Brasile, Neymar e i calci contro l'Austria: "Pronti per lottare in UFC"

Il numero 10 verdeoro usa l'ironia al termine dell'amichevole che precede i Mondiali per commentare il gioco duro degli avversari: "Per fortuna ne siamo usciti incolumi".

659 condivisioni 0 commenti

di

Share

È il solito spettacolo. Tanto vale mettersi seduti e ammirare la superiorità tecnica e la fantasia del Brasile. Anche l'ultima amichevole che precede i Mondiali 2018 ha regalato tante emozioni: merito di Neymar e compagni, capaci di superare l'Austria senza neanche doversi impegnare troppo. Un gol nel primo tempo, due nella ripresa. Una sorta di allenamento.

Anche se i calciatori austriaci non sono sembrati d'accordo. Hanno giocato con determinazione, grinta. È stata una partita dura, con molti falli. Non proprio l'ideale per Neymar, che dopo la frattura al metatarso dello scorso febbraio, è ancora alla ricerca della forma migliore.

Eppure ha trovato il gol con la solita facilità di sempre. Con la Croazia prima e con l'Austria poi. Il fenomeno del PSG sembra essere tornato ai suoi livelli ed è pronto a trascinare il Brasile più lontano possibile. Magari fino alla finale in programma il prossimo 14 luglio. La nazionale di Tite parte, come da tradizione, tra le favorite per la vittoria. Merito anche di super Neymar.

Vota anche tu!

Sarà Neymar il miglior marcatore dei Mondiali 2018?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Brasile, Neymar scherza sui falli subiti: "Siamo pronti per la UFC"

Stop con la coscia, dribbling di suola e palla sotto le gambe del portiere. Un gioco da ragazzi se ti chiami Neymar Jr, un po' meno per i calciatori umani. È stata una partita molto importante per il fenomeno brasiliano. Non solo per alimentare la sua vena realizzativa, ma soprattutto per saggiare le sue condizioni fisiche:

Inizialmente avevo un po' di paura, ho dovuto aspettare il primo contrasto. Poi è tornato tutto nella norma. Sono rimasto calmo e ho ripresa a giocare come so. Sto migliorando la mia condizione piano piano. I falli degli austriaci? Abbiamo preso tanti calci, per fortuna stanno tutti bene. Ora siamo pronti per la UFC...

Neymar dolorante con la maglia del BrasileGetty Images
Neymar è rientrato da poco dopo aver subito la frattura del metatarso lo scorso febbraio.

Otto falli subiti in 84 minuti giocati (al suo posto è entrato Douglas Costa). Un modo di approcciare al match da parte dell'Austria più adatto alle arti marziali miste. Soprattutto per un intervento di Baumgartlinger, proprio ai danni di Neymar. Da qui la battuta rilasciata in zona mista. Da Vienna a Sochi, la città che ospiterà il ritiro del Brasile. Intanto con quello di ieri, sono 55 le reti realizzate dal fuoriclasse del PSG con la maglia della Seleçao: eguagliato Romario, meglio di lui solo Ronaldo (62) e Pelè (77).

Per me è un onore immenso aver raggiunto Romario nella classifica marcatori del Brasile. Colgo l'occasione per rendergli omaggio, è stato un idolo per me e per tutti i brasiliani. Come detto, però, non mi piacciono i paragoni: preferisco essere me stesso.

Share

Commenta

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.