WWE Triple H a FOXSports.it: "Da ogni sport può nascere un wrestler"

Il vicepresidente esecutivo della WWE spiega quali siano i progetti futuri dell'azienda per reclutare talenti dagli altri sport, così come accaduto con Ronda Rousey.

Triple H, vicepresidente esecutivo della WWE WWE

205 condivisioni 0 commenti

di

Share

Il suo nome è Paul Michael Levesque, una montagna di muscoli conosciuta da tutti con il nome d'arte sul ring, Hunter Hearst Helmsley "Triple H". La stella WWE ha fatto la storia del wrestling e sta continuando a farla sul quadrato (anche se da part-timer), abbinandola a ruoli dirigenziali sia nella kayfabe (la finzione), dove è direttore operativo, sia nella realtà, visto che ricopre il ruolo di vicepresidente esecutivo della compagnia di proprietà di Vince McMahon (di cui è anche azionista di minoranza). 

In questa versione ha una delega speciale per il reparto creativo, quelli dei live event e di reclutamento talenti. Proprio di questo ultimo aspetto in particolare, The Game ha parlato in una conference call direttamente dagli Stati Uniti, a cui ha partecipato anche la redazione di FOXSports.it.

I frutti del lavoro degli ultimi anni del dirigente della WWE si stanno vedendo in particolare a NXT, il settore di sviluppo dove Triple H sta portando continuamente nuovi talenti, pescandoli in giro per il mondo sia dalle compagnie indipendenti che da sport che almeno apparentemente nulla hanno a che vedere con il wrestling. Tanti gli investimenti fatti dal momento del suo arrivo alla guida del roster secondario e proprio in questi giorni si celebra il quinto anniversario del WWE Performance Center, la prestigiosa sede di allenamento a Orlando (Florida) della prossima generazione di atleti, che adesso sarà dotata pure di un sito web ufficiale (www.WWEPerformanceCenter.com) per il recruitment.

L'immagine del Performance Center della WWEWWE
Il WWE Performance Center, territorio di sviluppo supervisionato da Triple H

WWE, Triple H a FOXSports.it

Da lì sono nate Superstar WWE come Braun Strowman, Alexa Bliss, Charlotte Flair, Chad Gable e molti altri, grazie ai mezzi messi a disposizione all'interno della struttura. Oggi continua a ospitare allenamenti di più di 70 atleti di NXT e nuove reclute provenienti da ogni parte del mondo. Ecco, Triple H ne vuole scovare ancora altri, come spiega nel corso di questa roundtable:

Internet e i social network hanno ridotto le distanze. Noi abbiamo dei grandi performers provenienti da tutto il mondo e la mia intenzione è quella di continuare a prendere i migliori talenti provenienti da ogni sport. Il recruitment sul sito del Performance Center ci aiuterà a filtrare meglio le candidature.

Accade continuamente che ex sportivi di altre discipline decidano di passare al mondo del wrestling. L'ultimo esempio illustre è quello di Ronda Rousey, che ha scelto di salutare le arti marziali miste UFC per trasferirsi in WWE. Ce ne sarebbero poi molti altri, visto che gente come Roman Reigns, Baron Corbin, Titus O'Neil e molti altri, hanno un passato nel mondo del football nel curriculum. E come dimenticare Tim Wiese, ex portiere del Werder Brema che si è affacciato l'anno scorso nel wrestling professionistico. Un'eterogeneità di possibili fonti da cui attingere che Triple H vuole continuare a scandagliare:

Quando si parla dei nostri grandi atleti e da quali sport provengano prima di diventare dei wrestler, tutto è molto vario. Posso farvi una lunga lista di sport olimpici, football, calcio, rugby e arti marziali miste. Questi permettono di avere una grande preparazione atletica, che culmina poi con il wrestling, dove poi possono dare sfogo al loro carisma per puntare sull'intrattenimento, cioè quello che cerca realmente la gente. Il rugby in particolare ha un’élite di atleti che sono abituati a giocare di squadra e noi diamo grande attenzione anche a questa disciplina. Gli ultimi arrivati da quel bacino sono Daniel Vidot e Luke Menzies.

Nuovi talenti sulla scia di Ronda Rousey

La caccia a nuovi talenti è dunque aperta, con un'identikit ben preciso da ricercare:

Vogliamo grandi atleti che siano dotati di carisma, ma soprattutto grandi personalità anche fuori dal ring. Il nostro atleta modello deve catturare l’attenzione della gente e avere leadership, rappresentando la WWE in ogni modo e in ogni posto. Cerchiamo superstar che abbiamo l'X-Factor e aiutino ad aumentare il successo del brand, non solo quello personale.

Un po' quello che ha fatto Ronda Rousey, definita tempo fa dallo stesso Triple H come l'acquisto più importante di sempre della storia della WWE:

Ronda è una delle migliori lottatrici al mondo e ha scelto noi. Lei ha compreso alla perfezione ciò che serve alla WWE, così come ha capito che noi, per Ronda Rousey, rappresentiamo la massima aspirazione. E poi il wrestling è qualcosa che lei ha sempre voluto fare.

E Triple H, che l'ha affrontata a WrestleMania 34, ha scoperto anche quali siano le sue qualità sul ring.

Share

Commenta

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.