Balotelli, parla il suo personal coach: "Vuole essere il numero uno"

Dal primo incontro agli obiettivi per il futuro, ecco l'intervista ad Armando Caligaris, che segue Mario dall'inizio del 2017: "È un leone nella savana".

462 condivisioni 0 commenti

di

Share

Mario è cambiato, Mario sembra un altro: dopo l'esperienza al Nizza, Balotelli è maturato tanto. Ha segnato, ha pensato al campo, si è concentrato sui suoi obiettivi e i risultati sono evidenti. Quello più importante, forse, è il ritorno in Nazionale con un ruolo da protagonista. Con Mancini in panchina, il numero 9 è stato messo al centro del progetto. E lui sembra pronto per sostenere il peso di questa responsabilità.

Le conferme arrivano anche da Armando Caligaris, il personal coach che segue Balotelli dall'inizio del 2017: ogni settimana si è recato a casa di Mario per svolgere due-tre ore di lavoro personalizzato per integrare quello fatto dallo staff del Nizza. La rinascita dell'ex Milan passa anche da questo percorso, che gli ha permesso di crescere ancora.

Caligaris ha rilasciato un'intervista alla Gazzetta dello Sport in cui ha parlato del suo rapporto con Balotelli: lo segue sia a livello mentale che fisico, tra obiettivi a lungo termine e preparazione atletica. Una figura di riferimento per il nuovo Mario, che stando a quanto dice il suo personal coach adesso "vuole diventare il numero uno al mondo". Da qui, la frase sul Pallone d'Oro. Questione di ambizioni, "il vero obiettivo sulla distanza è il Mondiale del 2022 in Qatar". Un passo alla volta, però, "senza presunzione né fretta".

Nazionale, l'esultanza degli azzurri dopo il gol di Balotelli contro l'Arabia SauditaGetty Images

Parola al personal coach di Balotelli: "Mario è un leone della Savana"

Caligaris ha raccontato il suo rapporto con Balotelli, partendo dal suo primo incontro con il giocatore, che all'epoca era fermo per pubalgia e voleva tornare a Brescia. Invece restò in Francia, anche se controvoglia, e si incontrò con il personal coach. Un incrocio di sguardi: 

In quei secondi ho avuto conferma di ciò che pensavo: Mario è un leone della savana. Gli chiesi se fosse ancora in grado di sognare, di porsi obiettivi a corto e lungo termine. Un sogno si è già avverato: il ritorno in Nazionale

Il lavoro, come detto, non è stato solo mentale ma anche fisico. Però una cosa è certa: non si può insegnare a Balotelli a giocare a calcio, parola di Caligaris. Che ha anche dato la sua "ricetta del campione": 

Mario è un talento, ma gli ho spiegato come il campione sia un insieme di più talenti, non soltanto tecnici, atletici o tattici. Il talento è colui che è continuo nei 90 minuti e nell’intera stagione

Certe cose, però, non si possono spiegare: 

A volte chiedo a Mario come gli sia saltato in mente di fare una giocata geniale, con un coefficiente di difficoltà assurdo, e in risposta ricevo uno sguardo come a dire: "E che ne so io?". A quel punto capisco che è meglio chiudere i libri di neuroscienze e psicologia

Il ritorno di Balotelli in NazionaleGetty Images

Una provocazione e un augurio

Nella vita, però, si può sempre migliorare. E può farlo anche Balotelli, secondo il suo personal coach, che ha deciso di concentrare parte del lavoro su determinati aspetti come gli uno contro uno, le accelerazioni, le finalizzazioni a rete, i colpi di testa. Con una provocazione: "Messi è più basso di te, ma nonostante questo è più bravo di te nel gioco aereo". Con tanto di esempi illustri: da Batistuta a Bierhoff, fino ad arrivare a Cristiano Ronaldo. E i miglioramenti sono arrivati.

Un nuovo Balo, quindi. Però sincero come sempre, perché quello è il suo modo di fare. Il lavoro continua, gli obiettivi sono stati fissati. C'è ancora molto da fare:

Mario è una persona generosa, intelligente, sensibile e sincera. Non è un personaggio costruito, tutto ciò che fa e dice è sentito. Per ora gli ho trasmesso il 5% di quel che vorrei: il meglio deve ancora venire

Nazionale, l'abbraccio tra Bonucci e BalotelliGetty Images

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.