Pick a kick: le Nike Paul George 2 Playstation tra comfort e luci

Nike e Paul George hanno stretto una collaborazione con Playstation e ne è uscito il modello PG2 che ricorda molto la console di Sony.

Paul George e sue signature shows Google

84 condivisioni 0 commenti

di

Share

Ritorna la rubrica di FoxSports Pick a Kick sulle scarpe da basket, che vi aiuta a scegliere al meglio le vostre calzature da utilizzare in campo, cercando di analizzarne pregi e difetti di ognuna, ma soprattutto permettervi di scegliere la vostra anche in base alla nostra esperienza personale, perché ogni scarpa che recensiamo è stata passata al vaglio sul campo, unendo le sensazioni personali a quelle di altri che l'hanno provata, sino alle caratteristiche tecniche e di materiali che la compongono.

Oggi ritorniamo a casa della Nike e dopo lo scorso numero che aveva visto trattata l'ultima signature shoes targata Kyrie Irving, ci dedichiamo a un'altra stella di prima grandezza come Paul George. Tratteremo infatti le Nike PG2 in versione Playstation che tanto hanno stuzzicato la curiosità di un pubblico che si mixa tra ovviamente i ballers in prima persona e i videogiocatori. Innanzitutto per chi acquista la scarpa, c'è a disposizione un codice sul tacco della scarpa da utilizzare per riscattare un tema personalizzato di Paul George, da utilizzare all'interno della vostra schermata principale. Non è esattamente ciò che colpisce al primo sguardo, ma se sapete che c'è sarà facile individuarlo e personalizzare il vostro sfondo.

La scarpa ha dei tratti distintivi che riportano subito al mondo del gaming di Playstation. Innanzitutto l'aspetto più appariscente è il logo sulla linguetta della scarpa che rende inconfondibile il sodalizio tra le due case produttrici, ma il bello arriva solo dopo aver preso in mano la linguetta e aver premuto il bottone che sta al suo interno. In questo modo si accende con una luce blu fluorescente il logo e potrete così portare un tocco di discoteca in campo. Il folklore lascia presto spazio al dubbio gusto di accendere la linguetta in determinate situazioni, anche se è innegabile l'aspetto giocoso di questo dettaglio. Non sono mancati infatti allenamenti in cui dopo un canestro qualche compagno di squadra non mi chiedesse di accendere la linguetta per sottolineare il concetto agli avversari. Magari fatelo in allenamento per due risate, perché in una partita potrebbe non essere preso di buon grado da chi vi gioca contro.

Paul George e le sue PG2Google

L'evoluzione dalle PG 1

Uno degli aspetti più deficitari delle prime signature shoes della stella dei Thunder era la trazione, che lasciava decisamente più perplessi che persuasi, mentre in questo modello la lavorazione della suola è molto più articolata e corredata da una gomma molto morbida che permette alla scarpa di avere una trazione decisamente migliore rispetto al modello precedente. Questa gomma morbida è adatta per chi gioca indoor, mentre è abbastanza sconsigliata per chi gioca maggiormente sui campetti, in quanto non in grado di mantenere la trazione su suoli sconnessi e molto più ruvidi. Il rischio di vederla consumata in poco tempo è molto alto.

Un altro considerevole passo avanti è stato fatto anche dal punto di vista dell'ammortizzazione: sarà felice chi si aspetta un salto di qualità dal punto di vista tecnologico all'interno di una serie di signature shoes. Se dal punto di vista estetico le migliorie non sono così evidenti, la mid sole è caratterizzata dall'ammortizzazione zoom che è il perfetto mix di morbidezza e solidità. Il rinforzo centrale nella suola inoltre ha la funzione di "pistone" per permettere un'adeguata ammortizzazione per ogni tipo di corpo e tipo di gioco.

Gaming e basket nelle PG2Google

Comodità e solidità per indoor

La parte superiore della scarpa si definisce pronta all'uso, perché i materiali utilizzati per la parte che copre il collo del piede e tutto quello che rende la calzata comoda, sono di alto livello. Nike dal punto di vista della comodità, sembra ancora avere una distanza di vantaggio rispetto alle contendenti. Oltre ad essere torchiabili sin dal primo utilizzo, regalalano sensazioni di comfort senza disdegnare minimamente la solidità e la sensazione di protezione che viene data da una parte del tallone molto solida. A completare questa sensazione ci sono i lacci che, al netto dei passanti con i colori che ricordano il joystick della Playstation, regalano copertura sia alla parte alta che a quella laterale del piede. Questo permette una completa autonomia nella gestione e nell'avvolgimento di determinate parti del piede in base alla comodità o necessità di ognuno.

La PG2 è più confortevole per chi è dotato di pianta più larga, ma ha la caratteristica di poter essere stretta in più punti e quindi resa perfettamente adattabile a ogni tipo di esigenza ed eventualmente anche a piante del piede più sottili. Il consiglio di pick a kick è di non comprare mai scarpe a scatola chiusa solo per la loro estetica e per una buona analisi tecnica, ma di recarsi sempre in un negozio, provarle e capire se sono il giusto fit per le vostre esigenze.

In definitiva le Nike PG2 in versione Playstation portano in dote miglioramenti rispetto alla prima versione, una buona ammortizzazione e un aspetto comodità che indubbiamente rende soddisfatti i propri giocatori. Non consigliamo l'acquisto di queste scarpe se siete prevalentemente giocatori da outdoor, mentre se vi limitate all'indoor e volete qualcosa che vi metta a proprio agio, con un prezzo assolutamente nella media, potete portarvi a casa questo modello. Poi se volete fare i brillanti potete accendere le vostre linguette con il marchio Playstation a ogni tripla realizzata in faccia all'avversario, ma su quello serve il giusto mix tra ilarità e buonsenso.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.