasi momento e senza alcun preavviso nei 12 mesi successivi. Ma Money in the Bank non si limita di certo solo a questi due particolari Ladder Match, visto che in palio saranno messi anche entrambi i titoli di campionesse femminili di SmackDown (Carmella vs Asuka) e Raw (Nia Jax vs Ronda Rousey).

WWE Money in the Bank 2018 - Tutti i risultati

Stesso discorso per la cintura di campione WWE di AJ Styles, che se la dovrà vedere ancora una volta con Shinsuke Nakamura (la quinta da WrestleMania 34 dello scorso 8 aprile), in questa circostanza in un Last Man Standing Match, modalità scelta proprio dal giapponese dopo la sua vittoria nel loro ultimo incontro disputato a SmackDown.

E poi le sfide tra Daniel Bryan e Big Cass, tra Roman Reigns e Jinder Mahal, tra Bobby Lashley e Sami Zayn, quella tra il campione intercontinentale Seth Rollins ed Elias.

A questa card, infine, va poi aggiunto l'incontro per i titoli di coppia di SmackDown che si terrà nel Kickoff di Money in the Bank, quello tra Luke Gallows e Karl Anderson, che sfideranno i campioni, The Bludgeon Brothers, cioè Rowan ed Harper. Non ci resta dunque che cominciare il nostro racconto, come sempre qui su FOXSports.it.

Kickoff

Inizia ufficialmente la nottata di Money in the Bank alla Allstate Arena di Rosemont. Nel kickoff ci viene presentata la scaletta degli incontri di stasera dai conduttori Renee Young, Booker T, David Otunga e Peter Rosenberg.

Viene inquadrato Kevin Owens nel backstage, intento a portare un sacco nero misterioso. Gli viene domandato cosa stia facendo, ma lui risponde rimanendo sul vago, dicendo di voler provare un "approccio differente". Poi gli portano dello sciroppo d'acero per pancake... il mistero si infittisce.

Con l'inquadratura passiamo su Daniel Bryan, che replica alle parole di Big Cass sulla differenza di stazza tra i due e così via. La Faccia di capra risponde che in carriera gli è già capitato di mettere al tappeto atleti più grandi di lui e stasera lo farà di nuovo.

Successivamente è il momento di Seth Rollins, che si presenta davanti ai microfoni impugnando la chitarra personalizzata di Elias distrutta nell'ultima puntata di Raw. In realtà spiega che non si tratti della stessa, ma di un regalo speciale che gli ha fatto John Mayer (scimmiottando dunque il chitarrista malinconico). Poi annuncia che anche stasera difenderà il titolo intercontinentale come sempre, uscendo da campione.

Al tavolo di commento arriva poi Samoa Joe, ma nel corso della sua intervista viene interrotto da un Kevin Owens agitatissimo, che gli propone di allearsi contro Braun Strowman. Il Samoano non si fida e non accetta la collaborazione. Il canadese non può far altro che andarsene...

Karl Anderson e Luke Gallows vs The Bludgeon Brothers

WWE SmackDown Tag Team Championship Match

Arriviamo così al primo incontro della serata, l'unico in programma nel Kickoff di Money in the Bank, quello dove i Bludgeon Brothers mettono in palio i loro titoli di campioni di coppia di SmackDown contro Luke Gallows e Karl Anderson. Quest'ultimi riescono a mettere in difficoltà Harper e Rowan, come nessun altro Tag Team era riuscito fino a questo momento.

Vanno anche a un passo dall'eseguire la Magic Killer su Harper, ma il rientro di Rowan manda in frantumi i loro piani e capovolge l'inerzia, portando a una Big PowerBomb che va a chiudere l'incontro.

The Bludgeon Brothers vincono e si confermano campioni di coppia di SmackDown.

