Calciomercato Inter, piace Malcom: ecco chi è il talento del Bordeaux

Già andato di scena un incontro tra la società nerazzurra e il patron del club francese. La richiesta è super: 50 milioni di euro. Ma Spalletti lo vuole...

477 condivisioni 0 commenti

di

Share

Ecco l’idea di calciomercato che stuzzica, e tanto, l’Inter. Malcom Filipe Silva de Oliveira, ai più noto semplicemente come Malcom. Esterno mancino del Bordeaux classe 1997. Ex Corinthians, un craque del calcio brasiliano, dal 2016 in Francia dove ha continuato a incantare. Ma ora per lui è giunto il momento del grande salto: ecco perché la dirigenza nerazzurra pensa al colpaccio.

Prima le cessioni, certo, poi i colpi in entrata. I Girondins però chiedono tanto: 50 milioni di euro. Una cifra alta, altissima, che un po’ spaventa Suning. Eppure un incontro andato di scena a Milano tra la società e il presidente del Bordeaux fa capire che la trattativa sia iniziata.

Malcom è il primo obiettivo del calciomercato dell’Inter. Spalletti ha chiesto rinforzi in attacco, il brasiliano sembra perfetto per il 4-2-3-1 che quest’anno ha funzionato bene. Il problema rimane sempre e solo uno: fare cassa. Dunque prima le cessioni, poi gli acquisti. La trattativa con i francesi si prospetta lunga.

Calciomercato Inter, Malcom del BordeauxGetty Images
Calciomercato Inter, Malcom esterno d'attacco del Bordeaux

Calciomercato Inter, obiettivo Malcom

Cinquanta milioni di euro, non una moneta di meno. Il Bordeaux non fa sconti per Malcom, Inter avvisata. Il primo obiettivo del calciomercato nerazzurro è difficile da centrare, ma si tratta. Il giovane esterno piace a Spalletti che lo ha già individuato come rinforzo perfetto in attacco. Calcia sia di destro che di sinistro (il suo piede preferito), è il classico brasiliano tutta velocità e dribbling. In Francia è arrivato a gennaio del 2016, quest’anno ha collezionato 38 presenze, 12 gol e 8 assist.

Il nuovo Robinho

In patria Malcom esplode subito. Con il Corintihians debutta in prima squadra a 17 anni: è Mano Menezes ad accorgersi per primo delle sue incredibili qualità. Inizia a tirare calci ad un pallone nel quartiere BuracoQuente, nella zona est di San Paolo. Il padre lo abbandona, lui a testa bassa lavora per diventare un calciatore professionista.

Il suo nome si ispira a quello di Malcolm X, uomo chiave nella battaglia a difesa dei neri nell’America degli anni ’50 e ’60. Una volta, ancora in Brasile, si presentò in campo con la testa rasata e la scritta che portava proprio l'appellativo del politico statunitense. È stato il padre a dargli questo nome, senza la "elle", è vero, ma chiaramente ispirato ad uno degli uomini più importanti del novecento.

Al primo anno con la maglia del Corinthians 51 presenze e 7 reti. È il Bordeaux il primo club europeo a credere in lui. Scommessa vinta: pagato appena 5 milioni di euro, oggi ne vale 50. Ha messo alle spalle i problemi di ambientamento nel calcio del Vecchio Continente, ha stregato tutti, compresi i dirigenti dell’Inter che vogliono completare un attacco sudamericano già composto da Icardi e Lautaro Martinez. Malcom potrebbe essere l’ultimo rinforzo per creare un bel tridente. Evitando però un altro “Gabigol”, il flop brasiliano dell’Inter annata 2016-2017.

Share

Commenta

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.