Football culture a Milano: Calcetto Eleganza presenta #LeTournoi

Nato dalla volontà di riunire performance sportiva e cultura calcistica, il Calcetto Eleganza ha presentato il 2 giugno #LeTournoi, un triangolare contro la rappresentativa calcistica francese di Le Ballon e il collettivo milanese dell'A.S. Velasca.

17 condivisioni 0 commenti

Share

Il 2 giugno, ad un anno di distanza dalla prima amichevole disputata a Parigi, si è rinnovata la sfida tra Calcetto Eleganza, squadra milanese già resa celebre dal motto “Non per sport ma per moda”, e Le Ballon FC, rappresentativa dello storico torneo di calcio a undici francese. Giocata in terra meneghina sul rettangolo verde del Centro Sportivo Leone XIII, questa sfida è stata impreziosita dalla partecipazione del poliedrico collettivo calcistico A.S. Velasca nonché da Francesca Vitale, capitano del Milan Ladies e protagonista della Nazionale azzurra femminile U20 in Giappone, a testimonianza di quanto questa realtà sia inclusiva e senza confini di genere.

All’interno dei 150 minuti de Le Tournoi, sigillati dal trionfo di Calcetto Eleganza, le tre squadre si sono date battaglia cancellando con maestria iconici cliché che ricordano come le due nazioni non si siano mai amate sul campo e confermando, soprattutto, le molteplici possibilità di poter giocare, esprimere e raccontare il calcio anche tramite la cultura e le passioni dei suoi singoli attori

È proprio questo l’obiettivo del Calcetto Eleganza, che ha scelto di inaugurare attraverso il triangolare anche la nuova collaborazione con adidas: unire la performance sportiva alla cultura calcistica sotto un unico tetto, quello di Milano, luogo di incontro tra diverse realtà, filosofie e nazioni, vero punto di incontro per la football culture europea. 

È in questo scenario che le performance sul campo si fondono con quelle fuori dal campo, grazie alle sonorità trap d’oltralpe proposte dallo spin-off sound-system Eleganza Football Sound sul dancefloor dell’Apollo Club. La distanza on-off the pitch viene azzerata mentre il dialogo continua al di fuori del campo da gioco. I protagonisti delle crew ne prendono parte e diventano fautori di un disegno che, attraverso calcio e cultura, tratteggia una linea comune: è La Scala del Calcio, e la storia continua.

Share

Commenta

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.