Real Madrid, chi è Lopetegui: il tecnico di ritorno

Il tecnico basco ha 51 anni. Dopo una carriera non eccelsa da portiere, ha allenato le giovanili, anche dei Blancos, poi due anni al Porto e altrettanti in Nazionale.

309 condivisioni 0 commenti

di

Share

Florentino Perez non è nuovo a scelte spiazzanti e fuori dagli schemi. Zidane insegna e quindi, a posteriori era probabilmente inutile andare a scavare fra i nomi più a la page, nella créme delle panchine europee.

Li abbiamo citati tutti, da Löw a Conte, da Klopp ad Allegri, da Luis Enrique a Sarri, Guti, Raul... Ma, in fondo, ve lo vedevate Sarri in tuta e auricolare per la traduzione accanto a Florentino il giorno della presentazione? Però dalla Real Casa non trapelava nulla e bisognava non lasciare niente di intentato.

La soluzione, invece, era lì, probabilmente più a portata di mano di quanto sembrasse. Un tecnico ancora giovane, con grande esperienza nelle serie minori e soprattutto nelle giovanili del Real Madrid, anche all'estero, poi, che non guasta e ottimi risultati con la Nazionale. Il contratto appena rinnovato con la Federazione? Non poteva essere una cosa che turbasse don Florentino.

Real Madrid: chi è Lopetegui: il giocatore

Nato 51 anni fa in un paesino basco della provincia di Guipuzcoa - un basco al Real Madrid, quasi una contraddizione in termini - Lopetegui ha mosso i primi passi nel mondo del calcio come portiere. Una carriera non proprio indimenticabile: in 15 anni ha totalizzato 95 presenze in Liga con più di 130 gol subiti. Sempre in squadre di rango, però: cresciuto nella Real Sociedad, ha indossato fra le altre le maglie di Las Palmas, Real Madrid e Barcellona.

LopeteguiGetty Images
Una rara immagine di Julen Lopetegui fra i pali

Una carriera da secondo, quando non da terzo portiere che però gli ha permesso di frequentare i palcoscenici che contano: nel suo palmares, infatti, ci sono 1 Liga al Real Madrid, oltre a 1 Coppa delle Coppe, 1 Coppa del re e 4 Supercoppe di Spagna con i Blaugrana. 

I difficili inizi in panchina

Appesi i guantoni al chiodo nel 2002, Julen è passato subito dal campo alla panchina. Una esperienza non esaltante al Rayo Vallecano e un lungo periodo di disoccupazione, lo convincono a partire dall'abc, le giovanili. Un paio d'anni con buoni risultati fra quelle del Real Madrid e Castilla lo portano nel giro delle Under della Roja.

LopeteguiGetty Images
Lopetegui ha guidato le Under spagnole

Qui avviene la sua esplosione: il titolo europeo 2012 con l'Under 19 e l'anno seguente con l'Under 21 gli spalancano le porte del... Porto. Sono gli anni del Benfica pigliatutto, ma in una stagione e mezza la squadra di Lopetegui perde 9 partite in totale, di cui soltanto 3 di campionato. Nell'estate 2016 c'è da sostituire Vicente del Bosque, il ct che con la Spagna ha vinto e la Federazione si ricorda di quel bravo tecnico basco delle Giovanili e, un po' a sorpresa, chiama proprio lui.

Le Furie Rosse

Lopetegui risponde ai sorrisini degli scettici, che non lo credevano degno dello scettro di don Vicente, con i risultati: 20 partite alla guida della Roja, 14 vittorie, 6 pareggi e zero sconfitte. I gol? Sessantuno realizzati contro 13 subiti: un colpo di fulmine per Florentino, che ora, chissà, "rischia" di trovarsi in panchina un tecnico campione del mondo.

Lopetegui e il reGetty Images
Lopetegui insieme al re di Spagna. Da domani sarà derby: Felipe è notoriamente tifoso dell'Atletico Madrid

Share

Commenta

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.