Mondiali 2018, Werner: "Per noi l'assenza dell'Italia è un vantaggio"

"La semifinale persa nel 2006 è la più grande delusione che ho provato. Con gli Azzurri andiamo spesso in difficoltà. Però dispiace non ci siano".

L'Italia non parteciperà ai Mondiali del 2018: Timo Werner dice la sua Getty

2k condivisioni 0 commenti

di

Share

Quattro anni fa era un semplice tifoso, una di quelle 80milioni di persone che, davanti alla TV, sognava e sperava. Oggi è l'unico. La Germania ha deciso di puntare su di lui. Timo Werner sarà l'attaccante titolare della nazionale tedesca ai Mondiali 2018. Dovrà ereditare il ruolo di Miroslav Klose che dal 2002 al 2014 ha segnato 16 gol.

Lui però resta sereno, convinto di potercela fare anche grazie all'aiuto dei compagni. Werner, a 22 anni, deve prendersi la Germania sulle spalle. Il percorso dei tedeschi dipenderà molto da quanti gol riuscirà a segnare durante i Mondiali 2018. Domani il suo esordio contro il Messico, poi le sfide a Svezia e Corea del Sud.

La scorsa estate Werner ha vinto la Scarpa d'Oro durante la Confederations Cup, ora sogna di ripetersi anche durante i Mondiali 2018. Nei quali, per la sua gioia, non ci sarà l'Italia. Proprio a causa degli Azzurri Timo, come raccontato alla Gazzetta dello Sport, ha subito la sua più grande delusione da tifoso.

Nel 2002 perdemmo in finale col Brasile. Avevo 6 anni, quello il mio primo ricordo sui Mondiali. Perdemmo 2-0, fu una brutta botta, anche se il Brasile ci era superiore. Nel 2006 invece la partita fu giocata alla pari e avevamo il grande sogno di vincere il Mondiale in casa nostra. Inoltre noi e l'Italia siamo le nazionali più vincenti in Europa, quindi la rivalità è accesa perché ognuno vuole staccare l'altro.

Vota anche tu!

Ti piacerebbe vedere Werner in Italia?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Mondiali 2018, Werner parla dell'Italia

Timo Werner non si nasconde. Da tedesco sa quanto, anche in passato, la Germania ha sofferto con l'Italia. Per questo quando la Svezia ci ha buttato fuori ha tirato un piccolo sospiro di sollievo. 

Sinceramente i Mondiali senza l'Italia sono tristi, per noi però è meglio così: siete il nostro spauracchio.

Werner vince la Scarpa d'Oro della Confederations CupGetty
Werner vince la Scarpa d'Oro della Confederations Cup

L'attaccante del Lipsia nelle ultime settimane è stato spesso accostato anche al Milan. Su di lui, in realtà, ci sarebbe anche la Juventus. Eppure Werner non sembra troppo interessato al trasferimento in Serie A.

Il vostro è sì un bel campionato, anche perché avete tante società di tradizione, ma credo che il mio modo di giocare si adatti di più ad altri campionati.

Quattro anni fa era un semplice tifoso, oggi è l'attaccante titolare della nazionale campione del mondo. E uno dei giocatori più desiderati.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.