UFC, White: "GSP si è nuovamente ritirato". Ma il manager smentisce

Il presidente UFC annuncia un po' a sorpresa un probabile ritiro per l'ex campione, motivandolo con un mancato desiderio di combattere ancora da parte del canadese.

Georges St-Pierre, ex campione pesi welter e medi UFC Getty

35 condivisioni 0 commenti

di

Share

Georges St-Pierre potrebbe aver concluso la sua seconda avventura nelle MMA prima del previsto. Il fighter canadese, tornato in azione dopo oltre quattro anni a UFC 217 - evento in cui ha sconfitto Michael Bisping conquistando il titolo pesi medi -, sembrerebbe aver perso la voglia di combattere. A sostenere questa tesi è stato il presidente UFC Dana White, che ai microfoni di TSN ha rilasciato una dichiarazione che ha del clamoroso.

Negli ultimi mesi, infatti, sono state tante le voci che hanno accostato St-Pierre a questo o a quell'altro nome, spaziando dai pesi leggeri ai welter UFC. Tyron Woodley, Khabib Nurmagomedov, Robert Whittaker, Stephen Thompson e soprattutto Conor McGregor sono stati soltanto alcuni dei fighter avvicinati al canadese in vista del suo secondo incontro in questo suo rientro nelle MMA.

Thanks to my friend @shanebirenbaum.art for the awesome birthday gift!

A post shared by Georges St-Pierre (@georgesstpierre) on

Nonostante questo, le parole di Dana White non sembrano lasciar spazio a dubbi: il fighter canadese non vorrebbe più affrontare ulteriori sfide, aprendo così le porte ad un possibile e - chissà - definitivo pensionamento.

Abbiamo parlato con Georges riguardo a dei match ma, al netto di quanto so io, si è ritirato. Non sembra essere assolutamente interessato ad affrontare ancora qualcuno. Stavamo provando a chiudere l'accordo per un match tra lui e Nate Diaz in quel di Los Angeles, ma nulla: non vuole quell'incontro, ed in questo momento non vuole e non pare interessato a combattere.

MMA: il manager di GSP smentisce Dana White

Detto delle parole pronunciate da Dana White, il ritiro di GSP non sembra essere cosa scontata. Stando alle dichiarazioni del manager del fighter canadese, intervistato da MMA Junkie, l'ex campione pesi medi e welter UFC non avrebbe affatto chiuso con l'industria del fighting. L'unico veto imposto, a quanto pare, sarebbe quello di non affrontare Nate Diaz.

Georges è stato ospite in diversi programmi e podcast, e non ha mai detto di essersi ritirato. Lui ha semplicemente fatto il nome di chi gli piacerebbe affrontare, ed ha anche spiegato perché il match con Nate non gli interessa.

Share

Commenta

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.