Basket Serie A: Milano vs Trento, al via la sfida per il Tricolore

Per il terzo anno consecutivo Milano e Trento si sfidano nei playoff. Questa volta in palio c'è lo Scudetto. Da una parte fenomeni e talento, dall'altra il gruppo e il lavoro.

Hogue schiaccia per Trento olimpiamilano

70 condivisioni 0 commenti

di

Share

Siamo arrivati all'ultimo atto del campionato italiano. Tra poche ore infatti prenderà il via la serie finale di playoff che assegnerà lo Scudetto. Di fronte si troveranno l'Olimpia Milano e l'Aquila Trento. Ancora.

Sì, ancora, perchè nelle ultime quattro stagioni (cioè da quando Trento è arrivata in Serie A) queste due squadre si sono già affrontate ben 19 volte tra campionato, playoff, Supercoppa italiana ed Eurocup. Al momento è la squadra meneghina a condurre in questa statistica: 11 vittorie contro le 8 di Trento.

Flaccadori e CinciariniGetty Images
Andrea Cinciarini in marcatura su Diego Flaccadori

Per il terzo anno consecutivo, Milano e Trento si affrontano nei playoff ma mai prima d’ora era successo in finale. Nella stagione 2015/16 le due squadre si affrontarono nei quarti di finale e Milano si impose con un secco 3-0; nella stagione 2016/17, le due formazioni si trovarono di fronte in semifinale, e fu Trento a vincere la serie per 4-1, conquistando tra l’altro tre vittorie al Mediolanum Forum.

Ma non è tutto, c'è anche un precedente in ambito europeo. Nel 2016 le due squadre si affrontarono nei quarti di finale di Eurocup con due vittorie dell’Aquila Trento.

In questa stagione Olimpia Milano e Aquila Trento si sono già affrontate in tre occasioni e in tutte e tre le partite a vincere è stata l'Olimpia: in Supercoppa a Forlì per 74-65, nella gara di Trento 74-55 e in quella di Desio 88-80.

L'Olimpia vuole lo Scudetto n°28

Dopo un anno di assenza Milano torna a giocare una finale scudetto. Archiviata l'era di Jasmin Repesa, che si è chiusa con una sconfitta in semifinale proprio per mano di Trento, l'Olimpia Milano è pronta a giocare la diciottesima finale scudetto da quando sono in vigore i playoff (1976/77) e proverà a portare a casa il ventottesimo scudetto. Numeri impressionanti che mostrano la grande tradizione che ha questa società.

Dopo un'annata tutt'altro che semplice fatta di grandi flop (vedi Patric Young, mai visto in maglia Olimpia Milano, e Cory Jefferson), acquisti altisonanti (Goudelock e Kuzminskas su tutti), sconfitte da incubo (quella con Cantù in Coppa Italia su tutte) e prove di forza (dieci vittorie nelle prime 11 partite di ritorno), Milano vuole provare a chiudere nel migliore dei modi il primo anno dell'era Pianigiani.

I giocatori di Milanooasport.it
I giocatori dell'Olimpia Milano

Il coach senese ha a disposizione un roster di altissimo valore, sicuramente il migliore che c'è in Italia. Oltre alle stelle Kuzminskas e al 'Mini Mamba' Goudelock, Milano può contare su giocatori di grande peso internazionale come Micov, vero leader della squadra biancorossa, Bertans, Theodore e Jerrells, l'uomo dello Scudetto 2014. Sotto canestro c'è una coppia di giocatori dominanti come Gudaitis e Tarczewski. Infine c'è il nucleo degli italiani Cinciarini, Pascolo, Abass e Cusin. Un roster di prima classe insomma.

Aquila Trento, la cenerentola che concede il bis

Se Milano torna in finale dopo un anno di assenza, Trento invece è alla seconda finale Scudetto consecutiva. Gli uomini di coach Buscaglia in semifinale hanno eliminato 3-1 la Reyer Venezia, scucendo di fatto lo Scudetto dalla maglia della squadra che lo scorso anno li aveva battuti in finale, prendendosi così una vera e propria rivincita. Arrivata in serie A solo 4 anni fa, Trento è di fatto cresciuta anno dopo anno. Nelle prime due stagioni si è fermata nei quarti di finale, perdendo con quelle che poi sono diventate le squadre campioni d'Italia (Sassari e Milano), mentre l'anno sorso si è arresa alla corazzata Venezia dopo 6 partite. 

Dopo la grande stagione dell'anno scorso, Trento ha deciso di confermare gran parte del gruppo. I partenti Baldi Rossi e Craft sono stati sostituiti da Silins, Gutierrez e Franke, mentre Hogue è tornato a dicembre al posto di Behanan. Dopo un avvio di campionato decisamente in salita (solo 2 vittorie nelle prime 7 partite), la squadra trentina è riuscita ad ingranare la giusta marcia, conquistando il quinto posto finale in campionato.

I giocatori di TrentoCiamillo
Un timeout di coach Buscaglia

Maurizio Buscaglia, allenatore di Trento, ha costruito la sua Aquila sulla forza del gruppo e del lavoro. In squadra la Dolomiti, infatti, ha buoni giocatori che nel sistema trentino diventano ottimi giocatori. Dal portoghese Gomes al messicano Gutierrez, dal lettone Silins fino agli americani Sutton, Hogue e Shields. Tutti, a turno, si sono rivelati decisivi per le sorti di Trento in questa stagione. Una menzione d'onore infine va fatta per i due italiani Flaccadori e Forray. I due giocatori, infatti, oltre ad essere parte dell'anima della squadra, fanno parte anche della storia della società: sono gli unici, insieme a coach Buscaglia, ad essere sempre andati a referto in tutte e 149 partite di serie A. E a Milano, in gara1 martedì, l'Aquila è pronta a festeggiare le 150 partite in serie A.

Programma

La finale Scudetto prenderà il via martedì 5 giugno e si giocherà a meglio delle sette partite.

  • Gara1 - Milano-Trento - martedì 5 giugno alle 20:45
  • Gara2 - Milano-Trento - giovedì 7 giugno alle 20:45
  • Gara3 - Trento-Milano - sabato 9 giugno alle 20:45
  • Gara4 - Trento-Milano - lunedì 11 giugno alle 20:45
  • ev. Gara5 - Milano-Trento - mercoledì 13 giugno alle 20:45
  • ev. Gara6 - Trento-Milano - venerdì 15 giugno alle 20:45
  • ev. Gara7 - Milano-Trento - domenica 17 giugno alle 20:45

Share

Commenta

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.