MMA, UFC 225: due titoli in palio e il ritorno di CM Punk

"Bobby Knuckles" Robert Whittaker incontra di nuovo Yoel "Soldier of God" Romero. Ancora una volta col titolo in palio, a UFC 225.

MMA, poster ufficiale di UFC 225 ufc.com

72 condivisioni 1 commento

di

Share

In arrivo da Chicago, Illinois, a UFC 225, una main card pazzesca. Due titoli in palio, quello dei pesi medi in un rematch al cardiopalma fra il campione Robert Whittaker (19-4) e lo sfidante Yoel Romero (13-2) e quello ad interim dei pesi welter che vedrà uno scontro dall'hype altissimo: sarà Rafael dos Anjos (28-9), già campione dei pesi leggeri UFC, ad avere il difficile compito di difendere la dignità del popolo brasiliano contro Colby Covington (13-1).

La delusione di Alistair Overeem è comprensibile. L'olandese è stato relegato alla preliminary card per il suo match contro Curtis Blaydes per lasciare il posto allo scontro fra pesi welter che vedrà il ritorno in gabbia di CM Punk Phil Brooks (0-1), opposto ad un altro fighter quasi esordiente con cui condivide anche il record: Mike Jackson (0-1). Comprensibile la rabbia di Overeem: un veterano da 60 match qualitativamente eccelso ha dovuto cedere lo spot a due esordienti con un record combinato di due sole sconfitte.

A seguire, nella categoria dei pesi massimi, si affronteranno l'ex campione dei massimi UFC Andrei Arlovski (27-15) e Tai Tuivasa (7-0), mastodontico australiano a quota 2-0 in UFC con altrettante vittorie al primo round. Tuivasa è dotato di grande potenza da KO, è veloce per la sua stazza e vorrà fare un rapido lavoro del datato Andrei Arlovski che, dopo una serie piuttosto negativa, ha collezionato due vittorie ai punti contro Junior Albini e Stefan Struve. Tuivasa però è parso un vero e proprio tornado nelle ultime uscite e si ha l'impressione che la sola potenza da KO di Arlovski non possa fermare il venticinquenne di Sydney.

  • UFC 225 andrà in onda come al solito su FOX Sports, canale 204 di Sky fra sabato 9 e domenica 10 dalle ore 4.00.

MMA, UFC 225 alle porte, due titoli in palio

Il match femminile che segue i primi due avrà luogo nella categoria delle 145 libbre, pesi piuma. L'ex campionessa dei pesi gallo Holly Holm (11-4) darà il benvenuto in UFC a Megan Anderson (8-2), già campionessa Invicta FC nella divisione pesi piuma. La Anderson è una delle migliori striker della nuova leva, ha 28 anni e 4 delle sue 8 vittorie in carriera sono arrivate per KO o TKO. Si è detta già pronta per Cris Cyborg, indipendentemente da come andrà sabato notte. La Holm è una striker straordinaria, ha palesato però dei limiti abbastanza evidenti nel ground game, area nella quale ha perso il titolo nel suo match a UFC 196 a beneficio dell'ormai ritirata Miesha Tate. I suoi movimenti in fase di stand-up e la qualità eccelsa dei suoi colpi, oltre alla scelta chirurgica degli stessi, la rendono una fighter letale, nonostante il suo ritmo non sia continuo o eccessivamente alto. La Holm, se arriva al match in grande condizione, può battere praticamente chiunque.

Il co-main event coinvolgerà due forze opposte. Tanto pacato fuori dall'ottagono quanto aggressivo dentro, Rafael dos Anjos affronterà quella che negli ultimi tempi può essere considerata la sua nemesi caratteriale: Colby Covington. Come detto in apertura, Covington è reo di aver insultato in mondovisione il pubblico brasiliano dopo aver sconfitta Demian Maia. L'americano ha promesso una vittoria per KO, un metodo alquanto improbabile per un welter che, come lui, tende al controllo e ricerca il ground and pound solo qualora si presenti la chiara occasione. RdA è un fighter buono per ogni stagione: aggressivo nello striking, dal ritmo molto alto e dalle combinazioni varie. Vanta un middle kick sinistro davvero micidiale. Ha ottima qualità nel pugilato in continua evoluzione ed è in possesso di un BJJ davvero stellare. Covington, dal canto suo, è un wrestler NCAA Division I, non certo un fighter da prendere alla leggera. La demolizione di Demian Maia ne è un esempio netto. Soffre gli specialisti delle sottomissioni, l'unica sconfitta in carriera è arrivata proprio così contro Warlley Alves. Chi avrà la meglio fra i due otterrà il titolo ad interim dei pesi welter e la possibilità di affrontare Tyron Woodley per la riunificazione.

Il main event avrà luogo nella divisione dei pesi medi e la corona sarà in palio. Il campione Robert Whittaker torna in scena dopo quasi un anno d'assenza contro l'ultimo avversario che ha affrontato: Yoel Romero. Whittaker sconfisse Romero a UFC 213, vincendo l'allora titolo ad interim, divenuto assoluto quando GSP lo rese vacante subito dopo aver battuto Michael Bisping. Whittaker è velocissimo nei colpi di braccia ed è in possesso di una difesa dei takedown davvero eccezionale. Riesce a mantenere il match in piedi, ha mani potenti e costringe i suoi avversari a scambiare con lui. Dotato anche di grande qualità nel counterstriking, si oppone perfettamente al 41enne cubano, wrestler assolutamente eccezionale ancora in stato di grazia atleticamente e che soffre, se possibile, solo nel cardio per un fisiologico calo dovuto probabilmente all'età. Nel loro ultimo match, il cubano vinse i primi due round, vedendosi recuperare i rimanenti tre e sfuggire così la possibilità di divenire campione. Si è rifatto con gli interessi a UFC 221 contro Luke Rockhold, pur non vincendo il titolo a causa del mancato peso. Il KO messo a segno ha cementato la sua posizione di contendente numero uno e quindi eccoci allo stesso punto dell'anno scorso, con più dubbi e hype che certezze dato l'identico livello dei due fighter, protagonisti di un rematch a distanza di un anno.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.