Mondiali, Argentina-Nigeria è un grande classico

Nelle precedenti sei edizioni di Coppa del Mondo le due nazionali si sono affrontate quattro volte: argentini sempre vittoriosi. Il 26 giugno di nuovo avversari nel girone D.

214 condivisioni 0 commenti

di

Share

Ancora tu, ma non dovevamo vederci più? A 42 anni di distanza dalla loro prima diffusione, le note di Lucio Battisti risultano di tremenda attualità per raccontare uno degli incroci nei gironi dei Mondiali 2018: quello tra Argentina e Nigeria. L'Albiceleste e le Super Aquile sono incluse nel gruppo D con Croazia e Islanda, un poker che ha tutti gli ingredienti per dar vita al più classico dei gironi di ferro. 

La sfida tra Argentina e Nigeria, oltre ad incarnare un incrocio tra la classe sudamericana e la forza fisica del calcio africano, è stata ribattezzata negli ultimi anni il Clásico Nuevo del calcio intercontinentale: non toccherà mai i picchi della rivalità tra Uruguay e Brasile, ma l'appuntamento in calendario il 26 giugno al Saint Petersburg Stadium per la terza giornata del girone D sarà il quinto nelle ultime sette edizioni di Coppa del Mondo con le due selezioni in campo. E come avvenuto quattro anni fa in Brasile, anche nei Mondiali 2018 Nigeria-Argentina sarà l’ultima partita della fase a gruppi.

Un crocevia che si ripete con costanza dagli anni '90 a questa parte. Sempre nella fase a gironi e sempre con lo stesso finale: la vittoria dell'Argentina. Quasi un segno del destino per la Nigeria, che alla tradizione sfavorevole contro i vice-campioni del mondo in carica può opporre un ultimo precedente confortante, disputato proprio in Russia: novembre 2017, test amichevole giocato a Krasnodar e vinto per 4-2 dagli uomini allenati da Gernot Rohr grazie alla doppietta di Iwobi e ai centri di Iheanacho e Idowu.

Mondiali, Argentina-Nigeria è un grande classico: quattro incroci dal 1994 ad oggi

Nelle ultime sei edizioni di Coppa del Mondo disputate dal 1994 ad oggi, Argentina e Nigeria si sono incrociate ben quattro volte. Una statistica che assume maggiore valore statistico se si considera che nell'edizione 2006 giocata in Germania le Super Aquile non erano nell'elenco delle qualificate. Solo nel 1998, quindi, l'incrocio è stato evitato dal calendario. Un dato sorprendentemente oltre la media, che ha spinto più di qualcuno sul web a paragonare Nigeria-Argentina a due grandi classici del calcio europeo: Bayern Monaco-Arsenal, di fronte quattro volte nelle ultime sei edizioni di Champions League, o Real Madrid-Bayern Monaco, partita in assoluto più ricorrente nella storia del trofeo dalle grandi orecchie con 26 precedenti.

Tradizione fortunata a metà, quella dell'Argentina contro la Nigeria: è vero che la Seleccion ha sempre vinto lo scontro diretto dal 1994 in poi, ma non ha mai sollevato la Coppa del Mondo nelle edizioni coinvolte. Un elenco avviato nel 1994 negli Stati Uniti d'America: la sfida nella sfida, quella tra i numeri 10 Maradona e Okocha, fu cancellata dalla successiva positività al doping del Pibe. Sul campo fu 2-1 per l'Argentina con la doppietta di Caniggia che ribaltò l'iniziale vantaggio nigeriano con Siasia.

Nel 1998, in Francia, Argentina e Nigeria non furono avversarie, ma due anni prima si sfidarono nei Giochi Olimpici di Atlanta, con vittoria africana per 3-2 in rimonta. Tanti di quegli interpreti si affrontarono nel 2002, quando un gol di Gabriel Omar Batistuta suggellò la vittoria per 1-0 e l'avvio del cammino argentino nella fase a gironi, concluso con una clamorosa eliminazione per mano di Svezia e Inghilterra.

Coppa del Mondo 2010, Gabriel Heinze match winner in Argentina-Nigeria 1-0Getty Images
12 giugno 2010, Gabriel Heinze match winner in Argentina-Nigeria 1-0 nella fase a gironi

Complice la mancata qualificazione della Nigeria in Germania 2006, l'Albiceleste tornò a incrociare le Super Eagles nell'edizione 2010: prima partita della fase a gironi, decisa dallo stacco di Gabriel Heinze in avvio. Vittoria per 1-0 e Argentina che interruppe il suo cammino nei quarti di finale contro la Germania. L'ultimo precedente si è giocato invece nella terza giornata della fase a gironi, come avverrà nei Mondiali 2018. Protagonista assoluto di quella sfida, giocata il 25 giugno 2014, fu Lionel Messi: il 3-2 finale, che permise agli argentini di chiudere il gruppo in vetta e alla Nigeria di qualificarsi in seconda posizione, fu griffato da due reti della stella del Barcellona. Le ultime di Messi in Coppa del Mondo: almeno fino all'arrivo in Russia, dove sarà ancora tempo del Clasico Nuevo.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.