Daniel Bryan vs Big Cass

È il momento di cominciare a fare sul serio, il PPV di Money in the Bank inizia ufficialmente e dopo il Kickoff si apre con la sfida tra "Davide e Golia", quella tra Daniel Bryan e Big Cass. La strategia della Faccia da Capra è chiara: indebolire l'avversario colpendolo ripetutamente alle gambe, in particolare al ginocchio sinistro, il tuto senza disegnare spettacolari manovre aeree ed acrobatiche.

Big Cass invece la mette sulla potenzia, tentando di capitalizzare al massimo i colpi andati a segno e provocando continuamente Daniel Bryan, nel tentativo di fargli perdere il controllo.

Dopo una Bodyslam dal paletto, il gigante alto più di due metri sembra poter chiudere il discorso, ma l'ex GM di SmackDown non demorde e interrompe il conteggio di tre, per poi ricominciare a colpire Big Cass al ginocchio sinistro. Una strategia di successo, perché dopo la sua "Zoccolata", riesce a chiudere sottomettendo l'avversario nella sua Heel Hook.

Backstage

Il New Day è nello spogliatoio e i loro discorsi vengono interrotti da Kevin Owens, che svela il contenuto del sacco nero mostrato nel Kickoff. Si tratta di una montagna di pancake, che il canadese tenta di utilizzare per corrompere i tre portatori di felicità e farli unire a lui nel combattere Braun Strowman. Loro rifiutano, dicendo di non essere dei truffatori.

Kevin Owens risponde che ha assaggiato i loro cereali che gli fanno schifo. Va da sé che l'allenza muore sul nascere e il New Day gli strappa di mano anche lo sciroppo d'acero, facendo andare il picchiatore canadese su tutte le furie.

Sami Zayn vs Bobby Lashley

Altro match senza titoli in palio, quello tra Sami Zayn e Bobby Lashley. Il Paperoga canadese prova a giocarsela d'astuzia, scappando di continuo e colpendo l'avversario non appena possibile. Quando però il Dominatore riesce a prendere il sopravvento, il match diventa un vero e proprio massacro, stravinto in pochi minuti dopo tre Vertical Suplex e un Pin umiliante per Sami Zayn, con una sola mano sopra il petto in segno di superiorità.

Elias vs Seth Rollins (C)

Intercontinental Championship Match

Prima dell'inizio dell'incontro, Elias ci delizia come sempre con la sua chitarra, per poi annunciare che questa sera diventerà campione intercontinentale. Dopo inizia a prendersela con il pubblico di Chicago, dando loro dei coglioni e smettendo di suonare, perché a suo giudizio non ne vale la pena. Il giusto assist per l'ingresso del suo avversario: Seth Rollins.

Il match parte lentamente, molto equilibrato e statico. I due si affrontano a viso aperto ed Elias non sfigura affatto (anzi), di fronte all'uomo più in forma del momento nel wrestling WWE. Alla fine però a vincere è l'architetto del ring grazie a un Roll-up.

Seth Rollins vince e si conferma campione intercontinentale.

Sasha Banks vs Becky Lynch vs Ember Moon vs Lana vs Natalya vs Naomi vs Alexa Bliss vs Charlotte

Women Money in the Bank Ladder Match

Eccoci arrivati al primo dei due Money in the Bank Ladder Match della serata, quello femminile. Sasha Banks, Becky Lynch, Ember Moon, Lana, Natalya, Naomi, Alexa Bliss e Charlotte fanno il loro ingresso sul ring. Sono tutte pronte e con un obiettivo: la valigetta bianca appesa sopra il quadrato.

La fase iniziale del match è entusiasmante, con le ragazze che si alternano sul ring in sfide uno contro uno, esibendosi in manovre con le scale degne dei match maschili. La prima a tentare una scalata è Becky Lynch, addirittura salendo su una tenuta in mano da Ember Moon e Naomi. Il tentativo fallisce miseramente non appena le due se ne accorgono. Successivamente ci prova Sasha Banks, ma viene interrotta dal ritorno di Charlotte prima e Becky Lynch dopo. L'irlandese dai capelli arancioni ci riprova, fermata però da Alexa Bliss, che a sua volta viene bloccata da Sasha Banks.

