Mondiali, senza Italia ci pensa la Polonia: 7 convocati dalla Serie A

Ben 7 dei 23 convocati del ct Nawalka arrivano dal campionato italiano: si tratta di Szczesny, Cionek, Linetty, Bereszynski, Kownacki, Milik e Zielinski.

Mondiali 2018, sono 7 i convocati della Polonia che giocano in Serie A Getty Images

893 condivisioni 0 commenti

di

Share

Szczesny, Cionek, Linetty, Bereszynski, Kownacki, Milik e Zielinski. Cos'hanno in comune, oltre al ruolo di potenziali incubi per i telecronisti di tutto il mondo vista l'intensa presenza di consonanti nei loro cognomi? Sono tutti e sette convocati della Polonia che prenderà parte ai Mondiali 2018 e per raggiungere la Russia sono partiti dalla stessa nazione: l'Italia.

Nella prima Coppa del Mondo senza Azzurri in campo da 60 anni a questa parte, la Serie A resta uno dei campionati meglio rappresentati dal punto di vista qualitativo e numerico: sono ben 58 i calciatori che giocano in Serie A precettati per l'appuntamento russo. La colonia "italiana" più numerosa è però quella della Polonia: quasi un terzo dei convocati del ct Adam Nawalka arriva dallo stesso campionato.

Un tripudio di K e Z nei cognomi dei componenti del listone dei convocati per i Mondiali 2018, quelli del ritorno dopo 12 anni di assenza: la Polonia che affronterà il gruppo H con Senegal, Giappone e Colombia riparte dall'ossatura della rosa che due anni fa si è spinta fino ai quarti di finale in Euro 2016, guidata da capitan Robert Lewandowski.

Mondiali 2018, Italia assente? C'è tanta Serie A nella Polonia

Ben 7 su 58: il 12% dei calciatori in gara nei Mondiali 2018 e provenienti dalla nostra Serie A vestirà la maglia della Polonia. In alcuni casi, non si tratta certo di attori non protagonisti: è l'esempio di Wojciech Szczesny, in Italia dal 2015 con la maglia della Roma e designato sostituto di Buffon come titolare della porta della Juventus dopo un'annata da gregario in bianconero. Davanti al portiere rivelatosi nel calcio europeo con l'Arsenal ci sarà Thiago Cionek, nato in Brasile a Curitiba, ma naturalizzato polacco: l'ottima seconda parte di campionato con la SPAL e la salvezza degli estensi potrebbero fruttargli un posto da titolare accanto a Glik. Nella linea difensiva spera di contendere un posto all'esperto Piszczek il sampdoriano Bartosz Bereszynski, fresco di rinnovo del contratto fino al 2023.

Polonia, Arkadiusz Milik in campo contro il Portogallo in Euro 2016Getty Images
Polonia, Arkadiusz Milik pronto per un posto da titolare

Proprio la Sampdoria è la squadra di club che porta in dote alla Polonia il maggior numero di calciatori dalla Serie A: oltre a Bereszynski, rappresentano valide alternative per centrocampo e attacco anche il 23enne Karel Linetty, da due anni in Italia, e il classe 1997 David Kownacki, a segno 5 volte in stagione nonostante le sole 5 presenze tra i titolari su 22 apparizioni complessive. Nella speciale graduatoria segue il Napoli, club nel quale militano due dei protagonisti più attesi in casa polacca: Arkadiusz Milik e Piotr Zielinski. L'attaccante 24enne confida nella Coppa del Mondo per mettersi alle spalle i due crack al ginocchio destro nell'ultimo anno e mezzo, mentre il centrocampista vorrà dimostrare di essere pronto a vestire i panni del titolare fisso sotto la guida di Carlo Ancelotti anche grazie alle partite in calendario in Russia. In assenza degli Azzurri, tifare per un pezzo di Italia con la maglia della Polonia potrebbe rappresentare una piccola consolazione.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.