Calciomercato Inter, Rafinha domani torna al Barça: niente riscatto

Il club nerazzurro non verserà i 38 milioni di euro più 3 di bonus per tenerlo in rosa: tutti i discorsi sono rimandati a luglio quando verrà avviata una nuova trattativa.

383 condivisioni 0 commenti

di

Share

Tutto secondo i piani di calciomercato dell’Inter: i nerazzurri, per ora, non riscatteranno Rafinha. Il 5 giugno scade il termine ultimo per esercitare il riscatto di 35 milioni più 3 di bonus. Il Barcellona è già stato avvisato: per ora il calciatore ritorna alla base, ogni discorso è rinviato a luglio.

Ad oggi l’Inter non può permettersi un esborso simile, ma in ballo ci sono tante plusvalenze e tanti nomi in uscita che potranno garantire un tesoretto niente male. Solo Kondogbia è stato riscattato dal Valencia portando nelle casse nerazzurre una cifra pari a 25 milioni. In lista cessioni compaiono anche Nagatomo e Joao Mario.

L’Inter pianifica la prossima stagione tra calciomercato e Fair Play Finanziario. Rafinha diventa subito il primo obiettivo dell’estate per ridare a Spalletti quel calciatore che sul finire della scorsa stagione ha fatto fare il salto di qualità alla squadra. La qualificazione in Champions League, ottenuta all’ultima giornata con la Lazio, può aiutare.

Calciomercato Inter, Rafinha torna al BarcellonaGetty Images
Calciomercato Inter, Rafinha per ora torna al Barcellona

Calciomercato Inter, con Rafinha è solo un arrivederci

Rafinha e Inter ai saluti: da domani il brasiliano sarà di nuovo un calciatore del Barcellona. Il prestito all’Inter di sei mesi scade il 5 giugno, i nerazzurri non verseranno i 38 milioni di euro più 3 di bonus per tenerlo alla corte di Luciano Spalletti. Il calciomercato in entrata per ora rimane bloccato in attesa dell’apertura ufficiale del 1 luglio. Vanno piazzati alcuni giocatori, su tutti Nagatomo e Joao Mario. Poi si tornerà a parlare con i blaugrana.

Secondo La Gazzetta dello Sport, il ds Piero Ausilio farà leva sulla volontà del ragazzo che in poco tempo si è calato perfettamente nell’ambiente interista. Prima si è sentito coccolato e curato, in attesa di ritornare al top dopo l’infortunio al ginocchio. Poi, una volta chiamato in causa, ha brillato in campo. Diciassette le presenze totali, due i gol. Da aprile in poi è stato l’uomo in più in mezzo al campo. I tifosi lo adorano e sperano di rivederlo ancora a San Siro.

Missione Compiuta.

A post shared by Rafinha Alcantara (@rafinhaaa93) on

Il piano

Da luglio via ad una nuova trattativa. L’Inter chiederà al Barcellona un altro prestito, oneroso e biennale. Dalla Spagna sono poco convinti della proposta: il calciatore è tornato integro, forte e dunque va trattato come un top player. Spingeranno sul prezzo, proveranno ad inserire nel prestito biennale l’obbligo di riscatto fissato a una cifra simile ai 41 milioni totali che i nerazzurri avrebbero dovuto versare entro domani. Ma tutto sarà rimandato al prossimo mese, tavolo della trattativa per ora chiuso. Rafinha è lontano, eppure ha una voglia matta di tornare a vestire la maglia del club che lo ha rilanciato.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.