A questo punto scoppia il caos, con tutte le ragazze che si alternano sulla cima di due scale per avere la meglio, fino a quando il ring non si svuota gradualmente e Lana applica l'Accolade su Alexa Bliss. Nel mentre Naomi sale rapidamente la scala, afferra la valigetta, ma non riesce a staccarla dal gancio, fermata da Becky Lynch.

Ora è l'irlandese a salire, raggiunta però dall'amica Charlotte. Entrambe vengono fatte cadere da Alexa Bliss. Poco dopo Becky riesce di nuovo ad arrivare in cima, apre il gancio, ma non riesce a sfilare la valigetta. Ne approfitta ancora la bionda psicopatica, che la fa cadere e sale fino all'ultimo gradino, prendendo il trofeo e vincendo così il secondo (o meglio terzo) Money in the Bank Ladder Match femminile della storia. Ancora una volta, Becky Lynch viene beffata nel finale.

Alexa Bliss vince il Money in the Bank Ladder Match femminile.

Backstage

Kurt Angle si vanta con Paige per la vittoria di una ragazza di Raw, la GM dello show blu risponde che c'è ancora il MITB maschile. Arriva Baron Corbin e ricorda all'eroe olimpico come la dirigenza esiga che entrambi i contratti vadano nello show rosso. Paige lo interrompe e gli chiede se sia così interessato per il fatto di aver fallito l'incasso dell'ultimo Money in the Bank.

Jinder Mahal (con Sunil Singh) vs Roman Reigns

Sunil Singh, sulla sedia rotelle, introduce l'ingresso di Jinder Mahal. Subito dopo tocca a Roman Reigns, ancora una volta fischiatissimo, nonostante si trovi di fronte uno dei wrestler più odiati dell'universo WWE. Il pubblico fa di tutto per farlo notare, con ole, cori pro e contro John Cena, altri per CM Punk, Chris Jericho, Legion of Doom e così via.

Sul ring il match viene inizialmente condizionato dall'intervento di Sunil Singh, che senza farsi vedere dall'arbitro si alza dalla sedia a rotelle e spinge il Mastino contro un paletto.

Questo consente al Maharajah dei tempi moderni di prendere un bel vantaggio, combattendo alla pari con colui che si auto-proclama (anche a ragione, va detto) l'Universal Champion morale. L'Umpa Lumpa prova a concedere il bis, ma stavolta viene fermato in tempo da Roman Reigns, che poi risale sul ring e connette la Spear su Jinder Mahal, andandosi a prendere la vittoria.

Asuka vs Carmella (C)

WWE SmackDown Women Championship Match

In palio il titolo femminile di SmackDown, la campionessa Carmella deve difenderlo dall'attacco di Asuka. La Principessa di Staten Island si dimostra in una forma eccezionale da quando ha la cintura in vita, ma la giapponese sembra comunque averne di più. A decidere la sfida è l'ingresso di una figura mascherata, che si mette a bordo ring indossando gli abiti di Asuka, con il volto coperto.

L'Imperatrice del domani è molto turbata da questa interferenza, che poi si rivela essere James Ellsworth!!!! L'ex manager di Carmella torna così in WWE e la campionessa di SmackDown ne approfitta, colpendo l'avversaria con il Superkick vincente, che le dà il successo.

Carmella vince e si conferma campionessa di SmackDown.

Shinsuke Nakamura vs AJ Styles (C)

WWE Championship Last Man Standing Match

Adesso ci si gioca il titolo di campione WWE, quello detenuto da AJ Styles, che se la deve vedere per la quinta volta negli ultimi due mesi con Shinsuka Nakamura. Questa volta si tratta di un Last Man Standing Match, di conseguenza è un incontro ancora più crudo dei precedenti, con molti scambi in mezzo al pubblico e fuori dal ring.

