Mondiali 2018, Gundogan risponde ai fischi: "Fiero di giocare per voi"

Il centrocampista del Manchester City criticato per l'incontro con Erdogan. Lui però non fa polemica e ribadisce il proprio amore per la Germania.

191 condivisioni 0 commenti

di

Share

Priorità sballate, priorità diverse. La Germania si avvicina ai Mondiali 2018 con una grave spaccatura interna. I tedeschi, infatti, da un mese a questa parte hanno a che fare con le polemiche dovute all'incontro fra Mesut Ozil, Ilkay Gundogan e il politico turco Erdogan. I due giocatori della nazionale campione del mondo sono stati criticati aspramente, è perfino stata lanciata una petizione su change.org per convincere Low a non portarli in Russia.

Il commissario tecnico però non pensa nemmeno lontanamente a rinunciare ai suoi due pupilli. Non solo li ha convocati per i Mondiali 2018, ma probabilmente partiranno titolari (anche se Ozil deve recuperare da un problema al ginocchio che lo sta limitando). Per questo preoccupano i tifosi che continuano a fischiarli. È successo anche nell'ultima amichevole giocata a Leverkusen contro l'Arabia Saudita.

La situazione è delicata perché Gundogan in queste settimane ha provato a chiarire con i tifosi (Ozil ha invece preferito tacere). Ha spiegato loro che ha accettato l'invito di Erdogan perché gli sembrava maleducato snobbare il presidente del suo paese d'origine. Ma non è bastato.

Mondiali 2018, Gundogan risponde ai fischi

Per questo Gundogan ora, smaltita la delusione dei fischi ricevuti anche nell'amichevole giocata contro l'Arabia Saudita, prova a strizzare nuovamente l'occhio ai tifosi. Lui, e la Germania, hanno bisogno di vivere con serenità, per arrivare ai Mondiali 2018 nel modo giusto. La priorità per Ilkay e per i suoi compagni è la Germania, per i tifosi no. Per loro quella del centrocampista del City è stato una mancanza di rispetto. Il messaggio di Gundogan alla gente è chiaro:

Resto comunque fiero di giocare per questo paese

Gundogan, Ozil e Draxler si allenanoGetty
Gundogan, Ozil e Draxler si allenano

Anche i suoi compagni hanno chiesto ai tifosi di archiviare la questione. Il capitano della nazionale tedesca Manuel Neuer ha voluto spezzare una lancia in favore del compagno di squadra sottolineando la sua importanza. Anche Mario Gomez ha provato a far capire al pubblico quanto possa essere controproducente per la Germania fischiare Gundogan e Ozil.

Tutti nello stadio vogliono vederci vincere i Mondiali, per questo non bisognerebbe distruggere i singoli giocatori a pochi giorni dall'inizio del torneo.

Ennesima dimostrazione che qualcuno, fra squadra e tifosi della Germania, ha decisamente le priorità sballate. Perché in questo momento sono del tutto diverse.

Share

Commenta

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.