Calciomercato, stelle in fuga dallo Sporting Lisbona a parametro zero

Sarebbero ben nove i calciatori che fino a oggi hanno chiesto la rescissione unilaterale del contratto in seguito all'aggressione subita lo scorso 15 maggio da parte di alcuni tifosi.

Allenamento dello Sporting Lisbona Getty Images

884 condivisioni 0 commenti

di

Share

Il calciomercato ormai alle porte potrebbe in parte essere sconvolto dall'innesto sul mercato di nove o forse più giocatori di buonissimo livello che si troverebbero nelle condizioni di poter essere acquistati a parametro zero. Quanto sta accadendo in Portogallo allo Sporting Lisbona è infatti qualcosa di mai visto prima, con i giocatori della prima squadra che uno dopo l'altro si stanno presentando in sede per chiedere la rescissione unilaterale dal contratto che li lega al club finito terzo nella Primeira Liga appena conclusasi.

Sarebbe stato proprio il deludente piazzamento finale in campionato a innescare tutta questa storia: piazzatosi dietro il Porto campione e il Benfica, infatti, lo Sporting Lisbona ha mancato la qualificazione alla prossima Champions League, un risultato che ha deluso tanto i giocatori quanto i tifosi. Una parte di questi ultimi, però, è andata decisamente oltre e ha deciso di comunicare il proprio malcontento alla squadra irrompendo nel centro sportivo.

Qui i sedicenti tifosi, presenti in gran numero e incappucciati, hanno quindi malmenato calciatori e staff tecnico con cinghie e bastoni, un gesto incredibile che ha avuto conseguenze nell'immediato - lo Sporting ha successivamente perso la finale di Coppa di Portogallo contro l'Aves - e che soprattutto ha portato numerosi giocatori a pianificare una vera e propria fuga da un ambiente che non ritengono più né sano né in grado di garantire loro l'incolumità.

William Carvalho in allenamentoGetty Images
William Carvalho è il pezzo pregiato dello Sporting Lisbona, e dovesse svincolarsi a zero scatenerebbe una vera e propria asta tra i maggiori top club europei.

Calciomercato, esodo da Lisbona: i giocatori chiedono la rescissione allo Sporting

Ecco così che il prossimo calciomercato potrebbe arricchirsi ben presto di nomi importantissimi, giocatori di buono e ottimo livello in passato a lungo corteggiati sia dalle squadre della nostra Serie A che dai top club dei principali campionati europei. Il primo a muoversi è stato l'esterno argentino Marcos Acuna, entrato nella lista dei 35 pre-selezionati dal ct Sampaoli per gli imminenti Mondiali e punto fermo del club bianco-verde con 31 presenze nel campionato appena concluso.

Un altro nome interessante è quello di Bruno Fernandes, centrocampista esploso in Italia con le maglie di Novara, Udinese e Sampdoria e letteralmente consacratosi in questa stagione a Lisbona: gli 11 gol segnati e le grandi giocate espresse gli hanno permesso di entrare nella lista dei 23 convocati dal Portogallo per la Russia, e avendo appena 23 anni appare chiaro come un calciatore del genere possa fare gola a tanti club.

E che dire di Rui Patricio? Il portiere, con le sue oltre 450 presenze, è una vera e propria bandiera del club nonché il titolare della Nazionale lusitana. In passato era sembrato vicino al Napoli, adesso pare possa finire in Inghilterra, certo è che per lo Sporting si tratterà di un giocatore difficile da rimpiazzare. Così come il tenace centrocampista argentino Rodrigo Battaglia e soprattutto gli attaccanti Gelson Martins e Bas Dost, rispettivamente 8 e ben 27 gol nell'ultima Primeira Liga. Quest'ultimo è addirittura stato capace di andare a segno 61 volte in 61 partite nelle ultime due stagioni, una media-gol importante che lo ha rilanciato ad alto livello: potrebbe interessare al Milan.

Completano la lista dei partenti l'esperto ed eclettico centrocampista francese Jeremy Mathieu, 34 anni, il giovane prodotto del vivaio Daniel Podence e soprattutto il roccioso centrocampista William Carvalho, campione d'Europa nel 2016 e punto fermo della Nazionale anche negli imminenti Mondiali in Russia. Le voci di calciomercato avevano accostato nel passato più o meno recente il nome di Carvalho a Inter, Milan e Juventus ma anche a PSG e Manchester United, club che poi si erano ritirati per le esose richieste dello Sporting Lisbona. Adesso la situazione potrebbe cambiare radicalmente.

Bas Dost, centravanti dello Sporting LisbonaGetty Images
Esploso in patria con la maglia dell'Heerenveen, l'olandese Bas Dost ha deluso al Wolfsburg prima di rinascere allo Sporting con 61 gol in 61 partite negli ultimi due campionati.

Oltre alla dolorosa perdita di numerose stelle a parametro zero, in casa Sporting il timore è che altri giocatori potranno imitare i compagni e chiedere a loro volta la rescissione, eventualità che finirebbe per distruggere il club stesso. Per scongiurare questa ipotesi il presidente Bruno de Carvalho avrebbe proposto ai giocatori di restare in cambio delle proprie dimissioni e di nuove elezioni che potrebbero però nuovamente eleggerlo: a quel punto, secondo de Carvalho, i fuggitivi dovrebbero accettare il verdetto delle urne e rimanere comunque al club.

Il presidente, accusato dal tecnico Jorge Jesus di avere addirittura orchestrato l'aggressione ai danni di giocatori e staff, ha addirittura contattato personalmente su Whatsapp alcuni dei giocatori ribelli, come rivelato quest'oggi dal quotidiano portoghese Record: nelle conversazioni avrebbe tentato di convincere l'agente di Dost, Bruno Fernandes e Gelson Martins a rivedere le proprie posizioni, palesando nella conversazione con quest'ultimo la volontà di aiutare Ruben Semedo, difensore del Villareal che attualmente si trova in carcere in Spagna con le accuse di sequestro di persona e tentato omicidio.

Le risposte dei calciatori interpellati sono state diplomatiche ma piuttosto fredde, e stando così le cose la trattativa sembra molto difficile, e l'eventualità che i calciatori riescano a liberarsi, dopo i momenti di terrore vissuti un mese fa, è assai probabile: il calciomercato è pronto ad accoglierli come nuovi protagonisti di un'estate che viceversa per lo Sporting Lisbona potrebbe rivelarsi a dir poco traumatica.

I giocatori sul piede di partenza:

  • Marcos Acuna
  • Rodrigo Battaglia
  • Bas Dost
  • Bruno Fernandes
  • Gelson Martins
  • Jeremy Mathieu
  • Rui Patricio
  • Daniel Podence
  • William Carvalho

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.