Il Fenomenale e l'Artista danno vita a un match entusiasmante, che il giapponese tenta di condizionare ancora una volta con un Low Blow, stavolta evitato dal campione. Nakamura è decisamente molto più efficace quando va a segno con i suoi calci volanti e quando lancia il suo avversario sui tavoli di commento, dove va a segno pure con la Kinshasa.

L'arbitro comincia a contare, AJ Styles sembra non averne più, ma con uno slancio d'orgoglio riesce a rialzarsi in tempo. La Rockstar nipponica allora tira fuori un tavolo da sotto il ring e lo posiziona al centro del quadrato, non riuscendo però a lanciarci The Phenomenal con un Superplex. Allora lo appoggia a un angolo e stavolta riesce a gettarci contro il campione WWE, frantumando il tavolo. AJ riesce comunque a rialzarsi sul 9. La mossa successiva è quella di divellere un angolo del ring, ma va a finirci lui con il suo ginocchio, perché Styles si sposta in tempo ed evita il colpo.

Il campione imprigiona il giapponese nella Calf Crusher, facendolo cedere, ma in un Last Man Standing Match questa manovra conta come il due di picche quando briscola è cuori, così di procede con l'incontro. Il Fenomenale si arma di sedia e inizia a colpire violentemente l'avversario, che chiede pietà, per poi andare a segno (stavolta sì) con un Low Blow. A seguire, altra Kishasa. L'arbitro ricomincia a contare, ma anche stavolta AJ non molla e si rialza.

Il campione WWE sembra aver trovato risorse inaspettate e colpisce prima con il Phenomenal Forearm e poi una Styles Clash dai gradoni al pavimento. Nakamura però si rialza prima che l'arbitro conti fino a 10 ed AJ gli dà un calcio nei gioielli di famiglia. Dritto per dritto, senza girarci troppo intorno. A seguire, altro Phenomenal Forearm con il quale distrugge anche un tavolo. Una manovra davvero spettacolare, che dà il via a un nuovo conteggio dell'arbitro. E questa volta il giapponese non riesce ad alzarsi. Il Fenomenale si conferma campione, al termine di un altro grandissimo match.

AJ Styles vince e si conferma campione WWE.

Nia Jax (C) vs Ronda Rousey

WWE Raw Women Championship Match

Penultimo match di questa serata di Money in the Bank, quello che mette in palio il titolo femminile di Raw. Da una parte la campionessa Nia Jax, dall'altra la sfidante, Ronda Rousey, al suo primo incontro singolo dall'approdo in WWE, il secondo in assoluto dopo il Mixed Tag Team (con Kurt Angle, contro Triple H e Stephanie McMahon) a WrestleMania 34.

Nia parte fortissimo, è una forza della natura e scaraventa l'ex campionessa UFC da una parte all'altra del ring. Poi però arriva la reazione rabbiosa di Rowdy, che tenta di imprigionare Nia con un lucchetto al collo, ricevendo però in cambio una Powerbomb.

La Jax continua a dominare l'incontro, Ronda è completamente in balia della campionessa, che va a segno anche con il suo Samoan Drop. Non è però sufficiente per il conteggio di tre. La Rousey ha una reazione d'orgoglio e mostra un interessante crossbody dalla terza corda, approfittando di un piccolo infortunio della campionessa.

L'ex UFC adesso sta carburando e con un paio di manovre riesce addirittura a sollevare la pachidermica avversaria, imprigionandola nell'Armbar. Prima che possa cedere, però, arriva Alexa Bliss con la valigetta appena conquistata!!! Alexa colpisce entrambe con il suo prezioso premio, più volte, per essere certa di averle indebolite abbastanza. Poi decide ufficialmente di incassare il contratto!

