Champions League, l'UEFA comunica la nuova ripartizione dei ricavi

La UEFA ha annunciato quanto guadagneranno i club partecipanti a seconda del loro cammino nel torneo, del market pool e del nuovo ranking.

210 condivisioni 0 commenti

di

Share

La Champions League è sicuramente il torneo più importante d'Europa e anche se alla fine di questa competizione c'è un unico vincitore (in questi anni è quasi sempre il Real Madrid), anche solo parteciparvi può essere un successo per un club.

Basti pensare ai percorsi di crescita di squadre come Atletico Madrid e Juventus che anche senza aver sollevato la Coppa dalle grandi orecchie si sono imposte come big del continente andando sempre più spesso fino in fondo nel torneo.

Questo è dovuto anche ai ricchi ricavi che tutte le società che partecipano alla Champions League e alle altre competizioni europee ricevono, che sono sempre un toccasana per le casse della squadra. Oggi la UEFA ha ufficializzato quale sarà la nuova ripartizione per la prossima annata.

Champions League, ecco come cambierà la ripartizione dei ricavi

Sul suo sito ufficiale, la federazione ha spiegato come cambierà la divisione dei premi per tutte le squadre che nella stagione 2018/2019 parteciperanno alla Champions League, all'Europa League e alla Supercoppa europea. La somma lorda che sarà divisa fra i club ammonta a circa 3,25 miliardi di euro a cui andranno sottratte le quote per l'organizzazione, quella necessaria per il pagamento di solidarietà e quella che rimarrà nelle casse della UEFA. I restanti 2,04 miliardi saranno ripartiti fra le società.

Per quanto riguarda la Champions League tutte le squadre qualificate per i gironi (comprese le italiane Juventus, Napoli, Roma e Inter) guadagneranno 15,25 milioni a cui se ne aggiungeranno 2,7 per ogni vittoria nel gruppo e 900.000 per ogni pareggio. Il passaggio agli ottavi frutterà 9,5 milioni, quello ai quarti 10,5 mentre semifinali e finale varranno rispettivamente 12 e 15 milioni, più i 4 destinati alla vincitrice.

Ai ricavi che arrivano dal percorso nel torneo andranno aggiunti quelli derivanti dalla grande novità di questa stagione, la divisione per ranking. L'importo di 585 milioni di euro sarà diviso in "quote" da 1,108 milioni fra tutte quante le squadre e il numero di quote sarà calcolato in base a una classifica che tiene conto dei punti accumulati nelle ultime 10 campagne europee più dei bonus per la vittoria finale di un trofeo. Il primo nel ranking incasserà quindi 32,64 milioni di euro.

Infine rimangono i guadagni che arrivano dal market pool che ammontano alla distribuzione di 292 milioni di euro assegnati a seconda del valore del mercato televisivo dei club di ogni federazione. I fattori che influenzeranno la ripartizione sono il valore finale del market pool, il numero di club per federazione che parteciperanno al torneo, la composizione del tabellone della prossima edizione, il cammino in Europa e i piazzamenti delle squadre nei rispettivi campionati al termine dell'annata precedente.

Share

Commenta

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.