Playoff Serie B, le semifinali: in campo Frosinone e Palermo

Trappole venete per i ciociari di Longo e i siciliani di Stellone: in campo contro Cittadella e Venezia a 19 giorni dall'ultimo impegno ufficiale.

Frosinone e Palermo in campo per le semifinali dei playoff di Serie B Getty Images

54 condivisioni 0 commenti

di

Share

Diciannove giorni dopo, torna a parlare il campo. Il caso Bari e lo slittamento dei playoff hanno costretto Frosinone e Palermo ad osservare un digiuno da partite ufficiali lungo quasi tre settimane: un'enormità. Con pro e contro, divisi tra la possibilità di recuperare pedine preziose e la necessità di restare sul pezzo, con la parte decisiva della Serie B 2017/2018 da affrontare e un sogno chiamato Serie A all'orizzonte.

Questa sera la terza e la quarta forza della classifica di Serie B nella regular season torneranno in campo per le semifinali di andata dei playoff: il Frosinone sarà ospite del Cittadella che ha chiuso la stagione in sesta posizione ed è reduce dall'eliminazione a carico del Bari nella sfida di domenica al "Tombolato", mentre il Palermo scenderà in campo a Venezia contro i lagunari di Filippo Inzaghi, quinti in classifica e freschi del 3-0 inflitto al Perugia ottavo tre giorni fa.

Chi seguirà Empoli e Parma in Serie A? Una domanda per quattro squadre, con una sola risposta vincente. Per designare le due finaliste, che si affronteranno poi tra mercoledì 13 e sabato 16 giugno, occorrerà passare per 180 minuti e due incroci sul campo. Il regolamento delle semifinali prevede infatti partite di andata e ritorno tra la terza in classifica (Frosinone) e il Cittadella, e tra la quarta classificata (Palermo) e il Venezia, con partite di ritorno nella serata di domenica. Il regolamento non contempla i tempi supplementari: in caso di parità dopo le due sfide, si qualifica per la finale la squadra meglio classificata.

Playoff Serie B, Frosinone a Cittadella per dimenticare la beffa Foggia

Riannodare il filo con la serata del 18 maggio, quella che al "Benito Stirpe" ha cancellato i sogni di promozione diretta del Frosinone costringendo i ciociari a passare dai playoff per provare a salutare la Serie B, non è affare semplice. Moreno Longo ha sfruttato questi 19 giorni per lavorare sulla mente e sui nervi dei propri calciatori e di una città ferita da quel 2-2 incassato da Floriano del Foggia che aveva permesso al Parma di salire sul treno per la Serie A. Alle 18.30, sul terreno del "Tombolato" di Cittadella, sarà tempo delle prime risposte di fronte ad una delle formazioni più collaudate del campionato.

Nelle scelte dei veneti di Roberto Venturato, avranno un notevole peso specifico i 120 minuti disputati domenica contro il Bari. Da valutare le condizioni di Benedetti, uscito con i crampi e in ballottaggio con Pezzi. In attacco uno tra Schenetti e Chiaretti giocherà alle spalle delle due punte Vido e Kouame. Proprio in attacco il Frosinone registra l'assenza più pesante: Daniel Ciofani, autore di 13 reti in 31 partite stagionali. Sarà assente per infortunio, alla pari di Ariaudo e Maiello. Pronti dal 1' Crivello largo a sinistra nel 3-5-2 e Sammarco in mediana. Queste le probabili formazioni di Cittadella-Frosinone (ore 18.30):

Cittadella (4-3-1-2): Alfonso; Salvi, Adorni, Varnier, Benedetti; Bartolomei, Iori, Settembrini; Chiaretti; Kouame, Vido. Allenatore: Venturato.

Frosinone (3-5-2): Vigorito; M. Ciofani, Terranova, Brighenti; Paganini, Sammarco, Gori, Kone, Crivello; Ciano, Dionisi. Allenatore: Longo.

Palermo, torna Nestorovski: il Venezia ritrova Inzaghi in panchina

Lo slittamento dei playoff ha rappresentato una buona notizia per l'infermeria del Palermo: il 29 maggio, data inizialmente prevista per la disputa della semifinale di andata, Roberto Stellone difficilmente avrebbe infatti avuto a disposizione Nestorovski, Rolando, Coronado e Bellusci. Un poker di titolari recuperato per la sfida di questa sera (ore 21) sul campo del Venezia. Sette giorni per spostare sensibilmente l'ago della bilancia di una partita che i rosanero hanno preparato nel ritiro di Roma: a poco più di un mese dal suo arrivo, Stellone sta insistendo sulla difesa a 4. Un atteggiamento tattico che si vedrà anche al "Penzo", con Coronado pronto a partire in fascia per sostenere il duo La Gumina-Moreo in attacco e Nestorovski pronto a subentrare a partita in corso.

Il ritorno di Filippo Inzaghi in panchina dopo la squalifica è una delle notizie in casa Venezia. L'allenatore ha scontato il turno di stop che l'ha costretto a vivere in tribuna il 3-0 sul Perugia. Lo stesso si può dire per il laterale destro Nicolas Frey, pronto a tornare tra i titolari sostituendo Bruscagin a destra. In mezzo al campo Pinato, autore del terzo gol domenica, dovrebbe essere preferito a Suciu, mentre in attacco sarà corsa a due tra Marsura (favorito) e Geijo per affiancare Litteri. Ecco le probabili formazioni di Venezia-Palermo:

Venezia (3-5-2): Audero; Andelkovic, Modolo, Domizzi; Frey, Falzerano, Stulac, Pinato, Garofalo; Marsura, Litteri. Allenatore: Inzaghi.

Palermo (4-4-2): Pomini; Rispoli, Bellusci, Rajkovic, Alesaami; Rolando, Jajalo, Murawski, Coronado; La Gumina, Moreo. Allenatore: Stellone.

Share

Commenta

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.