Alexa esegue la sua Bliss DDT su Nia, sale sul paletto e va a segno pure con la Twisted Bliss. L'arbitro conta fino a tre, abbiamo una nuova campionessa di Raw. È Alexa Bliss, che sorprende tutti e incassa la sua valigetta il giorno stesso della sua conquista, così come fecero prima di lei Kane nel 2010 (contro Rey Mysterio) e Dean Ambrose nel 2016 (contro Seth Rollins).

Alexa Bliss incassa il Money in the Bank e diventa la nuova campionessa di Raw.

Samoa Joe vs Finn Balor vs Rusev vs Kevin Owens vs Bobby Roode vs The Miz vs Braun Strowman vs Kofi Kingston

Money in the Bank Ladder Match

Dopo questo finale entusiasmante che ci ha consegnato una nuova campionessa di Raw, siamo pronti per il Main Event di questo splendido PPV, quello da cui prende il nome, il Money in the Bank Ladder Match! In questo ordine entrano sul ring Samoa Joe, Finn Balor, Rusev, Kevin Owens, Bobby Roode, The Miz, Braun Strowman e Kofi Kingston (alla fine viene scelto lui in extremis come membro del New Day).

Parte l'incontro e tutti vanno contro Braun Strowman, portandolo all'angolo. Un tentativo fine a se stesso, perché il Mostro che cammina tra gli uomini riesce in pochi secondi a fare piazza pulita, restando da solo sul ring. Non gli resta che andare a prendere una scala, ma ovviamente la pratica non può essere così semplice e Samoa Joe lo interrompe in tempo. Ora tutti si armano di una scala e ci colpiscono il mostro, seppellendolo letteralmente con più scale possibili.

Nel frattempo The Miz prova ad approfittarne, ma Samoa Joe se ne accorge e interrompe il suo primo tentativo di salire la scala. Il match va avanti senza dei veri reali tentativi di salire sulla scala, Braun Strowman fa in tempo a riprendersi, ma viene di nuovo accolto da un attacco congiunto di tutti gli altri concorrenti che lo colpiscono ripetutamente (Samoa Joe, Kevin Owens e Rusev in particolare).

Kevin Owens posiziona un tavolo e chiede aiuto a Rusev per posizionarci sopra il Mostro che cammina tra gli uomini. Serve però l'intervento di Samoa Joe, con la sua Coquina Clutch, per fermarlo temporaneamente e permettere a Kevin Owens si salire in cima alla scala più alt, con l'obiettivo di affossare Strowman. Braun riesce però a liberarsi, raggiunge il canadese in cima e lo lancia di sotto, proprio sopra il tavolo, facendoglielo spaccare.

Subito dopo ce n'è anche per tutti gli altri, messi ko uno dopo l'altro. Un tentativo di attacco congiunto con una scala di Bobby Roode e Finn Balor finisce addirittura con la stessa scala spaccata a metà.

Rimane solo The Miz da mettere ko, un'altra pratica sbrigata senza troppi problemi. Samoa Joe però fa in tempo a tornare e interrompere la marcia di Strowman, rimettendo tutto in discussione. Finn Balor, con un Coup de Grace su Bobby Roode da una scala fuori dal ring, sembra essere nelle condizioni per poter prendere la valigetta, ma il Mostro che cammina tra gli Uomini comincia a salire la scala e continua a farlo nonostante Kofi Kingston gli salti letteralmente sopra. 

Strowman riesce a liberarsi di entrambi, rimanendo da solo con il Money in the Bank, che toglie agevolmente dal gancio e regala al roster di Raw la seconda vittoria su due in questi speciali Ladder Match. Il più forte ha vinto e adesso avrà l'occasione di lottare per l'Universal Championship di Brock Lesnar. E dopo queste cinque ore di diretta scritta, possiamo anche salutarci e darci appuntamento alla prossima puntata di Raw.

Braun Strowman vince il Money in the Bank Ladder Match.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.